Connect with us

Per Lei Combattiamo

Repubblica | Frongia: “Sto trattando con Lotito, ma più che del Flaminio abbiamo parlato di Olympia”

Published

on

 


Ieri la planimetria del nuovo progetto, domani l’incontro tra la sindaca Virginia Raggi e il presidente giallorosso James Pallotta. Lunedì, infine, un’ultima riunione tecnica con i rendering da mostrare poi ai consiglieri M5S. La road map che porterà alla modifica della delibera con cui in era Marino era stato dichiarato di pubblica utilità il nuovo stadio della Roma procede a tappe serrate. Il tempo, infatti, stringe. Soprattutto se l’obiettivo è quello di evitare una seconda conferenza dei servizi su Tor di Valle. «La direzione, però, è quella giusta», spiegano dal Campidoglio. Già, perché ieri pomeriggio i proponenti (As Roma e Parsitalia al vertice convocato al dipartimento Urbanistica erano rappresentati da Simone Contasta) hanno mostrato i primi bozzetti al neoassessore Luca Montuori, alla collega Linda Meleo, al dg del Comune Franco Giampaoletti e all’architetto Alberto Sasso. Le cubature sono state tagliate del 48 per cento, come richiesto dalla giunta Raggi. Ecco, poi, le 18 palazzine ad alta performance energetica, un sistema di viabilità a misura di pedone e una leggera revisione dei parcheggi. Lo stadio, nonostante il vincolo sull’ippodromo, è invece ancora al suo posto. Carte alla mano, il Campidoglio dovrà iniziare a fare la sua parte. Gli uffici dovranno ricalcolare gli oneri a carico dei privati. E la nuova delibera dovrà redistribuirli sulle opere pubbliche — dal potenziamento della Roma-Lido ai ponti per auto e pedoni — che accompagneranno l’arena giallorossa e il business park alla periferia Sud di Roma. A quel punto, solo dopo il voto in aula Giulio Cesare, il progetto approderà in conferenza dei servizi. «Gli uffici procedono veloci e l’iter sta andando avanti», ha assicurato ieri in Comune, subito dopo il seminario “L’etichetta trasparente a tutela dell’ambiente e dei consumatori”, l’assessore allo Sport Daniele Frongia. Per poi rispondere ad alcune domande. La maggioranza, però, non sembra compatta. Donatella Iorio, su Facebook, partecipa al gruppo “Berdini era il nostro assessore” e Cristina Grancio sul suo profilo ha la foto dell’ippodromo. «Grazie a Dio c’è la consigliera Iorio che ha sopperito alle assenze e alle carenze di Berdini. Il gruppo è compatto, lo sarà anche sullo stadio. Più dei social, conta il voto in aula». L’ex assessore vi accusa di non avere cultura politica. Vuole rispondere? «In giunta non abbiamo mai visto suoi atti, ma solo interviste. Ma ora andiamo avanti». Con la novità Montuori. Sarà l’unica? «Per ora siamo in formazione tipo, pensiamo a lavorare su nuovi provvedimenti» Tra questi ci sarà anche il contratto dell’avvocato Luca Lanzalone? «Non è una delle questioni di cui si deve occupare il mio assessorato».

Lo è, invece, lo stadio della Lazio. Incontrerete il presidente Claudio Lotito? «L’ho sentito ieri (lunedì, ndr). C’è stato un breve colloquio, ma non sullo stadio o sul Flaminio. Abbiamo parlato delle polemiche degli animalisti sull’uso dell’aquila Olympia prima dei match». In serata, però, è arrivato il blitz di Vittorio Sgarbi: «Ho parlato con Lotito — ha spiegato il critico a Radio Incontro Olympia — e mi ha detto che in cambio della possibilità di edificare sui suoi terreni sulla Tiberina potrebbe accettare il Flaminio».

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Massimo Maestrelli e la Curva intitolata a papà Tommaso: “Chiamale se vuoi… Emozioni” | FOTO

Published

on

 


Oltre al successo della Lazio contro lo Spezia per 4-0, la giornata di ieri è entrata di diritto nella storia biancoceleste. Prima del match contro i liguri, è stata intitolata ufficialmente la Curva Sud a Tommaso Maestrelli, allenatore della Lazio vincitrice del primo Scudetto. Al taglio del nastro, oltre al Presidente della Lazio Claudio Lotito, era presente anche il figlio di Tommaso, Massimo Maestrelli, che ha ricevuto un targa commemorativa.

Questa mattina, lo stesso Massimo, ha ricordato la giornata di ieri attraverso Instagram. L’immagine pubblicata è accompagnata dal messaggio in ricordo di papà Tommaso: “E chiamale se vuoi… Emozioni, Babbo”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Max (@max_mauri)

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW