Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Semioli: “Lazio, il gap con le grandi è evidente. Chievo in crisi, sarà una bella partita”

marco.cervino4@gmail.com'

Published

on

 


Piccola con le grandi. La Lazio cade ancora, timida e senza carattere allo Stadium. Juventus di un altro livello? Si, ma si doveva fare di più. Zero tiri in porta tra andata e ritorno contro i bianconeri, altra sconfitta negli scontri diretti. Juve, Roma, Napoli, Inter, Milan: sei gare, solo un punto a Napoli. Molle, quasi impaurita davanti alla squadra di Allegri. Ora il Chievo, fondamentale ripartire. “Sarà una bella partita, la Lazio deve vincere e dimenticare la gara dello Stadium”, rivela Franco Semioli in esclusiva a LazioPress.it.

L’ex Chievo presenta la sfida dell’Olimpico: “I biancocelesti hanno un solo risultato possibile per non rimanere in zona Europa. L’Inter è tornata alla grande, il Milan è forte e poi ci sono Atalanta e Fiorentina. Contro il Chievo sono fondamentali i tre punti”. Mancherà Immobile, il bomber di Inzaghi (11 gol): Un’assenza importante, sta facendo un grande campionato”. Un 2017 nero per la squadra di Maran: tre sconfitte consecutive, dieci gol subiti e solo due realizzati. Il Chievo è in crisi, fatica enormemente in difesa e crea poco davanti. Mi ha sorpreso questo momento così negativo dei gialloblù, dopo il buon girone di andata”. Lazio favorita quindi? “Si, i biancocelesti in casa hanno un altro passo, partono favoriti”. Ma Semioli mette in guardia la Lazio: Occhio a Pellissier. Ancora in prima fila, a fare quello per cui è nato: i gol, ben 102 in A. “Lo conosco fin da bambino, è un grande amico e un campione. Un professionista serio, il fisico ancora lo sostiene e sono felice di vederlo segnare a 37 anni”.

Contro il Chievo Inzaghi non avrà Keita (impegnato in Coppa d’Africa) e Immobile squalificato.Mi aspetto di più da Felipe Anderson, a Torino mi ha deluso”, ammette Semioli sempre su LazioPress.it. Il brasiliano, come tutti i suoi compagni, sparisce nelle grandi sfide. Un vecchio difetto, mai corretto dal talento ex Santos. Sul banco degli imputati dopo Torino sono finiti in tanti, Marchetti e Biglia su tutti: “Marchetti ha commesso degli errori quest’anno, ma sul gol di Dybala per me non ha colpe. Biglia? Sta deludendo, da lui ci si aspetta sempre quel qualcosa in più”. Giusto rinnovargli il contratto? “L’importante è fare chiarezza il prima possibile, è una situazione non semplice”.  Salto di qualità, questo si chiedeva alla Lazio a Torino. “I biancocelesti sono un’ottima squadra, Inzaghi mi ha sorpreso. Stanno facendo un ottimo campionato ma non sono ancora al livello delle grandi, il gap c’è ed è evidente”. Solo note negative dalla Lazio allo Stadium, ma non dai propri tifosi. “Sono le cose belle del calcio, i gesti che devono essere imitati. Sono aspetti che vanno oltre una partita di calcio, queste sono le cose più importanti nella vita”. ‘Onore a voi’, il messaggio di Bonucci ai tifosi della Lazio per i cori a suo figlio Matteo. Loro, dallo Stadium, sono usciti vincitori.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lucas Leiva: “Il derby di Roma è speciale, spero vinca la Lazio. Immobile? Difficile trovargli un vice”

Published

on

 


Il giorno tanto atteso è arrivato. Oggi è il giorno del Derby. Alle 18:00, nella 13° giornata di Serie A, si affronteranno Roma e Lazio. Una partita che non ha bisogno di presentazioni, che va oltre la classifica ed il percorso fin qui svolto. La redazione di LazioPress.it, in vista della stracittadina, ha intervistato, in esclusiva, l’ex centrocampista della Lazio Lucas Leiva. Queste le sue parole sul derby, sulla squadra di Sarri e su uno dei grandi assenti di quest’oggi: Ciro Immobile.

Sei rimasti nei cuori di tutti i tifosi della Lazio. Cosa ti manca di più della Capitale e della Lazio?

“Io e la mia famiglia abbiamo passato cinque anni fenomenale a Roma. Abbiamo lasciato tanti amici. Mi manca la città ed i miei compagni, però sono contento di esser tornato nella mia squadra del cuore”.

Hai visto una crescita della Lazio in questo avvio di stagione? A quale obiettivo possono ambire i biancocelesti?

“La Lazio è cambiata tanto, con tanti giocatori nuovi, quindi hanno bisogno di tempo. La Lazio è una società che aspetta, quindi devono anche adattarsi all’ambiente. Speriamo che possano fare bene in campionato”.

Quale è il derby che hai nel cuore?

“I derby che ho vinto rimangono sempre nel cuore. Il derby di Roma sicuramente è speciale e spero tanto che la Lazio vinca un’altra volta”.

Nel tuo ruolo, Sarri ha scelto Cataldi.

“Cataldi sta crescendo tanto e sono contento perché è un ragazzo d’oro che lavora tanto e vive per la Lazio. Sarri ha voluto cambiare tanti giocatori, non vedo nessun problema.

Penso che potevo aiutare tanto ancora, però come ho detto, tornare in Brasile per aiutare la mia squadra del cuore, è stata la scelta giusta”.

Si ferma Immobile e la Lazio fa fatica a vincere. È fondamentale avere un suo vice?

“Immobile è un giocatore importante per come gioca la Lazio. E’ normale che fanno fatica a vincere senza di lui. Trovare un vice non è facile, anche perché deve accettare la panchina e sappiamo che Immobile vuole giocare tutte le partite”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW