Connect with us

Per Lei Combattiamo

Pecci: “La Lazio ha trovato un equilibrio che il Toro non ha. Amo il modo di giocare di Biglia”

Published

on

 


L’ex granata Eraldo Pecci è intervenuto sugli 88.100 di Elle Radio nella trasmissione Laziali On Air per parlare della sfida che andrà in scena stasera tra la Lazio e il Torino.

Che partita sarà Lazio-Torino? “Mi aspetto una Lazio che avrà dalla sua i favori del pronostico. I biancazzurri se vincono avranno fatto solo il loro dovere e queste di solito sono situazioni insidiose. La Lazio però ha trovato un equilibrio che il Toro non ha, con i granata troppo altalenanti”.

Oltre alla sfida nella sfida tra Belotti ed Immobile, anche a centrocampo lo scontro sarà acceso: “Le punte sono quelle che di solito più risaltano agli occhi, ma è avere un centrocampo forte che permette a una squadra di essere vincente. Credo che il problema principale del Torino sia non aver ancora trovato le giuste misure tra la difesa e la mediana, lasciando spazi in cui gli attaccanti avversari possono inserirsi facilmente. E’ bello comunque vedere attaccanti italiani, anche in ottica Nazionale, prendersi la scena con questa brillantezza”.

Tra Biglia, Milinkovic-Savic e Parolo chi predilige? “La differenza la fa Parolo perché vede più la porta, ma personalmente preferisco Biglia perché amo molto il suo modo di giocare. In generale a centrocampo mi piacciono i giocatori che sanno assistere i compagni di squadra”.

Su Simone Inzaghi: “L’anno scorso si è messo in gioco in prima squadra con spirito di servizio, poi ha saputo essere protagonista con il suo lavoro e con la capacità di gestire il gruppo silenziosamente, senza clamore. Al di là dei risultati la Lazio è una squadra affidabile, equilibrata e con dei valori evidenti”.

Keita probabilmente partirà dalla panchina anche stasera: meriterebbe qualche chance in più dal primo minuto? “Ci sono dei giocatori che possono rispondere meglio a partita iniziata, sicuramente gli allenatori conoscono i motivi di queste scelte. Sono calciatori che pur sfoderando spesso la giocata vincente lo fanno spesso a corrente alternata: gli allenatori non sono stupidi e sanno come valorizzare al meglio gli elementi a loro disposizione”.

La giornata di campionato ha portato tante polemiche arbitrali: le gerarchie e le valutazioni nella corsa all’Europa si stanno definendo? “L’Inter contro l’Atalanta ha fatto una grande impressione, ma non sempre è riuscita ad esprimere il suo grande potenziale. Al momento i nerazzurri credo debbano accontentarsi dell’Europa League, pur riconoscendone i grandi margini di crescita. Il campionato al momento non ha grandissima qualità, la situazione è equilibrata ai piani alti”.

In Coppa Italia quale potrebbe essere la finale, considerando che nel ritorno delle semifinali si tenteranno due rimonte importanti sia a Napoli sia a Roma? “La piazza e il pubblico non giocano e rimontare due gol è sempre difficile: credo che al momento chi parte in vantaggio ha il settanta per cento di possibilità di qualificazione alla finale, contro il trenta delle avversarie”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

TMW | Lazio, Immobile oggi ci prova. Senza di lui in campionato solo 6 vittorie su 20 gare

Published

on

 


Ieri sera, dopo l’impegno con l’Adidas e la presentazione al Vaticano della Partita della pace, Immobile si è sottoposto alla risonanza decisiva al bicipite femorale della coscia destra, dove prima di Italia-Inghilterra si era formato un edema. L’esito è stato confortevole, le speranze sono aumentate tanto che oggi è atteso addirittura in campo: forzerà, ma non troppo.

Inutile dire quanto Sarri speri nel recupero del proprio capitano, i numeri testimoniano il motivo. Senza Ciro, i numeri della Lazio registrano una flessione. Considerando tutte le competizioni, il centravanti azzurro ha saltato 33 partite dal 2016: 13 sconfitte, 10 pareggi, 10 vittorie il bilancio, che diventa più negativo se si tiene conto solo della Serie A (20 assenze, solo 6 vittorie).

Ma a Formello vogliono andarci con i piedi di piombo. L’idea è non rischiare Immobile nella prima gara di un lungo tour de force che porterà al mondiale (12 partite in poco più di un mese). Se non dovesse farcela, ecco Pedro o Felipe Anderson come finti centravanti, con Cancellieri pronto a subentrare. Ciro però non molla, come ha sempre fatto.

Tuttomercatoweb.com.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW