Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Hubner: “Che duelli con Nesta e Stam! Immobile in crisi? Tornerà al gol, con Belotti è il futuro dell’Italia”

marco.cervino4@gmail.com'

Published

on

 


Occasione sprecata. La Lazio domina contro il Milan, crea molto ma non chiude la partita. Un pareggio che sa di sconfitta. Sotto accusa il tridente, Immobile su tutti. A segno solo 3 volte nelle ultime 13 giornate (12 le sue presenze), mentre nelle prime 11 aveva realizzato 9 gol. Grave l’errore prima del pari di Suso. “Sta attraversando un periodo negativo, ma ci sta nel corso di una stagione. E’ un ottimo attaccante, sta facendo bene. All’estero ha avuto difficoltà, ora è tornato quello di Torino”, racconta Dario Hubner in esclusiva su LazioPress.it.

 Il Tatanka, (anti)personaggio. ‘Senza grappa e sigarette sarebbe il più forte di tutti’, dichiarò Gino Corioni ai tempi di Brescia. Un simbolo, ancora oggi, di un calcio operaio, lui che andava a lavorare in fabbrica. Ma Dario è molto di più, è uno di quelli a cui non sono mai piaciuti i riflettori, uno di quelli che ha sempre preferito la quiete della famiglia ai flash dei fotografi. Ma senza rinunciare a sigarette e grappa. La rappresentazione di un calcio nostalgico: passione, tanto lavoro e voglia di arrivare. La A alla soglia dei 30 anni. Capocannoniere con 24 gol a Piacenza (2001-2002), come Trezeguet, più di Vieri, più di Shevchenko. Bomber di razza, vero nueve come pochi. Segna in ogni modo: di testa, su rigore, su punizione, di classe, di potenza. L’unico insieme a Igor Protti a diventare capocannoniere in Serie A, B e C.

Immobile in crisi? Hubner consiglia il numero 17 biancoceleste: Deve stare sereno, lavorare e giocare con la testa libera. Il gol arriverà, non è giusto pretendere da lui che faccia un gol a partita”. Ma dall’altra sponda del Tevere…“Dzeko sta facendo grandi cose, è ingeneroso confrontarlo con Immobile”. Paragoni, Dario ha l’esempio giusto: “Immobile è Immobile, punto. Niente paragoni. Ha buone qualità, mi piace. Insieme a Belotti è l’attaccante italiano più forte. Anche Ventura ci punta molto”. Poi uno sguardo sulla Lazio: Grande Inzaghi, sta svolgendo un ottimo lavoro. La squadra gioca bene, non ci sono fenomeni ma hanno voglia di vincere. Deve essere più concreta, con il Milan ha perso due punti. Empoli? Parte favorita, sarà una bella gara”. Dalla Lazio di oggi a quella del passato. Il Tatanka ammette: “Giocare a Roma era difficile, la Lazio aveva sempre grandi squadre. Campioni? Tanti, in ogni reparto. Ma da attaccante affrontare gente come Nesta, Stam, Mihajlovic non era semplice. Difensori davvero forti, impressionanti!. Tatanka (bisonte), soprannome dai tempi di Cesena. Ovunque è andato ha lasciato il segno, sempre nel cuore della gente. E gol, quelli non sono mai mancati (348 il bottino in carriera). Dario Hubner, l'(anti)personaggio, ma a modo suo.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lucas Leiva: “Il derby di Roma è speciale, spero vinca la Lazio. Immobile? Difficile trovargli un vice”

Published

on

 


Il giorno tanto atteso è arrivato. Oggi è il giorno del Derby. Alle 18:00, nella 13° giornata di Serie A, si affronteranno Roma e Lazio. Una partita che non ha bisogno di presentazioni, che va oltre la classifica ed il percorso fin qui svolto. La redazione di LazioPress.it, in vista della stracittadina, ha intervistato, in esclusiva, l’ex centrocampista della Lazio Lucas Leiva. Queste le sue parole sul derby, sulla squadra di Sarri e su uno dei grandi assenti di quest’oggi: Ciro Immobile.

Sei rimasti nei cuori di tutti i tifosi della Lazio. Cosa ti manca di più della Capitale e della Lazio?

“Io e la mia famiglia abbiamo passato cinque anni fenomenale a Roma. Abbiamo lasciato tanti amici. Mi manca la città ed i miei compagni, però sono contento di esser tornato nella mia squadra del cuore”.

Hai visto una crescita della Lazio in questo avvio di stagione? A quale obiettivo possono ambire i biancocelesti?

“La Lazio è cambiata tanto, con tanti giocatori nuovi, quindi hanno bisogno di tempo. La Lazio è una società che aspetta, quindi devono anche adattarsi all’ambiente. Speriamo che possano fare bene in campionato”.

Quale è il derby che hai nel cuore?

“I derby che ho vinto rimangono sempre nel cuore. Il derby di Roma sicuramente è speciale e spero tanto che la Lazio vinca un’altra volta”.

Nel tuo ruolo, Sarri ha scelto Cataldi.

“Cataldi sta crescendo tanto e sono contento perché è un ragazzo d’oro che lavora tanto e vive per la Lazio. Sarri ha voluto cambiare tanti giocatori, non vedo nessun problema.

Penso che potevo aiutare tanto ancora, però come ho detto, tornare in Brasile per aiutare la mia squadra del cuore, è stata la scelta giusta”.

Si ferma Immobile e la Lazio fa fatica a vincere. È fondamentale avere un suo vice?

“Immobile è un giocatore importante per come gioca la Lazio. E’ normale che fanno fatica a vincere senza di lui. Trovare un vice non è facile, anche perché deve accettare la panchina e sappiamo che Immobile vuole giocare tutte le partite”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW