Connect with us

Per Lei Combattiamo

PAGELLE | Immobile da record e il talismano Lombardi. Male Radu e Lulic

Published

on

 


Strakosha 6 – Prova un’uscita inutile su Berardi colpendolo e causando il rigore che poi la punta  emiliana realizza. Per il resto trascorre un pomeriggio di calma ad eccezione di quel colpo di testa di Pellegrini su cui deve ringraziare il palo.

Patric 6,5 – Prova tignosa e assolutamente apprezzabile dello spagnolo. Contiene prima Berardi e poi Politano senza troppi affanni e nella ripresa si lancia spesso in affondi palla al piede.

De Vrij 6,5 – Subito lo svantaggio, si fa sorprendere da un lancio lungo che poteva costare l’immediato raddoppio con Defrel che calcia fuori. Unica sbavatura di una partita tranquilla in cui gestisce sia Defrel che Matri.

Hoedt 6 – La squadra si muove poco e Inzaghi gli chiede spesso dei cambi di gioco per provare a sorprendere il Sassuolo. Si arrabbia con Inzaghi per il cambio ma il tecnico lo toglie per una scelta tattica vista la velocità di Defrel.

Dal 58′ Lukaku 6,5 – L’azione del raddoppio parte dai suoi piedi. Entra giocando praticamente da ala aggiunta provando a servire qualche cross interessante per i compagni.

Radu 5 – La Lazio spinge molto sulla sua fascia nel primo tempo ma il rumeno sbaglia troppi appoggi. Pesa su di lui anche il vantaggio emiliano avendo tenuto in gioco Berardi che poi si procura il rigore. Nella ripresa Inzaghi lo sposta al centro per sfruttare la sua velocità su Defrel.

Parolo 5,5 – Gara opaca. Lo si nota poco in area di rigore del Sassuolo e questo è un demerito soprattutto per i tanti palloni che arrivavano dalla fasce. Da lui invece ci si aspettava una partita di maggiore spessore soprattutto non potendo giocare il derby di martedì.

Biglia 7 – Si mette davanti la difesa, alza il muro e non fa passare nessuna maglia neroverde.  I compagni non fanno molto movimento per cui diventa difficile costruire la manovra per l’argentino che prova a disegnare gemoetrie. Sfiora la rete nel primo tempo su punizione che però viene deviata in corner.

Milinkovic 6 – E’ l’unica variante di gioco che la Lazio ha quando la squadra non gira. Il serbo non compie una prestazione esaltante ma è sempre nel vivo del gioco provando più volte la conclusione.

Felipe Anderson 6 – Quando la Lazio è pericolosa, è sempre per iniziative del brasiliano però fa rabbia. Potrebbe vincere da solo una partita con le sue accelerazioni ma si limita troppe volte al compitino. Dell’Orco non è un avversario insormontabile, Felipe invece decide di fargli trascorrere una giornata di relativa tranquillità. Peccato perchè il pareggio è arrivato proprio da  una sua iniziativa.

Dal 79′ Lombardi 7 – Entra e recupera subito palla con tenacia prendendosi una punizione. Il vantaggio è merito suo con un cross insidioso rasoterra che trova impreparato Acerbi per il più classico degli autogol. Ringrazia così la società dopo il rinnovo contrattuale firmato in settimana.

Immobile 7 – Primo pallone in area lo incrocia per l’1-1, nemmeno due minuti e colpisce una traversa. E’ lui l’uomo più pericoloso anche se troppe volte si allarga sulla fascia allontanandosi dalla porta.

Lulic 5,5 – Prestazione sottotono del bosniaco che compie tanti errori al momento dell’ultimo passaggio. Fa sentire la mancanza delle sue sgaloppate che potevano creare superiorità numerica nel fronte offensivo e per questo Inzaghi lo richiama in panchina.

Dal 58′ Keita 6,5 – Entra quando la Lazio è alla ricerca del raddoppio che nasce proprio dai suoi piedi. Si muove su tutto il fronte avanzato cercando di scardinare la difesa neroverde. Stavolta non trova la rete ma la palla vincente per Lombardi.

 

All.: Inzaghi 7,5 – Contava vincere non la prestazione. Lo sapeva Simone anche se ha provato a non pensare alla Roma. La Lazio non ha brillato, la testa era altrove e si vedeva ma il tecnico vince la partita grazie ai cambi. Il raddoppio infatti nasce da Lukaku, Keita e Lombardi: esattamente le sostituzioni fatte. Chapeaux. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Europa League

FORMELLO – Con lo Sturm Graz reclamano spazio Vecino e Pedro, due cambi anche in difesa – FOTO&VIDEO

Published

on

 


Se in campionato la Lazio sta dando dimostrazione di crescita, in Europa League la sfida di domani sera contro lo Sturm Graz ha tanto il sapore di prova del nove. La convincente vittoria iniziale contro il Feyenoord e la clamorosa debacle contro il Midtylland obbligano i biancocelesti a dover indirizzare il proprio cammino europeo. Sarri prosegue con la sua idea di turnazione ridotta proprio a testimonianza di quanto crede nella competizione europea, verranno gestite le energie all’interno dei novanta minuti ma non ci saranno troppi cambi rispetto alla vittoria in campionato contro lo Spezia. In difesa sarà rilanciato Gila al fianco di Romagnoli con Hysaj e Marusic sulle corsie laterali davanti Provedel. L’albanese prende per cui il posto di Lazzari reduce dall’infortunio e quindi rientra fra i calciatori attenzionati in questo momento delicato viste le tante partite all’orizzonte. In mezzo al campo viaggiano verso la conferma Milinkovic e Cataldi con Luis Alberto che partirà dalla panchina lasciando la maglia da titolare ad uno fra Vecino e Basic, l’uruguaiano è favorito sul croato che sembra aver perso posizioni nelle gerarchie del centrocampo. Da non escludere la sorpresa Marcos Antonio. Davanti turno di riposo per Zaccagni con il rilancio di Pedro dal primo minuto nel tridente completato da Immobile e Felipe Anderson. Il capitano biancoceleste sta bene e vuole riscattare la brutta prestazione in terra danese e il rigore fallito con i liguri in campionato. Aggregato in prima squadra anche il giovane Marinacci, terzino sinistro della Primavera di Sanderra mentre non si è allenato con i compagni Bertini.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da LazioPress.it (@laziopress.it)

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW