Connect with us

Extra Lazio

Il 14/02/2004 ci lasciava uno dei ciclisti italiani più forti e amati di sempre: il Pirata Marco Pantani | VIDEO

Published

on

 


13 anni fa moriva il Pirata Marco Pantani, uno dei ciclisti più forti di tutti i tempi, con la storica doppietta Giro + Tour nel 1998. La sua morte resta un mistero, oltre che una pugnalata per tutti gli appassionati di sport e in particolare di ciclismo. Il nostro ricordo non può che essere un in video documentario di Sky, “L’ultimo volo”, che trovate in fondo a questo articolo.

Marco Pantani ci lasciava 13 anni fa, ufficialmente per aver ingerito una pallina di coca mentre si trovava in un albergo a Rimini, non lontano dalla sua città natale, Cesena, nel giorno di San Valentino. Il mistero sulla sua morte resta fitto, le indagini iniziali furono molto superficiali e a poco a poco negli anni, grazie alla tenacia della madre Tonina e alle inchieste di Davide Dezan, sono emersi diversi dubbi sull’ipotesi di morte accidentale o addirittura di un suicidio: è probabile che invece Marco Pantani sia stato fatto fuori.

Ma il Pirata era già stato fatto fuori cinque anni prima, quando “morì” per la prima volta a Madonna di Campiglio: in un’analisi del sangue fu trovato un valore di ematocrito superiore di pochissimo rispetto al limite consentito e Pantani fu escluso dal Giro d’Italia 1999 che stava stravincendo. Renato Vallanzasca confessò in seguito che 5 giorni prima della tappa di Madonna di Campiglio gli fu consigliato di puntare sulla sconfitta finale di Pantani (“il Giro non lo vincerà sicuramente lui”). Lunga depressione, poi il ritorno ma mai ai livelli ai quali ci aveva abituato, fino alla tragica morte di 13 anni fa.

“Dalle Alpi francesi solcate da una tempesta, si leva solenne, al di là delle nuvole della fantasia, un dio dello sport: si chiama Marco, il nome forte di un evangelista. È andato lassù, in una bugiarda giornata di luglio, a predicare sulle montagne il mistero eterno dell’uomo ai confini della più spietata fatica. Eccolo, con i rivoli di forza vitale che gli restano addosso, nel suo ultimo gemito soave. È finita. Lo straordinario miscuglio di gioia e sofferenza che agita la sua anima produce una sorta di trasfigurazione nel volto di Pantani. C’è un senso profondamente drammatico nel suo trionfo. Ne ho viste tante in quasi mezzo secolo di sport, ma l’abbraccio di Marco con quel traguardo che gli sta davanti e che gli cambia la maglia e la vita, è un’immagine baciata dall’eternità” (Candido Cannavò). italiapost.it

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Extra Lazio

Premio Divulgazione Scientifica Dosi 2022, scelti i finalisti della 10° edizione: il 14 dicembre la cerimonia all’Aula Convegni del CnR

Published

on

 


Divulgare la cultura scientifica attraverso un concorso rivolto alle migliori produzioni editoriali. E’ questo, come ogni anno, l’obiettivo del Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica – Giancarlo Dosi. Un appuntamento fisso dal 2013, data del lancio della manifestazione, che dal 2017 è dedicata alla memoria del suo fondatore e ideatore, Giancarlo Dosi, e che continua a registrare centinaia di candidature di autori e scrittori, tra ricercatori, docenti, giornalisti, studiosi italiani e stranieri. L’edizione 2022, la decima, segna un traguardo storico per il Premio, organizzato dall’Associazione Italiana del Libro: la cerimonia finale si svolgerà in presenza, presso l’Aula Convegni del CNR di Roma, mercoledì 14 dicembre, a partire dalle ore 15.00 (diretta streaming sul sito ufficiale del Premio www.premiodivulgazionescientifica.it e sui canali YouTube e Facebook).

Cinque le aree scientifiche individuate: Scienze matematiche, fisiche e naturali, Scienze della vita e della salute, Scienze dell’Ingegneria e dell’Architettura, Scienze dell’uomo, storiche e letterarie, e Scienze giuridiche, economiche e sociali. Quindici gli autori rimasti in gara, che durante la cerimonia avranno a disposizione due minuti di tempo ciascuno per guadagnarsi il voto della giuria nazionale e del pubblico da remoto, e vincere il Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica 2022.
Durante la finale, tra gli altri, interverranno la Presidente del CNR, Maria Chiara Carrozza, il Responsabile External Relations, Sponsorships & Events di BPER Banca, Gilberto Borghi, e i membri del Comitato Scientifico del Premio, a partire dal Presidente, Giorgio De Rita, segretario generale del Censis.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW