Connect with us

Per Lei Combattiamo

FOCUS PRIMAVERA – Petro, duttilità e dedizione: così il difensore ha conquistato Bonatti

Published

on

 


Nella Lazio Primavera dei record è la forza del gruppo a farla da padrone. C’è però spazio anche per le individualità, per la crescita dei più giovani. Prendiamo Denis Petro, difensore classe ’99. Integrato alla Primavera durante la scorsa stagione, é diventato uno dei titolari del reparto arretrato di Bonatti. Nato il 17 giugno del 1999 in Slovacchia, primi calci all’età di sei anni, Petro é arrivato in Italia nell’estate 2015, in prova con gli Allievi allora guidati da Santoni. Poco tempo per convincere tutti, viene subito acquistato a titolo definitivo, prelevato dagli slovacchi del Partizan Bardejov dopo una breve parentesi in prestito all’ MFK Zemplin Michalovce.

Tre anni di contratto, un bell’attestato di fiducia per un classe ’99. Cresciuto come terzino sinistro, Petro fa della duttilità uno dei suoi punti di forza, tanto che con Bonatti sta giocando al centro della difesa insieme a Miceli (vista anche l’indisponibilità di Dovidio) e più raramente come esterno. Una crescita esponenziale la sua, culminata con l’ottima gara disputata contro la Sampdoria. Una costante spina nel fianco del blucerchiato e baby fratello di Keita, per fare un esempio. Ma, per dirla alla Bonatti, la strada é ancora lunga e va affrontata con l’umiltà che fino a oggi ha contraddistinto la sua Lazio Primavera.Velocità, duttilità e buone doti atletiche: così Petro ha conquistato non solo la Lazio ma anche la Nazionale slovacca, prima Under 16 e poi Under 17.

E il futuro? Sicuramente l’obiettivo di concludere al meglio la stagione con la Primavera, magari centrando l’obiettivo Final Eight in maniera diretta, decisamente fuori portata a inizio stagione. Poi probabilmente un altro anno in Primavera, costantemente monitorato da Inzaghi e dal suo staff. Denis spera di avere la stessa opportunità dei vari Murgia, Prce, Rossi. Nel frattempo lavora a testa bassa agli ordini di Bonatti. Un ragazzo serio e con la testa sulle spalle, che nel tempo libero studia per il diploma. Senza dimenticare il nuoto, la seconda grande passione dopo la piscina. Niente cambi di sport però, il futuro di Petro ha al centro soltanto una palla rotonda.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

L’Italia batte l’Ungheria e si qualifica alle Finals di Nations League

Published

on

 


A Budapest gli Azzurri vincono contro la squadra allenata da Rossi e si aggiudica la qualificazione alle Finals di Nations League. L’Italia sblocca la partita nel primo tempo con Raspadori che sfrutta un errore della difesa ungherese. Nella ripresa Dimarco realizza la rete del 2-0 contro l’Ungheria.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW