Connect with us

Per Lei Combattiamo

AVVERSARIO | Il Bologna di Donadoni, alla ricerca di una vittoria scaccia crisi

marco.cervino4@gmail.com'

Published

on

 


Esame di maturità. La Lazio è attesa dalla trasferta di Bologna dopo la vittoria nel derby, che mancava dal 26 maggio 2013. Giusto godersi il meritato successo contro la Roma, ma bisogna mantenere alta la concentrazione. Non sono ammessi passi falsi per la corsa all’Europa. Al Dall’Ara la truppa di Inzaghi troverà una squadra in crisi, arrabbiata per gli ultimi risultati.

MOMENTO DI FORMA – Il pareggio arrivato contro il Genoa nell’ultima giornata è la sintesi del periodo nero in casa rossoblù: in vantaggio grazie alla punizione di Viviani, poi una gara ordinata senza rischiare particolarmente in difesa, ma sprecando alcune chance per il raddoppio. Allo scadere del recupero la beffa, con Ntcham che trova l’angolino dove Mirante non può far nulla. Una vittoria solo sfiorata, ma un punto che ha ridato respiro e mosso la classifica dopo 4 sconfitte consecutive. Quattro ko che hanno minato le certezze della squadra, soprattutto per le dimensioni: la debacle pesante contro il Napoli (1-7), clamoroso l’1-0 contro il Milan in casa, con i rossoneri per gran parte del match in 9. Poi il 3-1 a Marassi con la Samp con gravi torti arbitrali, infine la sconfitta di misura con l’Inter, anche qui negato un rigore ai rossoblù. C’è da ripartire, la vittoria manca da troppo tempo (2-0 al Torino il 22 gennaio).

ATTACCO IN CRISI – E’ stato chiaro Donadoni dopo il pareggio con il Genoa: “La nostra non è certo una rosa di bomber e basta guardare il curriculum dei calciatori a disposizione, ma questo non deve essere una giustificazione e per questo dobbiamo solo pensare a lavorare per migliorare”. Solo 5 gol per Destro, frenato però da numerosi problemi fisici. Sorpresa Verdi nei primi due mesi di campionato, poi un lungo stop ed ora è alla ricerca della miglior condizione. Non ci sono valide alternative, Krejci è più un uomo assist che un finalizzatore. Capocannoniere? Dzemaili (6), decisivo lo svizzero soprattutto nel 2017. Sua la doppietta nell’ultima vittoria con il Torino.

PROBABILE FORMAZIONE – Donadoni deve rinunciare a Gastaldello e Torosidis, ma recupera Maietta per la panchina. Al suo posto Helander, bestia nera della Lazio con due gol sui tre totali in A. Ballottaggio Taider-Donsah, favorito l’algerino. (4-3-3) Mirante; Mbaye, Oikonomou, Helander, Masina; Taider, Viviani, Dzemaili; Versi, Destro, Krejci.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Serie A, una panchina sempre più vicina al cambio allenatore: ecco di chi si tratta

Published

on

 


La sconfitta casalinga di oggi contro il Monza potrebbe esser stata fatale: Marco Giampaolo è sempre più a rischio esonero, la sua panchina sembra ora destinata a saltare dopo la quarta sconfitta consecutiva in campionato della Sampdoria, quinta nelle ultime sei. Come riporta Gianlucadimarzio.com, la decisione sembra essere praticamente presa e, in caso di addio di Giampaolo, sono due le possibilità che si aprono, entrambi eventuali ritorni: Claudio Ranieri e Roberto D’Aversa, predecessore proprio dell’attuale allenatore della Sampdoria, ancora sotto contratto fino al 2024.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW