Connect with us

Per Lei Combattiamo

PAGELLE – Felipe inventa ma non conclude. Basta, Radu e Lulic crossano in curva.

Published

on

 


Strakosha 6 – Spettatore non pagante. Nella sua area di rigore arriva solo un pallone con un tiro debole di De Guzman nel primo tempo. Poi la beffa al 90′ quando la palla di Inglese passa fra le sue gambe distese in tuffo.

Basta 5 – Gioca da ala aggiunta, peccato che i suoi cross non sono mai precisi. Dopo un periodo positivo, è tornato il giocatore opaco di inizio stagione. Forse meriterebbe maggiore spazio Patric.

Dall’82 Lombardi SV

De Vrij 6 – Praticamente inoperoso per novanta minuti poi il vantaggio gialloblù. Chiama il fuorigioco quando parte Gobbi salvo poi accorgersi che Lulic lo tiene in gioco spalancato la porta a Inglese.

Hoedt 5,5 – Inglese si muove dalle sue parti senza creare grossi grattacapi. L’olandese non si fa mai superare sulle palle alte ma sbaglia qualche lancio per i compagni.

Radu 5,5 – Il Chievo non attacca e il rumeno allora spinge giocando costantemente nella metà campo gialloblù. Da rivedere quando deve servire l’ultimo passaggio ai compagni: i suoi cross finiscono spesso fuori.

Dal 75′ Luis Alberto 5 – Il suo ingresso arriva tardivo anche se non sembra in giornata. Prova un paio di accelerazioni che si infrangono contro la difesa di Maran.

Parolo 6,5 – E’ l’uomo più pericoloso della Lazio andando vicino alla rete in tre occasioni.  Nel primo tempo costringe alla respinta Sorrentino con due colpi di testa, nella ripresa ci prova allora con il piede ma il portiere veneto si oppone nuovamente.

Biglia 5,5 – I compagni fanno poco movimento e così diventa complicato riuscire ad impostare la manovra. Combatte in mezzo al campo e recupera tanti palloni ma poco preciso su palla inattiva. Siparietto imbarazzante mentre torna negli spogliatoi con un tifoso.

Milinkovic 5 – Stecca dopo tante ottime prestazioni. Il serbo è l’arma in più della Lazio di questa stagione ma Maran gli costruisce una gabbia per impedirgli di giocare con il suo fisico. Si prende un giallo inutile per proteste.

Felipe Anderson 5 – Inspiegabilmente gioca da terzino lasciando a Basta la spinta sulla fascia. Eppure quando parte sembra infermabile come al 33′ quando recupera palla a centrocampo e punta la porta veneta saltando chiunque gli si pari di fronte, peccato la conclusione troppo centrale. Nella ripresa avrebbe l’occasione del vantaggio ma il suo tiro a giro sfiora il palo. Ci dovrebbe poi spiegare perchè tenta il tiro da trenta metri anzichè crossare per i compagni.

Djordjevic 5,5 – Corre per tutto il campo per pressare gli avversari e aiutare i compagni in copertura. La Lazio oggi crossa tanto, il più delle volte in maniera imprecisa, quando i palloni arrivano con i giri giusti è il serbo ad arrivare tardi.

Dal 75′ Rossi 6 – Inzaghi gli chiede un compito che non gli spetta ne merita. E’ un classe ’97 e non è giusto affidargli la responsabilità dell’attacco in una partita ancora aperta.

Lulic 4,5 – Se fosse stata una maratona avrebbe vinto ma questa è una partita di pallone e lui con la sfera ci litiga. Va bene l’agonismo ma troppa imprecisione al momento di servire i compagni. Ciliegina sulla torta quando tiene in gioco Gobbi che poi serve Inglese per la rete clivense.

All.: Inzaghi 4 – Il suo merito più grande in questa stagione è stato nel vincere contro le piccole ma oggi fallisce. Formazione iniziale troppo povera tecnicamente, reitera nell’errore quando non inserisce giocatori di qualità lasciando scorrere la gara come voleva il Chievo. La beffa finale è la giusta punizione.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

MONDIALI 2022 | Germania eliminata e Giappone primo nel girone: Spagna seconda

Published

on

 


Succede di tutto nel Gruppo E, che ha visto continui ribaltamenti di fronte decisivi ai fini della classifica finale del girone. Partendo dal match tra Costa Rica e Germania, la vittoria tedesca per 2-4 non basta comunque per la nazionale guidata da Flick: i tedeschi vengono dunque eliminati nella fase a gironi per il secondo Mondiale consecutivo. La Germania era passata in vantaggio grazie al gol di Gnabry, al quale nel secondo tempo la Costa Rica aveva risposto con Teiera e Vargas, che avevano fatto sognare la qualificazione per alcuni minuti con il momentaneo 1-2. Da qui la rimonta tedesca, arrivata con la doppietta di Havertz e dal gol di Fullkrug.

Nel match tra Giappone e Spagna le furie rosse erano passate in vantaggio grazie alla rete di Morata, con il Giappone che però in avvio di secondo tempo ha ribaltato il match con i gol di Doan e Tanaka, arrivati al 48′ e al 51′, decisivi si fini della vittoria giapponese, arrivata per 2-1. Da quel momento la Spagna ha anche rischiato l’eliminazione, complice l’estemporaneo vantaggio del Costa Rica. La classifica finale fa registrare dunque il primo posto del Giappon, che affronterà agli ottavi la Croazia, e il secondo della Spagna, che affronterà invece il Marocco.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW