Connect with us

Per Lei Combattiamo

Lulic pensa alla sua carriera post-campo: riceve il patentino d’allenatore

Published

on

 


Diversi giocatori bosniaci hanno ricevuto il diploma UEFA-B per allenare le squadre dilettanti e giovanili: tra loro anche Dzeko e Lulic.

A trentuno anni, appena compiuti, non è ancora tempo di pensare a quando veranno appesi gli scarpini al chiodo. O forse sì? Nonostante nel calcio anni 2010 si ritiri ad età impensabili due decenni fa, per Edin Dzeko i pensieri post carriera sono ben lontani; nonostante si sia aperto per lui anche il mondo della panchina.

Insieme a Dzeko, all’aeroporto di Sarajevo, prima che la nazionale bosniaca si imbarcasse per Tirana, dove affronterà l’Albania di De Biasi in amichevole, hanno ricevuto il diploma anche il laziale Senad Lulic, oltre a Begovic, Visca, Ibisevic, Spahic e Cocalic.

Anche Send Lulic ha compiuto i trentuno anni in questo 2017 e nonostante un ruolo da titolare a Roma, alla pari di Dzeko, non si può non pensare al futuro: il centrocampista della Lazio potrebbe avere un futuro biancoceleste ad allenare i giovani, o in qualche altro ruolo dirigenziale, considerando quanto fatto nella finale di Coppa Italia contro i giallorossi.

Eventualmente, con il patentino UEFA-B, Lulic e Dzeko potrebbero già allenare il settore giovanile di Lazio e Roma, escludendo però la formazione primavera, oltre a tutte le leghe dalla Serie D in giù. Insomma, un bel modo di cominciare al futuro, nonostante questo appaia lontano almeno quattro stagioni.

SIa Lulic che Dzeko sono titolarissimi con le maglie di Lazio e Roma, e se il primo può giocare in diversi ruoli del modulo inzaghiano, il secondo è nella sua seconda miglior stagione realizzativa: con sei goal supererebbe anche il magico 2008/2009 col Wolfsburg, nel quale segnò 36 goal tra Bundesliga, Coppa di Germania e Coppa UEFA.

Primi passi per la panchina, ottima opzione una volta appesi gli scarpini al chiodo, per ora saldamente sul terreno. Goal.com 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Massimo Maestrelli e la Curva intitolata a papà Tommaso: “Chiamale se vuoi… Emozioni” | FOTO

Published

on

 


Oltre al successo della Lazio contro lo Spezia per 4-0, la giornata di ieri è entrata di diritto nella storia biancoceleste. Prima del match contro i liguri, è stata intitolata ufficialmente la Curva Sud a Tommaso Maestrelli, allenatore della Lazio vincitrice del primo Scudetto. Al taglio del nastro, oltre al Presidente della Lazio Claudio Lotito, era presente anche il figlio di Tommaso, Massimo Maestrelli, che ha ricevuto un targa commemorativa.

Questa mattina, lo stesso Massimo, ha ricordato la giornata di ieri attraverso Instagram. L’immagine pubblicata è accompagnata dal messaggio in ricordo di papà Tommaso: “E chiamale se vuoi… Emozioni, Babbo”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Max (@max_mauri)

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW