Connect with us

Per Lei Combattiamo

Botta e risposta tra Diaconale e Sgarbi: “Flaminio? No, la Lazio vuole costruire a Roma Nord”

Published

on

 


Dalle parti di Formello si continua ad affrontare la questione stadio. Dopo le dichiarazioni dei giorni scorsi sul nuovo impianto biancoceleste, oggi c’è stat un confronto diretto, ai microfoni di ‘Radio Incontro Olympia’, tra Vittorio Sgarbi e Arturo Diaconale. Ecco le loro dichiarazioni:

SGARBI“C’è bisogno di fare un po’ d’ordine, probabilmente c’è stata una sorta di incomprensione. Io ho suggerito a Lotito di prendersi in carico la ristrutturazione del Flaminio, in cambio dei permessi per rendere edificabile l’area da lui individuata sulla Tiberina. Ieri mi sembrava disponibile a prendere in considerazione questa ipotesi, come una sorta di baratto lecito e alla luce del sole. Lui non vuole farlo al Flaminio, ma a Roma Nord, io invece ho interesse perché lo stadio Flaminio sia restaurato”.



DIACONALE – “La Lazio vuole costruire il suo stadio a Roma Nord, sulla Tiberina, ma se ci saranno altre possibilità verranno valutate.  Il problema è che intorno al Flaminio è stato alimentato un sogno irrealizzabile. Io sono un realista. Probabilmente Sgarbi, che è una persona che stimo e considero un amico ha frainteso. Il nostro obiettivo é di costruire il nostro stadio in contemporanea a quello della Roma, ma se nascesse prima quello della Lazio, naturalmente ne sarei molto felice. Comunque, visto il suo interesse per i colori biancocelesti, invito Sgarbi a venire alla prossima partita casalinga della Lazio all’Olimpico. Marchetti ha avuto dei problemi al ginocchio che lo hanno un po’ tormentato. E’ solo un problema fisico. Queste cose che girano su presunte malattie, o motivi di altro genere, sono solo delle cattiverie che tendono a ferire le persone. Nel momento in cui avrà risolto i problemi fisici, rientrerà in gruppo sicuramente e sarà pronto a difendere nuovamente i pali biancocelesti, così come ha detto lo stesso Inzaghi”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Massimo Maestrelli e la Curva intitolata a papà Tommaso: “Chiamale se vuoi… Emozioni” | FOTO

Published

on

 


Oltre al successo della Lazio contro lo Spezia per 4-0, la giornata di ieri è entrata di diritto nella storia biancoceleste. Prima del match contro i liguri, è stata intitolata ufficialmente la Curva Sud a Tommaso Maestrelli, allenatore della Lazio vincitrice del primo Scudetto. Al taglio del nastro, oltre al Presidente della Lazio Claudio Lotito, era presente anche il figlio di Tommaso, Massimo Maestrelli, che ha ricevuto un targa commemorativa.

Questa mattina, lo stesso Massimo, ha ricordato la giornata di ieri attraverso Instagram. L’immagine pubblicata è accompagnata dal messaggio in ricordo di papà Tommaso: “E chiamale se vuoi… Emozioni, Babbo”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Max (@max_mauri)

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW