Connect with us

Per Lei Combattiamo

FORMELLO – Inzaghi fra copertura e ripartenze: Wallace e Bastos con De Vrij. Keita parte dalla panchina

Published

on

 


Centottanta minuti durerà il derby di Coppa Italia. Inzaghi lo sa e prova a sfruttare le due partite che ha a disposizione. Per questo motivo sarà una Lazio abbottonata, una squadra che non dovrà concedere spazi ai giallorossi e ripartire in contropiede per pungere la difesa di Spalletti. Il tutto condito dall’atteggiamento mentale da mettere in campo, pensiero ribadito puù volte dal tecnico in conferenza stampa. Inzaghi ha chiesto concentrazione e cattiveria per non ripete gli errori commessi nella gara di andata in campionato. Rispetto alla partita con l’Udinese di domenica saranno sei i cambi fra squalifiche e decisione tattiche. Innanzitutto a variare sarà il modulo con il ritorno alla difesa a tre. Inzaghi rispolvera per cui Bastos, dopo averlo lasciato in naftalina, che si muoverà sul centro destra con l’obbligo di coprire quando Nainggolan parte largo. Al centro è insostituibile De Vrij, mentre sul centro sinistra è il turno di Wallace che si fa preferire a Hoedt. Il tecnico ha fiducia nel brasiliano che può sia constrastare Dzeko sul piano fisico che marcare Salah quando si avvicina in area di rigore. Davanti alla difesa si posizionerà Biglia che avrà il duplice compito di impostare la manovra e raddoppiare su Nainngolan quando si accentra. Ai lati dell’argentino confermati Parolo e il rientrante dal turno di riposo Milinkovic. Sulle corsie esterne si muoveranno Basta e Lukaku, gli unici superstiti disponibili sulle fasce laterali. Fondamentale poi sarà il lavoro di Felipe che potrà svariare sul fronte avanzato senza concedere punti di riferimento e offrire palloni a Ciro Immobile. Fra i pali non recupera Federico Marchetti, assente ancora dal campo, con Strakosha pronto al debutto in un derby. Un 3-5-1-1 insomma con Keita escluso eccellente. Il senegalese diventa in questo modo l’arma a disposizione di Inzaghi a partita in corso. Il tecnico quindi ha fatto le sue scelte, bisognerà aspettare solo il fischio di inizio per capire come risponderà la squadra.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

CorSera | Lazio, Immobile solo 6 gol ma da gennaio sarà l’arma in più

Published

on

 


Un’arma in più, forse perfino quella principale. Per rientrare, a fine campionato, fra le prime quattro, nella seconda parte della stagione Sarri potrà tornare a sfruttare Immobile. Il capitano della Lazio, dopo 15 giornate di campionato, è fermo a 6gol (in 5 hanno fatto meglio di lui). Mai, da quando è a Roma, aveva segnato così poco. Complici gli infortuni l’attaccante biancoceleste ha giocato solo 11 partite, ma in 2 di queste (Udinese e Monza) ha totalizzato appena 33 minuti. Rispetto ai suoi standard è stato poco presente e, di conseguenza, ha segnato meno. Come media realizzativa però non è affatto la sua peggiore stagione. In questa edizione della serie A Immobile ha segnato un gol ogni 136 minuti giocati. Nelle prime 15 del campionato 2016-17 aveva segnato 9 reti (quindi il 50% in più rispetto al 2022-23), ma, considerando il tempo trascorso in campo, aveva fatto peggio (una rete ogni 145 minuti). In tal senso, sempre considerando le prime 15 partite di serie A, l’annata migliore di Immobile è stata quella 2019- 20, quando era a quota 17 con una media di un centro ogni 70 minuti. Nel campionato in corso non ha potuto dare il contributo che solitamente garantisce, ma da gennaio tornerà finalmente riposato. Non vorrebbe chiudere il campionato con meno di 20 centri (da quando è a Roma gli è capitato solo nel 2018-19, quando si fermò a 15): servirebbero 14 reti nelle restanti 23 giornate. Non impossibile. «Nella classifica marcatori all time della serie A ci sono nomi importanti che hanno fatto la storia del calcio – ha detto a Sport Italia -. Sono scaramantico sui numeri, non li leggo tanto. Mi affido a quello che succede in campo e alla squadra che mi aiuta a scalare queste classifiche. Alla fine vedrò dove sarò arrivato». Il pensiero dunque c’è. E con Sarri che ha rivisto le proprie idee tattiche per permettere alla Lazio di cercare più la profondità esaltando così le caratteristiche di Immobile, Ciro può effettivamente continuare a scalare la classifica marcatori di tutti i tempi. «Non ho mai visto una perso- na avere più passione per il calcio di quella che ha il mister – ha spiegato Immobile -. Ha dedicato, dedica e dedicherà la sua vita al calcio». Un po’ come lui, che la dedica alla ricerca del gol. Per questo da gennaio Immobile può essere un’arma in più per Sarri. CorriereDellaSera/Elmar Bergonzini

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW