Connect with us

Per Lei Combattiamo

Rastelli: “Inzaghi dai numeri importanti, sappiamo di affrontare un’ottima squadra. Borriello non convocato”

chiaraluce_paola@libero.it'

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

L’allenatore del Cagliari, Massimo Rastelli, si è presentato questo pomeriggio davanti ai giornalisti per la consueta conferenza stampa di vigilia di Cagliari-Lazio in programma domani allo stadio “S. Elia”  (ore 15.00). Queste le parole del tecnico rossoblù:

Su Borriello e sugli infortunati: “Marco Borriello non è convocato, anche Barella ha avuto un piccolo problema ed è in forse. Abbiamo richiamato Han perchè non abbiamo fatto in tempo a recuperarlo: ci siamo premuniti richiamando il ragazzo, magari potrà risultarci prezioso in caso di bisogno. Non sappiamo le percentuali di possibilità di recuperare Barella, aspettiamo gli accertamenti che farà più tardi. Ma il suo recupero non ha niente a che vedere sulla scelta del terzino sinistro”.

Sul campionato e sulla partita contro la Lazio: “Le grandi squadre stanno facendo man bassa di punti: c’è enorme differenza tra le prime 5-6 e le altre. Domani mi aspetto una gara sulla falsariga della partita contro la Fiorentina: aperta, dov è sottile la linea che separa la vittoria dalla sconfitta. Cercheremo di mettere la Lazio in difficoltà, giocandoci le nostre chance per vincere. Cercheremo di tenere la gara in equilibrio. Conosciamo le qualità della Lazio, non c’è molto di nuovo da sapere. Siamo pronti a dare tutto”.

Ancora sulla partita contro la Lazio: “Sappiamo di affrontare un’ottima squadra, che lotta su ogni pallone e con grandi individualità: la Lazio è la squadra che ha vinto più contrasti in serie A, è sempre sul pezzo ed è una squadra molto fisica. Come colpire la difesa della Lazio? Con le armi che avremo a disposizione, con le caratteristiche di chi andrà in campo, giocando palla a terra perchè sul gioco aereo potremmo avere molte difficoltà vista l’assenza di Borriello. Come fatto in tantissime gare, dovremo giocare palla a terra e in velocità, cercando di sorprenderli”.

Su Inzaghi: “Ringrazio Simone Inzaghi e ricambio i complimenti. Contro lo scetticismo ha dimostrato di essere un ottimo allenatore, dai numeri importanti. Mi fa piacere per lui. Abbiamo condiviso momenti belli a Piacenza: gli ho fatto fare tanti gol, e me l’ha sempre riconosciuto. Poi lui ha spiccato il volo per una carriera importante, da calciatore e da allenatore”.

Sul suo Cagliari: “I ragazzi stanno lavorando molto bene ogni settimana. Da parte mia è importante tenerli motivati: affrontiamo ogni gara per ottenere il massimo. Vogliamo sempre vincere. Le dieci partite che mancano alla fine sono tante: cerchiamo di guadagnare più punti possibili per chiudere l’annata non solo con la salvezza ma anche con un buon bottino. Dovremmo lavorare tanto duramente, come facciamo da mesi. Non riusciamo ad essere ermetici come vorremmo, e come meriterebbero i ragazzi per l’applicazione che mettono in campo. In serie A è così: quando concedi qualcosa ti puniscono. Io conosco solo il lavoro: bisogna migliorarsi senza piangersi addosso. Dobbiamo cercare di tenere la porta inviolata per almeno tre-quattro partite da qui alla fine”.

Su Farias: “E’ una delle soluzioni a disposizione. E’ stato tanto tempo fuori ed è rientrato da poche settimane, ma per l’atteggiamento che stiamo avendo in campo e per le partite in calendario non c’è stata la possibilità di impiegarlo. Per noi è sempre stato prezioso. E’ un giocatore che determina, in positivo”.

Su Sau: “Mi dispiace per Marco Sau perchè meriterebbe di fare gol per il numero ed il tipo di occasioni che crea, insieme allo spirito con cui affronta le partite. Non sbaglia un allenamento, ci tiene alla maglia e a fare bene. Forse su di lui c’è eccessiva pressione, che lo penalizza al momento di concretizzare. Magari domani un tiro da lontano lo colpirà e farà finalmente gol di carambola. A volte capitano questi momenti casuali, in positivo e in negativo”.

 

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Lazio, Evacuo: “Cancellieri giocatore molto forte con un futuro roseo davanti. Sarri esalta gli esterni, è un buon innesto”

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

L’ex calciatore biancoceleste Felice Evacuo è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel per parlare di Lazio. Più nello specifico, l’ex attaccante, si è soffermato sul nuovo arrivato Matteo Cancellieri, sul prossimo campionato di Serie A e su due singoli biancocelesti, Francesco Acerbi e Ciro Immobile. Queste le sue parole: “Cancellieri è un giocatore molto forte con un futuro roseo davanti. Sarà un banco importante di prova per lui. È un giovane di prospettiva, potrà affrontare al meglio questo salto della sua carriera.

Sarà importanti avere molte alternative in una stagione come la prossima, Sarri poi è un allenatore che esalta gli esterni e quindi Cancellieri è un buon innesto.

Acerbi ha dimostrato di essere un buon difensore, se la Lazio decidesse di trattenerlo non sbaglierebbe. I biancocelesti avranno tutte le carte in regole per giocarsela con le altre concorrenti, poi la Serie A è un campionato particolare.

Immobile è un calciatore che si mantiene sempre in ottima forma, fin quando sarà così farà la differenza nella Lazio”.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW