Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Auguri Bianchi: “Un onore giocare nella Lazio. Inzaghi, Immobile e il derby: vi dico tutto”

marco.cervino4@gmail.com'

Published

on

 


Un addio sentito. Il Perugia nel cuore: “Grazie di tutto”. Un anno intenso, bello. Ambiente ideale: “Mi hanno trattato bene, con affetto. Ringrazio tutti. 23 presenze e 5 reti con il Grifo, tra cui quella doppietta in Coppa Italia contro il Carpi. Era in partenza, doveva lasciare Perugia. Poi doppietta e turno passato. Immenso Rolando. Ora una nuova sfida: “Ho ricevuto delle offerte, in Italia e all’estero. Mi sento bene fisicamente, aspetto il progetto che più mi soddisfa”, racconta Rolando Bianchi in esclusiva su LazioPress.it.

Carriera importante, piazze prestigiose. Gol? Tanti. Come le 18 reti con la Reggina. Ricordate? Meno 11 in classifica e salvezza. Impresa Bianchi. Cuore metà bergamasco e metà granata. Atalanta e Torino, tra l’avventura in Inghilterra al Manchester City e la Lazio. Rammarico: “Esperienza breve, peccato”. Ma positiva: “Sono stati mesi belli e intensi. La Lazio è una grande squadra, amo la città e i tifosi sono fantastici. Un onore poter giocare con questa maglia”. Pochi gol (4), un ricordo su tutti: “Il derby vinto negli ultimi minuti è stato incredibile!”. La Lazio, Bianchi ammette: “Sono un simpatizzante dei biancocelesti, la seguo sempre”.

Lazio-Milan, chance sprecata? “Assolutamente. La Lazio ha giocato una grande partita, sono due punti persi. Un elogio in particolare: Complimenti ad Inzaghi! Sta svolgendo un ottimo lavoro, la squadra gioca bene e diverte. La rosa è di qualità, soprattutto in attacco”. Da un 9 a un altro: Immobile? I numeri parlano per lui. E’ tra gli attaccanti italiani più forti, mi piace molto. Critiche? A Roma è normale, nella Lazio sono passati grandi campioni e non è facile convivere con le pressioni”. Un punto quello contro il Milan che lascia l’amaro in bocca, con l’Inter e l’Atalanta che hanno scavalcato i biancocelesti in classifica. “La Lazio può arrivare in Europa, deve continuare su questa strada”. Campionato e non solo. Coppa Italia, alle porte la doppia sfida con la Roma: “Saranno due partite belle e combattute. La Roma è forte – conclude Bianchi sempre su LazioPress.it – ma la Lazio può farcela. Lo spero”. Un solo derby giocato, vinto grazie anche al rigore procurato per il momentaneo 2-1. Oggi spegne 34 candeline, tanti auguri Rolando Bianchi: “Un saluto a tutti i laziali”. Stile, semplice.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lucas Leiva: “Il derby di Roma è speciale, spero vinca la Lazio. Immobile? Difficile trovargli un vice”

Published

on

 


Il giorno tanto atteso è arrivato. Oggi è il giorno del Derby. Alle 18:00, nella 13° giornata di Serie A, si affronteranno Roma e Lazio. Una partita che non ha bisogno di presentazioni, che va oltre la classifica ed il percorso fin qui svolto. La redazione di LazioPress.it, in vista della stracittadina, ha intervistato, in esclusiva, l’ex centrocampista della Lazio Lucas Leiva. Queste le sue parole sul derby, sulla squadra di Sarri e su uno dei grandi assenti di quest’oggi: Ciro Immobile.

Sei rimasti nei cuori di tutti i tifosi della Lazio. Cosa ti manca di più della Capitale e della Lazio?

“Io e la mia famiglia abbiamo passato cinque anni fenomenale a Roma. Abbiamo lasciato tanti amici. Mi manca la città ed i miei compagni, però sono contento di esser tornato nella mia squadra del cuore”.

Hai visto una crescita della Lazio in questo avvio di stagione? A quale obiettivo possono ambire i biancocelesti?

“La Lazio è cambiata tanto, con tanti giocatori nuovi, quindi hanno bisogno di tempo. La Lazio è una società che aspetta, quindi devono anche adattarsi all’ambiente. Speriamo che possano fare bene in campionato”.

Quale è il derby che hai nel cuore?

“I derby che ho vinto rimangono sempre nel cuore. Il derby di Roma sicuramente è speciale e spero tanto che la Lazio vinca un’altra volta”.

Nel tuo ruolo, Sarri ha scelto Cataldi.

“Cataldi sta crescendo tanto e sono contento perché è un ragazzo d’oro che lavora tanto e vive per la Lazio. Sarri ha voluto cambiare tanti giocatori, non vedo nessun problema.

Penso che potevo aiutare tanto ancora, però come ho detto, tornare in Brasile per aiutare la mia squadra del cuore, è stata la scelta giusta”.

Si ferma Immobile e la Lazio fa fatica a vincere. È fondamentale avere un suo vice?

“Immobile è un giocatore importante per come gioca la Lazio. E’ normale che fanno fatica a vincere senza di lui. Trovare un vice non è facile, anche perché deve accettare la panchina e sappiamo che Immobile vuole giocare tutte le partite”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW