Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Ventola: “Lazio dal centrocampo lento ma grande attacco, Pioli condottiero di un’Inter strepitosa”

chiaraluce_paola@libero.it'

Published

on

 


Classe 1978, agile, assai dotato dal punto di vista tecnico, veloce e puntualissimo in zona gol: per gli addetti ai lavori, Nicola Ventola è una sorta di “Van Basten in miniatura”, paragone illustre dato ai tempi delle giovanili. Lascia tutto a 32 anni, e da due anni e mezzo vive a Dubai dove lavora come commentatore di calcio per l’emittente televisiva Abu Dhabi Sport. E’ tornato in Italia proprio per commentare i quarti di finale di Coppa Italia di questa sera. E alla redazione di Laziopress si è concesso in questa intervista esclusiva.

Lazio ed Inter si sono sempre affrontate in sfide importanti: tra favori, dispetti, ed un legame particolare tra le tifoserie, hanno sempre regalato tante emozioni. Che ricordi ha?

“Sono sempre stati bei momenti. Ricordo di avergli segnato una doppietta, anche se poi quella partita l’Inter la perse comunque. Ma della Lazio di quegli anni non c’era altro da dire se non che era una squadra incredibile”.

Intanto stasera a San Siro si contenderanno l’accesso alla semifinale di Coppa Italia: cosa devono temersi le due squadre?

“Secondo me sarà una partita molto equilibrata. La Lazio viene da due sconfitte, però i biancocelesti sono una grandissima squadra, soprattutto in attacco: sono sempre pericolosi e creano parecchie occasioni. L’Inter deve temere le buoni soluzioni che ha la squadra di Inzaghi nel reparto offensivo. Gli ultimi due risultati negativi non saranno un grande problema a livello mentale per la Lazio, perché comunque la squadra c’è. Anche col Chievo non meritava di perdere. Ritengo Milinkovic-Savic un giocatore fantastico, anche se forse vedo un po’ troppo lento il centrocampo, che non filtra bene con la difesa. Vista la grande forma di questo momento dell’Inter, la Lazio può subirla sotto l’aspetto psicologico; di sicuro, non sono da sottovalutare il centrocampo e l’attacco che stanno girando molto bene nell’assetto tattico di Pioli: Icardi o anche Joao Mario, ma tutti in generale, sono in una forma spettacolare”.

Visto l’andamento delle concorrenti in campionato, vede ancora aperto per entrambe il discorso Champions League?

“L’Inter parte più favorita, ma non è detto che ci vada. Ha una rosa più completa rispetto a quella della Lazio: Simone Inzaghi è un allenatore che sa far giocare molto bene la squadra e sta facendo cose strepitose, però alla lunga non penso sia forte come Roma, Napoli e Inter in questo momento per la lotta ad un posto in Champions League”.

Pioli sembra aver stravolto l’Inter: risultati e prestazioni parlano chiaro. Come vede il suo lavoro e la stagione dei neroazzurri?

“Pioli sta facendo un lavoro stratosferico con l’Inter. Questa rosa era buona: ci voleva solo un buon condottiero e lui è stato bravo psicologicamente nel capire i giocatori, nel farli sentire tutti importanti, avendo comunque una base di giocatori che giocano sempre titolari. Poi chiaramente i risultati aiutano”.

Il presidente Thohir non ha mai fatto mistero del fatto che è il suo calciatore preferito…

“Mi ha fatto piacere, e sono tutt’oggi in contatto con Thohir. Chiaramente lui ha espresso la stima per il mio essere un lottatore, ma l’Inter poi ha avuto giocatori molto ma molto più forti di me che ne hanno fatto la storia”.

Lascia il calcio giocato a 32 anni dopo 314 presenze e 84 reti in partite ufficiali. Forse un rammarico sono i tanti (troppi) infortuni…

“Sono stati il grande buio della mia carriera. Infortuni arrivati in periodi clou, come quando ero all’Inter e Zoff mi aveva chiamato in Nazionale: era il mio momento, ma dopo i brutti infortuni che ci sono stati ho cominciato a far fatica anche fisicamente per quelle che erano le mie qualità fisiche più importanti”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lucas Leiva: “Il derby di Roma è speciale, spero vinca la Lazio. Immobile? Difficile trovargli un vice”

Published

on

 


Il giorno tanto atteso è arrivato. Oggi è il giorno del Derby. Alle 18:00, nella 13° giornata di Serie A, si affronteranno Roma e Lazio. Una partita che non ha bisogno di presentazioni, che va oltre la classifica ed il percorso fin qui svolto. La redazione di LazioPress.it, in vista della stracittadina, ha intervistato, in esclusiva, l’ex centrocampista della Lazio Lucas Leiva. Queste le sue parole sul derby, sulla squadra di Sarri e su uno dei grandi assenti di quest’oggi: Ciro Immobile.

Sei rimasti nei cuori di tutti i tifosi della Lazio. Cosa ti manca di più della Capitale e della Lazio?

“Io e la mia famiglia abbiamo passato cinque anni fenomenale a Roma. Abbiamo lasciato tanti amici. Mi manca la città ed i miei compagni, però sono contento di esser tornato nella mia squadra del cuore”.

Hai visto una crescita della Lazio in questo avvio di stagione? A quale obiettivo possono ambire i biancocelesti?

“La Lazio è cambiata tanto, con tanti giocatori nuovi, quindi hanno bisogno di tempo. La Lazio è una società che aspetta, quindi devono anche adattarsi all’ambiente. Speriamo che possano fare bene in campionato”.

Quale è il derby che hai nel cuore?

“I derby che ho vinto rimangono sempre nel cuore. Il derby di Roma sicuramente è speciale e spero tanto che la Lazio vinca un’altra volta”.

Nel tuo ruolo, Sarri ha scelto Cataldi.

“Cataldi sta crescendo tanto e sono contento perché è un ragazzo d’oro che lavora tanto e vive per la Lazio. Sarri ha voluto cambiare tanti giocatori, non vedo nessun problema.

Penso che potevo aiutare tanto ancora, però come ho detto, tornare in Brasile per aiutare la mia squadra del cuore, è stata la scelta giusta”.

Si ferma Immobile e la Lazio fa fatica a vincere. È fondamentale avere un suo vice?

“Immobile è un giocatore importante per come gioca la Lazio. E’ normale che fanno fatica a vincere senza di lui. Trovare un vice non è facile, anche perché deve accettare la panchina e sappiamo che Immobile vuole giocare tutte le partite”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW