Connect with us

Per Lei Combattiamo

L’Aic tuona: “Play off e play out anche in Serie A”

chiaraluce_paola@libero.it'

Published

on

 


Siamo solo all’inizio del girone di ritorno ma il destino della metà delle squadre che disputano il campionato di Serie A sembra già segnato: se Crotone, Palermo e Pescara sono praticamente già condannate alla retrocessione in serie B, Bologna, Udinese, Chievo, Sassuolo, Genoa e Sampdoria, insieme alla squadra col peggior attacco della serie A, l’Empoli (12 gol segnati) e a quella con la peggior difesa, il Cagliari (45 gol subiti) si trovano sì ad un margine rassicurante rispetto alla zona retrocessione, ma sono troppo distanti dal sogno europeo. Come analizzato anche da La Repubblica, da qui a fine stagione ci attendono 57 partite nelle prossime 17 giornate di campionato che saranno ininfluenti ai fini della classifica: statisticamente una gara su tre. E a pochi mesi dall’asta per i diritti audiovisivi del prossimo triennio di Serie A (2018-2021), a farne le spese potrebbero essere proprio le tv. che si ritroverebbero tra le mani un prodotto svalutato da se stesso. Ed il presidente dell’Empoli, Corsi, mira ad un indirizzamento verso la redistribuzione dei diritti tv, perchè se in Inghilterra il rapporto tra Serie B e serie A è di un euro a due, in Italia è di uno a dieci: divisione dei soldi, forse, troppo iniqua.
Altra questione: in un calcio caratterizzato da contratti a prestazione – i cosiddetti bonus, per gol o assist – la scarsa competitività offrirà ai calciatori occasioni per maturarne più facilmente. Ma proprio l’assenza di stimoli può rendere più faticoso raggiungere i suddetti premi.
Da un lato, il presidente del Coni Malagò chiede una riforma dei campionati una volta per tutte, dall’altra la riduzione della serie A a 18 squadre, vista da Tavecchio quale necessità, rischia di risultare un’utopia, viste le difficoltà per la Lega di accettare un taglio: i 7-8 club a rischio, si sentirebbero condannati all’eutanasia della Serie B. In attesa di cambiamenti, come un progetto di riduzione in tre anni (magari aumentando il paracadute economico le squadre che retrocedono)si punta ad alzare gli standard qualitativi per giocare in Serie A come stadi e settori giovanili: lo ha annunciato il dg Federale Uva.
Al momento i calciatori si dichiarano contrari: ridurre i professionisti vuol dire ridurre i posti di lavoro. Damiano Tommasi, Presidente dell’Aic propone piuttosto “l’introduzione di playoff e playout”. Ma Malagò frena: “Non sono nella storia culturale del nostro sport”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

SERIE B | Lazio Women-Cittadella Women, la designazione arbitrale

Published

on

 


La 9ª giornata di Serie B Lazio WomenCittadella Women, in programma domenica 27 novembre 2022 alle ore 14:30 al Centro Sportivo Mirko Fersini di Formello, sarà diretta dal signor Alessio Amadei della sezione di Terni, coadiuvato dagli assistenti Manuel Cavalli e Usman Ghani Arshad.

Come riportato dal sito ufficiale dell’AIA 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW