Connect with us

Per Lei Combattiamo

Il Messaggero | Sul web l’atavico dilemma del tifoso: “Se scansamo o no?”

Published

on

 


Gps acceso in classifica e il cervello dentro Roma va in tilt. Domenica ingorgo al bivio: tifare per la vittoria della Lazio allo Stadium, col rischio di uno sprint giallorosso, o tirar dritti per la propria strada, con la fiducia di un controsorpasso biancoceleste del futuro? E’ già partito su radio e web il dibattito, tutto capitolino, fra semplici tifosi e comunicatori: “Io penso già alla gara col Chievo”, tuona Guido De Angelis. E i proseliti: “Perchè un laziale è anzitutto anti-romanista”. Tanti però stavolta non vogliono affacciarsi sull’altra sponda del Tevere. Anche perchè siamo solo alla 21esima giornata: “Inzaghi e i suoi devono andare a Torino e provare a vincere. I bianconeri hanno dimostrato di essere battibili”, puntualizza Bruno Giordano. Il problema, in un senso di marcia o in un altro, se lo pongono tutti. Perchè l’antico tema della rivalità romana continua a suonare più forte delle ambizioni delle rispettive compagini di contrastare finalmente lo strapotere del nord. Persino a Trigoria c’è addirittura chi spera nell’autogol: “Meglio che vinca la Juve, non posso sopportare di veder sorridere i laziali”, bisbiglia qualcuno. Quando un derby lungo un anno vale più di uno scudetto, anche se non si cuce al petto. Quando è più grande la paura di volare oltre il Grande raccordo Anulare.

Il Mesaggero – Alberto Abbate

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

TMW | Lazio, domani a Graz per una finale anticipata: obiettivo cancellare Midtjylland

Published

on

 


È la terza giornata del girone ma è già una finale. Del resto non può essere altrimenti se alla partita precedente hai perso 5-1. Così Martusciello, il vice di Sarri, ha presentato Sturm Graz-Lazio di domani alle 18.45: “Rappresenta il passaggio del turno. È una partita da ultima spiaggia, c’è da vincere e convincere. Bisogna continuare cosi e evitare quei down dell’ultima prestazione europea”. Nel gruppo F sono tutte a pari punti, 3: insomma, è veramente ti decisivo il match di giovedì.

Fraioli

Il problema di Midtjylland – Non che ci volesse una laurea a Coverciano per capirlo, ma a Formello sono tutti d’accordo che la causa della disfatta in casa del Midtjylland non siano le rotazioni nella formazione iniziale, con 5 cambi rispetto alla squadra schierata quattro giorni prima col Verona. Gila per Casale, Hysaj per Lazzari, Luis Alberto per Basic, Cataldi per Marcos Antonio e Pedro per Zaccagni. Quasi mezza squadra, sì, ma giocatori di primo livello, considerati titolari, superiori per valore assoluto agli avversari danesi. Il problema quindi, più che nei nomi, è stato nell’atteggiamento con cui la Lazio è scesa in campo: poco umile, spocchiosa, sicura di essere bella e vincente. Il famoso germe di Sarri.

Fraioli

Sì alle rotazioni – Contro la Cremonese e lo Spezia il gruppo ha risposto alla grande, ha reagito ma non basta per rimettere la nave in porto sicuro: c’è lo scoglio di Graz da superare per tornare in acque tranquille. Sull’aspetto mentale lavorerà Sarri, deciso a continuare nell’alternare alcuni giocatori (Vecino, Marcos Antonio, Gila si candidano), perché il tour de force non risparmia nessuno e lunedì c’è lo scontro diretto di Firenze. TuttoMercatoWeb/Riccardo Caponetti

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW