Connect with us

Per Lei Combattiamo

Il Messaggero | Olimpico senza barriere e ultrà di nuovo in curva. Allerta per i tifosi stranieri

marco.cervino4@gmail.com'

Published

on

 


Tutto pronto per il derby vecchia maniera, stasera all’Olimpico alle 20,45. Il tifo organizzato giallorosso rimetterà piede dopo un anno e mezzo di sciopero e proteste nella Curva Sud dove sono state ormai completamente rimosse le barriere divisorie, la raccomandazione rimbalzata sui social è perentoria: «Ogni tifoso porti una bandiera o un vessillo e tanta voce per gridare». Torneranno le coreografie, quelle «che alcuni dei nostri giocatori – come ha ricordato mister Luciano Spalletti in conferenza stampa – non hanno ancora mai visto girandosi verso la Sud», ma tornerà anche l’incubo di scontri e guerriglie. Ieri sera i biglietti venduti erano 45mila circa (16mila sul fronte biancazzurro) e le previsioni portano a credere che alla fine saranno staccati 50mila tagliandi, mentre all’andata della semifinale di Coppa, il 1 marzo, sugli spalti c’erano appena 28mila spettatori. Massime le misure di sicurezza.

MILLE AGENTI E STEWARD – Un migliaio gli agenti schierati. Già da ieri sono iniziate le operazioni di bonifica fuori e dentro lo stadio, messo a punto il dispositivo che prevede l’individuazione e identificazione tramite le telecamere di qualunque sospetto che si aggiri nell’area dell’Olimpico; nei controlli saranno utilizzati i cani anti-sabotaggio, le pattuglie a cavallo di carabinieri e polizia, mentre già da giorni le orecchie di Digos e nucleo informativo sono ben aperte e pronte a captare qualsiasi segnale di pericolo. Dalle 18 di oggi saranno chiusi il Ponte Duca D’Aosta (in passato teatro di agguati e puncicate fra tifosi) e via dei Robilant e già dalle 13 partiranno le rimozioni dei veicoli lasciati nelle aree di parcheggio riservate. Quella tra via del Baiardo e viale di Tor di Quinto e quella di via della XVII Olimpiade, ai laziali; quelle di Cipro e Clodio ai romanisti. Super-presidiati o punti di ritrovo delle tifoserie, a Ponte Milvio (laziali) e al Ponte della Musica (giallorossi). Imponenti le operazioni di filtraggio e pre-filtraggio ai cancelli (apertura ore 18), anche i metal detector. Attenzione ai possibili movimenti dei supporter dell’Austria Vienna e dei polacchi del Wisla Cracovia gemellati con la Lazio, alcune decine dei quali sono date in arrivo nella Capitale e per i tedeschi del Werder Brema e del Lokomotive Lipsia gemellati con la Roma. Un esercito di almeno 800 steward sarà schierato sui gradoni.

DOPO IL TRAMONTO – L’allerta è alta non solo perché, appunto, il tifo dei grandi eventi ricomparirà compatto (la Curva Nord era già rientrata al derby di andata del campionato) ma anche perché si giocherà ancora una volta una stracittadina in notturna. Il tabù era caduto già nel match di andata Lazio – Roma, finito 2 a 0, ma era dall’8 aprile del 2013 che il derby non si disputava dopo il tramonto: allora già prima della partita c’erano stati 8 accoltellati e un intero quartiere, il Flaminio, fu atenuto sotto scacco dalle frange più violente del tifo.

L’ENDORSEMENT – L’altra notte, intanto, sono apparsi in due luoghi simbolo della Capitale, in via degli Annibaldi con sfondo il Colosseo, e lungo il Muro Torto, due striscioni di endorsement della galassia degli ultrà giallorossi al ministro dello Sport Luca Lotti (Lotti: Roma giallorossa ti ringrazia e L’intelligenza di un uomo abbatte tutte le barriere, i romanisti tutti con Luca Lotti), l’uomo che di fatto ha consentito col suo pressing di arrivare alla decisione: un’inversione di rotta totale rispetto alle prese di posizione del Viminale che, nell’estate del 2015, innalzò le vetrate alte 2,20 metri. Per incassare direttamente il plauso degli ultrà, Lotti stasera sarà allo stadio, lui che è vecchio amico di Spalletti (entrambi empolitani doc) e che tifa Milan.

APERTURA DI CREDITO – Ma per i tifosi la rimozione delle barriere non è una cambiale in bianco. Lo ha ribadito in più occasioni anche il neo-questore Guido Marino, che ieri ha presieduto il tavolo tecnico sulla sicurezza. «Sarà il comportamento dei tifosi a guidare il percorso di normalizzazione», ha ripetuto fin dall’insediamento. Solo qualche giorno fa il Capo della Polizia ed ex prefetto, Franco Gabrielli, commentava la retromarcia: «Ci attardiamo sulle barriere, ma poi vediamo cosa è avvenuto in Sardegna e in altre parti, dove gli stadi di calcio sono diventati luoghi da Far West».

Il Messaggero

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Il Messaggero| Immobile ci prova ancora

Published

on

 


foto Fraioli

Immobile sta bene, ha voglia di giocare, ma il mondo Lazio è in ansia. Si aspettano solo gli esami che possono evidenziare la presenza o meno di una lesione. Lui avrebbe giocato anche contro l’Inghilterra, ma non si possono prendere dei rischi prima di un tour de force come quello che aspetterà le squadre di Serie A e non solo fino alla lunga sosta dei Mondiali.

 

foto Fraioli

Casale rischia, inoltre, 20 giorni di stop a causa dell’infortunio che lo ha costretto a uscire al 57esimo contro la Cremonese. Il difensore, che era stato motivo di lite tra Tare e Sarri a gennaio, è arrivato per 7 milioni più bonus a luglio rimanendo però uno degli acquisti meno utilizzati. Insieme a lui anche Maximiano: l’estremo difensore pagato più di 10 milioni si è bruciato dopo soli 6 minuti alla prima giornata contro il Bologna. Lui si allena a Formello in questi giorni, ce la sta mettendo tutta per riscattarsi ma si vocifera di un suo trasferimento in prestito già da gennaio.

Il Messaggero

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW