Connect with us

Per Lei Combattiamo

Buffon spegne 39 candeline: auguri campione

Published

on

 


Il laziale per natura difende i suoi giocatori, che siano talentuosi o meno, purchè siano determinati ed attaccati alla maglia, e sa anche affezionarsi ed elogiare chi alla maglia biancoceleste porta rispetto nonostante la fede calcistica diversa; questo è il caso di Gigi Buffon, da sempre rivale nel rettangolo di gioco, ma amico dopo il 90′. Oggi il capitano della nazionale italiana compie 39 anni, carriera ricca di trofei la sua, idolo della Torino bianconera e di tutti gli appassionati di calcio. Ancora oggi sembra un ragazzino alle prese con le prime partitelle sotto casa con gli amici: sempre pronto, sempre una garanzia per i suoi compagni. Ne è passato di tempo da quella domenica di novembre in cui ad appena 17 anni fece il suo esordio in A, buttato nella mischia da Nevio Scala. Quel giorno stupì tutti, fermando con le sue parate il Milan. Qualche anno dopo è ancora il Milan protagonista: i rossoneri hanno effettuato il sorpasso sulla Lazio, all’Olimpico si gioca Lazio-Parma e lo stadio è esaurito anche se in pochi si fanno illusioni su un possibile controsorpasso; nessuno, o quasi, crede in un Perugia disposto a dannarsi l’anima contro i rossoneri. Gigi Buffon, ai tempi portiere parmense, ha 21 anni e passa tutta la partita a guardare il tabellone luminoso, si gira più volte verso la Curva Nord allargando le braccia, scuote la testa come se fosse il portiere della Lazio e non quello del Parma, come se quell’ingiustizia fosse ai danni della sua squadra e non di una formazione avversaria, come se a soffrire fossero i suoi tifosi e non quelli “nemici”. A fine partita, va ad abbracciare uno per uno tutti i giocatori della Lazio che aspettano in campo il verdetto finale da Perugia e poi restano impietriti su quel prato verde. In molti piangono, altri si piegano sulle gambe e non ce la fanno a rialzarsi. Lui, ragazzino di 21 anni, cerca di consolarli. “Durante l’incontro guardavo gli spalti e vedevo lo sguardo tirato dei tifosi, percepivo la tensione e la rabbia per uno scudetto atteso da una vita, strameritato ma che stava volando via in modo incredibile ed ingiusto per quello che si era visto durante tutto il campionato e mi sono immedesimato in quella gente”, queste le prime parole di stima che sanciscono l’amicizia tra il portiere della nazionale ed i laziali. Da quel momento, non manca mai un saluto di Gigi alla Curva a fine gara ed è per questo che il popolo laziale oggi ci tiene ad omaggiarlo: buon compleanno, portierone!

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Lazio Women

Il difensore del Chievo Verona, Boglioni: “Bella sfida contro la Lazio Women. Sarà il campo a parlare”

Published

on

 


In vista della partita odierna tra Chievo Verona Women e Lazio Women, il difensore Paola Boglioni ha rilasciato un’intervista a calciofemminileitaliano.it, parlando della sfida contro le biancocelesti. Queste le sue parole: «La partita di domenica contro la Lazio sarà un’altra bella sfida. Siamo consapevoli del livello dell’avversario e della positività che portano con loro, ma, come sempre, sarà il campo a parlare. La settimana sta procedendo al meglio, con l’entusiasmo di voler dire la nostra».

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW