Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Colucci: “Lazio, grazie di tutto. Inzaghi fantastico, Keita deve restare! Tare? I risultati parlano per lui”

marco.cervino4@gmail.com'

Published

on

 


Non smette più di stupire la Lazio di Inzaghi. Quarta vittoria consecutiva in campionato, in mezzo il derby in Coppa Italia. Battuto il Torino, al termine di una gara sofferta ma vinta con grande merito. In gol Immobile, Keita e Felipe. Che bellezza questa Lazio. Decisivo Keita con la rete del 2-1 (dopo il pari di Maxi Lopez). Una prodezza quella del senegalese, ancora protagonista subentrando dalla panchina: Keita è fortissimo! Ma il vero Keita dobbiamo ancora vederlo. E’ un grande talento, sarebbe un vero peccato se dovesse partite. Bisogna rinnovargli il contratto assolutamente”, racconta Leonardo Colucci in esclusiva su LazioPress.it. Ottavo gol in campionato per Keita, 17 per bomber Immobile: “La Lazio ha un grande attacco. Immobile sta facendo grandi cose ed è tornato al gol anche Felipe Anderson. In campo aperto questo tridente è devastante! L’abbiamo visto ieri sera contro il Torino”.

Dai dilettanti alla Lazio, la favola di Leonardo: “In un anno mezzo sono passato dai dilettanti alla Serie A con la Lazio. Sono cose che accadano raramente nel calcio. E’ stato un anno positivo, un’esperienza fantastica. Grazie Lazio. Solo due presenze in biancoceleste, ma nell’ultima giornata realizzò il gol vittoria contro il Brescia, decisivo per il secondo posto in classifica. “Un ricordo bellissimo, ho giocato in una Lazio davvero forte. C’erano tanti campioni: Signori, Nesta, Favalli, Negro, Di Vaio. La lista è lunga (ride ndr.). Peppe Signori, ancora insieme a Bologna per tre anni: Un grande campione!. Dal 2002 al 2006 con la maglia rossoblù, due stagioni insieme a Igli Tare: “Un attaccante importante. Ricordo che Mazzone ci diceva sempre di giocare su di lui, vista la sua stazza, quando avevamo difficoltà nel giocare la palla”. L’amico Igli, ora direttore sportivo della Lazio: “I risultati parlano per lui. Ha fatto cose importanti, portando tanti giocatori di qualità che si sono messi in mostra anche nei top club”. 

Uno degli ultimi colpi di Tare è certamente Milinkovic-Savic: “Ha fisicità e qualità, è un centrocampista di livello”. La Lazio è la sorpresa del campionato, soprattutto dopo le vicissitudini estive. Un artefice su tutti: Inzaghi è eccezionale. Sta svolgendo un lavoro incredibile, spazzando via tutto lo scetticismo iniziale. La squadra gioca un grande calcio, vince e diverte”. Quarto posto, obiettivo Europa League ma senza rinunciare al sogno (forse neanche troppo) Champions. Dopo il Torino, ecco il Cagliari. Un anno in Sardegna per Colucci, dal 2006 al 2007: “Sono stato bene al Cagliari, disputammo un buon campionato. Rastelli come Inzaghi merita degli applausi, non era facile da neopromossa fare così bene”. Che sfida sarà? “La Lazio è in un grande momento. Inzaghi è preparatissimo tatticamente, studia con attenzione gli avversari e come metterli in difficoltà. Il Cagliari è una squadra organizzata e con un buon potenziale offensivo. In casa sono temibili, la tifoseria è calda e si fa sentire. Sarà una partita bellissima, vincerà chi farà più attenzione ai particolari”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lazio-Verona, l’ex Teodorani: “Divario evidente tra le squadre. Biancocelesti favoriti”

Published

on

 


Domenica sarà LazioHellas Verona. Mentre l’Olimpico si prepara ad attendere la sfida, Carlo Teodorani è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Laziopress per parlare del match che vedrà impegnati in casa i biancocelesti. Queste le parole dell’ex giocatore dell’Hellas Verona, che ha ricoperto il ruolo di difensore nelle stagioni 2001-2005 e 2005-2007.

Come arrivano Lazio e Verona alla sfida di domenica?
Il Verona scenderà in campo con un atteggiamento positivo, ma il divario tra le due squadre è evidente. Sicuramente, tra le due, vedo la Lazio favorita”.

Su cosa dovranno puntare gli uomini di Cioffi per mettere in difficoltà la Lazio?
Il Verona ha una buona fase difensiva, per mettere in difficoltà la Lazio dovrà cercare di puntare sui soliti 3-4 giocatori determinanti, capaci nelle ripartenze”.

Quest’anno l’Hellas ha puntato molto sui giovani. Finora chi ti ha colpito di più della rosa?
È ancora molto presto per dirlo. Il rendimento è stato sempre molto altalenante in queste partite e penso che i giovani abbiano ancora bisogno di tempo. Aver deciso di puntare sui millennials è sicuramente una scelta ponderata, frutto di un progetto a lungo termine”.

Dalla polemica sulla classe arbitrale alle ultime vicende che hanno visto protagonista Ciro Immobile. Un tuo commento.
Purtroppo queste vicende fanno parte del calcio. Immobile è una persona intelligente e in grado di affrontare questi episodi”.

Pronostico Lazio-Hellas Verona?
Penso che sarà una partita con molti gol, visto il calibro degli attaccanti. Azzardo un 3-1”. 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW