Connect with us

Per Lei Combattiamo

FOCUS – Lazio-Torino, la sfida nelle sfide. E quel tabù Olimpico per i granata

marco.cervino4@gmail.com'

Published

on

 


Niente appagamento post derby, questa Lazio non conosce limiti. E’ diventata matura, consapevole della propria forza. Una settimana perfetta: dall’Udinese al Bologna, passando per la lezione di calcio data alla Roma in Coppa Italia. La vittoria al Dall’Ara ha portato i biancocelesti al quarto posto in classifica, scavalcate Atalanta e Inter. Il Napoli, terzo, è distante appena quattro punti. Lecito sognare, la truppa di Inzaghi entusiasma per gioco e individualità. Ora all’Olimpico arriva il Torino del capocannoniere Belotti e dell’ex Mihajlovic. Una sfida nelle sfide.

COPPIA DA 38 GOL – Esaltante, il miglior Ciro di sempre. L’ha voluto Inzaghi, la sua unica richiesta alla società sul mercato. Ci ha creduto Inzaghi, gli ha dato piena fiducia costruendo su di lui la sua Lazio. E Ciro? Ha risposto con i gol: 16 in campionato, superando il Mito Klose, più due in Coppa Italia con quello alla Roma che tanto aspettava e voleva: “E’ stato un derby emozionante, è uno dei ricordi più belli della mia carriera. Segnare sotto la Curva Nord è stato bellissimo”. E’ il bomber della Lazio, vero trascinatore. Nel 2013-14 aveva segnato 13 gol dopo 27 giornate e finì con 22 reti, diventando capocannoniere. Quest’anno siamo già oltre, con 16 reti in 27 giornate. Numeri ancor più sorprendenti per Belotti: la tripletta contro il Palermo ha portato il Gallo a quota 22 centri superando Higuain e Dzeko nella classifica marcatori. In Nazionale la coppia funziona (6 gol in due tra Macedonia e Liechtenstein), dopo aver affinato l’intesa al Toro lo scorso anno. E Ventura sorride.

TRIDENTI PIU’ UNO – Felipe-Immobile-Keita da una parte, Iago Falque-Belotti-Ljalic dall’altra. Inzaghi e Mihajlovic hanno puntato forte su di loro, sfruttando al massimo le potenzialità di ognuno. Gol e assist, strappi decisivi, qualità nell’uno contro uno. 25 gol per il trio biancoceleste, 38 quello granata. Differenza sostanziale. Minimo il contributo di Felipe (2), gli manca ancora quella cattiveria e convinzione sotto porta. Ma nella Lazio è il collettivo, la squadra a fare la differenza: in campionato 51 reti per il Toro, 47 per i capitolini. Ma mentre Mihajlovic non rinuncia mai a quei tre, Inzaghi può pescare più carte dal mazzo. Come Lulic, vero equilibratore dei suoi. Utilizzato spesso nel tridente come a Bologna, decisivo con l’assist a Immobile per l’1-0, con Keita nel ruolo di spacca-partite nella ripresa. Chiedere all’Empoli e alla Roma.

INZAGHI VS MIHAJLOVIC – Dal campo alla panchina, amici e compagni di squadra nella Lazio più forte di sempre. Simone è la vera rivelazione della Serie A. Ha ribaltato i pronostici, dimostrando di non essere l’alternativa di nessuno. Ha conquistato il gruppo e ha ridato entusiasmo alla piazza, ma soprattutto vince le partite. Ha vinto un derby dopo quattro anni, e in campionato corre veloce verso l’Europa. Adesso sono 53 punti dopo 27 giornate, un risultato pari a quello della squadra del secondo scudetto a questo punto della stagione. Ora nel mirino c’è il Maestro. E’ la Lazio di Inzaghi: bella, giovane e forte. Sinisa ne ha fatta di gavetta: dal Bologna al Milan, fino alla panchina della Serbia. Da allenatore ha affrontato 11 volte la Lazio: ha vinto solo due partite, pareggiate altrettante, perse le altre sette. La scorsa estate, e non solo, il suo nome era tra i più papabili per la panchina della Lazio. Forse in futuro, chissà. Il Torino non vince all’Olimpico contro i biancocelesti addirittura dal 1993, quando Silenzi e l’ex Gregucci ribaltarono il risultato dopo il vantaggio di Boksic. Troppo tempo. All’andata un 2-2 spettacolare, lunedì sera ci sarà da divertirsi.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Lazio Women

SERIE B | Chievo Verona Women-Lazio Women: la designazione arbitrale

Published

on

 


La 10ª giornata di Serie B Chievo Verona WomenLazio Women, in programma domenica 4 dicembre 2022 alle ore 14:30 allo Stadio Olivieri di Verona, sarà diretta dal signor Matteo Santinelli della sezione di Bergamo, coadiuvato dagli assistenti Lorenzo Riganò e Usman Ghani Arshad.

Come riportato dal sito dell’AIA 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW