Connect with us

Per Lei Combattiamo

ACCADDE OGGI | Mancini umilia Ancelotti, Lazio in finale di Coppa Italia |VIDEO

marco.cervino4@gmail.com'

Published

on

 


Il Milan Campione d’Europa, di Kakà, Shevchenko, Inzaghi. In molti tremerebbero, ma non la Lazio di Mancini. Forte e con personalità, bella da vedere. Insomma, uno spot per il calcio. Coppa Italia, semifinale di ritorno, all’andata i biancocelesti hanno ipotecato la qualificazione, 1-2 a San Siro. All’Olimpico si respira l’atmosfera delle grandi notti, in palio c’è la finale.

POKER E LA JUVE – 11 Febbraio 2004, esattamente 13 anni fa. Mancini deve fare a meno di Couto in difesa, out Giannichedda e Dabo a centrocampo. Ancelotti si presenta (forse) già rassegnato, tanti big in panchina in vista del campionato. Quasi come una testimonianza della presenza rossonera all’Olimpico, ci prova subito Shevchenko con un gran tiro dalla distanza, si supera Sereni che riesce a deviare la palla in angolo. Poi è un monologo Lazio. Strapotere tecnico e fisico, di gioco e di convinzione. Primi 15′ da incubo, prima Cesar e poi Liverani mettono in cassaforte la qualificazione. Il Milan non c’è, troppa Lazio per i rossoneri. La squadra di Ancelotti sembra priva della giusta concentrazione e cattiveria, e la Lazio colpisce ancora: traversone dalla sinistra di Favalli per Corradi che di petto appoggia a Fiore, 3-0. Biancocelesti indemoniati. Cross di Oddo, Costacurta non spazza e ancora Fiore firma il poker. Discorso praticamente chiuso. Milan sotto shock. Nel secondo tempo si attende solo il fischio finale. Succede poco: espulso Brocchi per proteste, Sereni mai impegnato mentre Abbiati evita in un paio di occasioni un passivo ancor più eclatante. Lezione di calcio della Lazio di Mancini al Milan di Ancelotti Campione d’Europa, e futuro Campione d’Italia. Lazio in finale, affronterà la Juventus…

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Formello

FORMELLO – Differenziato per Patric. Domani ancora doppia seduta

Published

on

 


Dopo la ripresa andata in scena questa mattina, il gruppo biancoceleste si è ritrovato a Formello nel pomeriggio, per la seconda seduta di giornata. Oltre all’assenza di Marcos Antonio, da segnalare il lavoro differenziato svolto da Patric. Dopo un riscaldamento caratterizzato da attivazione atletica ed esercizi sulla rapidità, è iniziato il lavoro tattico agli ordini i mister Sarri, con due formazioni in campo schierate con il 4-3-3. La seduta è terminata dopo una partita a campo ridotto, in cui si sono affrontati rossi e celesti. La squadra tornerà in campo domani per la seconda doppia seduta consecutiva.

Dopo i test andati in scena in questi giorni, il gruppo biancoceleste è tornato in campo a Formello questa mattina, per la prima delle due sedute di giornata. Oltre a Vecino e Milinkovic-Savic, che quest’oggi scenderanno in campo nell’ultima gara dei rispettivi gironi, l’unico assente è Marcos Antonio, alle prese con un problema influenzale. Dopo una prima fase di attivazione muscolare, il gruppo ha svolto un lavoro atletico, seguito da una lunga fase dedicata alle prove tattiche, in cui la squadra era divisa per reparti. Il gruppo biancoceleste tornerà a lavorare nel pomeriggio.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW