Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Crudeli: “Il Milan è poco organizzato. La Lazio è tornata ad essere spettacolare! Keita? Per diventare grandi serve la testa”

francescadamato96@gmail.com'

Published

on

 


“Sono cresciuto professionalmente seguendo il Milan. Ho sempre fatto questo mestiere con grande trasporto magari rinunciando a qualcosa. Si dice che il giornalista-tifoso non sia obiettivo, ma io ho la convinzione di esserlo e magari più politico di quanto non lo sono chi non è tifoso”. Sono le parole con cui Tiziano Crudeli, giornalista e opinionista della trasmissione Diretta Studio, ha aperto la sua intervista fatta dalla redazione di LazioPress.it in vista del posticipo di Lunedì, Lazio-Milan.

Il Milan sta vivendo un momento di crisi. A cosa crede che sia dovuto questo calo della squadra rossonera?

“Una preparazione di gioco deficitaria. Non è concepibile che il Milan è reduce da quattro sconfitte, pur giocando quattro buone partite. Non riesce né a finalizzare né a concretizzare la manovra offensiva, pur avendo un giocatore come Bacca, che ha segnato, lo scorso campionato, 18 goal complessivi. Quest’anno ne ha segnati 8. Spesso e volentieri il colombiano è avulso alla manovra e allora bisogna creare all’interno della squadra un gioco e un organizzazione che sappia sfruttare le caratteristiche del colombiano. Credo che la colpa sia un po di tutti. Se i risultati non vengono, i responsabili sono: i giocatori, la società, che non ha messo a disposizione determinati rinforzi, e l’allenatore che non riesce ad ottenere dei risultati. Non ci deve essere la giustificazione del ‘ho giocato bene’. Bisogna vincere”.

Invece, la Lazio, dopo qualche distrazione, si è rialzata e ha ottenuto ottimi risultati. Di chi crede che sia il merito?

“La Lazio è la dimostrazione che ha un’organizzazione di squadra eccellente. Ha un allenatore che ha saputo dare e valorizzare l’organico che ha disposizione, nonostante non avesse delle esperienze, perché arrivato direttamente dal settore giovanile. Simone Inzaghi sta facendo non bene, benissimo. La Lazio è l’esempio lampante di come una struttura di gioco valorizzi determinati giocatori”.

Cosa pensa del comportamento di Keita? 

“Il carattere è fondamentale per riuscire ad arrivare ad alti livelli. Ancelotti nel suo libro ha scritto “Se non hai la testa, puoi avere le gambe e correre. Avere dei buoni requisiti, ma non vai lontano. Senza testa non vai da nessuna parte“. Io credo che anche per Keita valga la stessa cosa. Lui potenzialmente è un grande giocatore, ma i comportamenti possono fortemente condizionare la sua esplosione ad alti livelli”.

Quali crede che siano i punti di forza delle due squadre, e i giocatori che possono fare la differenza?

“Keita nella Lazio, e Suso nel Milan. Se sono lasciati a se stessi, però, non hanno un rendimento tale per poter incidere sul risultato finale. Bisogna metterli in condizioni di poter valorizzare al 100% le loro caratteristiche. La forza della Lazio è l’organizzazione di gioco che valorizza determinati giocatori. Il Milan ha un buon potenziale che non riesce a esprimere perché non ha preparazione di gioco efficiente”.

Che partita si aspetta nel Monday night di questa ventiquattresima giornata di campionato?

“Mi aspetto una buona partita. Il Milan pur perdendo ha giocato buone partite e la Lazio dopo qualche incidente di percorso è ritornata ad essere efficace e addirittura spettacolare”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lucas Leiva: “Il derby di Roma è speciale, spero vinca la Lazio. Immobile? Difficile trovargli un vice”

Published

on

 


Il giorno tanto atteso è arrivato. Oggi è il giorno del Derby. Alle 18:00, nella 13° giornata di Serie A, si affronteranno Roma e Lazio. Una partita che non ha bisogno di presentazioni, che va oltre la classifica ed il percorso fin qui svolto. La redazione di LazioPress.it, in vista della stracittadina, ha intervistato, in esclusiva, l’ex centrocampista della Lazio Lucas Leiva. Queste le sue parole sul derby, sulla squadra di Sarri e su uno dei grandi assenti di quest’oggi: Ciro Immobile.

Sei rimasti nei cuori di tutti i tifosi della Lazio. Cosa ti manca di più della Capitale e della Lazio?

“Io e la mia famiglia abbiamo passato cinque anni fenomenale a Roma. Abbiamo lasciato tanti amici. Mi manca la città ed i miei compagni, però sono contento di esser tornato nella mia squadra del cuore”.

Hai visto una crescita della Lazio in questo avvio di stagione? A quale obiettivo possono ambire i biancocelesti?

“La Lazio è cambiata tanto, con tanti giocatori nuovi, quindi hanno bisogno di tempo. La Lazio è una società che aspetta, quindi devono anche adattarsi all’ambiente. Speriamo che possano fare bene in campionato”.

Quale è il derby che hai nel cuore?

“I derby che ho vinto rimangono sempre nel cuore. Il derby di Roma sicuramente è speciale e spero tanto che la Lazio vinca un’altra volta”.

Nel tuo ruolo, Sarri ha scelto Cataldi.

“Cataldi sta crescendo tanto e sono contento perché è un ragazzo d’oro che lavora tanto e vive per la Lazio. Sarri ha voluto cambiare tanti giocatori, non vedo nessun problema.

Penso che potevo aiutare tanto ancora, però come ho detto, tornare in Brasile per aiutare la mia squadra del cuore, è stata la scelta giusta”.

Si ferma Immobile e la Lazio fa fatica a vincere. È fondamentale avere un suo vice?

“Immobile è un giocatore importante per come gioca la Lazio. E’ normale che fanno fatica a vincere senza di lui. Trovare un vice non è facile, anche perché deve accettare la panchina e sappiamo che Immobile vuole giocare tutte le partite”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW