Connect with us

Per Lei Combattiamo

Samp, Ferrero non è più presidente: il punto

Published

on

 


Massimo Ferrero non è più il presidente della Sampdoria. Mentre la squadra si gode il suo ottimo momento dopo la vittoria contro l’Inter, arriva la notizia che cambia così a sorpresa i piani societari del club. Nella giornata di ieri la FIGC ha comunicato allo stesso Ferrero la decadenza del suo incarico e così anche alla Lega Serie A. la decisione è dovuta al patteggiamento di una pena di un anno e 10 mesi per il fallimento della compagnia aerea Livingston (risalente al 2010 e appartenente all’epoca dei fatti alla Fg Holding proprio di Ferrero).

Ieri la notifica della FIGC –
L’articolo 22 delle Noif (le Norme organizzative interne federali) spiega che “non possono assumere la carica di dirigente di società o di associazione, e se già in carica decadono, coloro che siano stati o vengono condannati con sentenza passata in giudicato a pene detentive superiori a un anno”. Nonostante questo Ferrero rimane proprietario della Sampdoria, ma l’organigramma della società dovrà far figurare in questa figura un’altra persona. Il club blucerchiato, al momento, sostiene però che un patteggiamento non equivale a una condanna, tesi contraria al parere richiesto appositamente dalla Figc, dalla Corte Federale d’appello. Adesso è attesa la risposta dello stesso presidente o della società doriana, che nei mesi scorsi aveva contemplato la possibilità di contestare ancora l’interpretazione della Corte federale. Dopo le dovute verifiche, la Federazione gli ha notificato ieri l’avvenuta decadenza e ora la Sampdoria dovrà a sua volta rendere noto il nome di chi formalmente ricoprirà da questo momento la carica di presidente. sport.sky.it

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Il Tempo | I conti di Lotito tornano: perdita ridotta

Published

on

 


Stando al bilancio chiuso al 30 giugno 2022, si può notare come la Lazio sia una delle squadre più in salute del campionato italiano e non solo dal punto di vista dei risultati sportivi. I conti sono in rosso, ma il trend è positivo perché in negativo ci sono 17,42 milioni di euro, ma sono 7 in meno rispetto all’anno scorso.

Come sottolinea l’edizione odierna de Il Tempo, i soldi spesi sono stati ben 35,74 milioni, tutti nell’ultima campagna acquisti. Dalle 11 cessioni, invece, sono stati ricavati 14,22 milioni, andando poi a risparmiare 10,88 milioni sugli ingaggi. Anche i giocatori andati in prestito alleggeriscono il carico ingaggi, per la precisione si sono risparmiati 9,46 milioni. Il fatturato, però, si abbassa: da 164,74 dello scorso anno ai 135,25 di ora; ad incidere sono gli introiti derivati dalla Champions League. Le plusvalenze ammontano a 24,8 milioni e i diritti televisivi ne hanno fatti incassare 85,6. Infine, gli abbonamenti hanno portato altri 10,5 milioni di euro.

Foto Fraioli

Proprio ieri si è chiusa l’ultima fase della campagna abbonamenti, portando gli abbonati a 26.193. A Formello, nel frattempo, Sarri continua a lavorare senza gli otto nazionali: arrivano notizie incoraggianti da Patric, ma non da Casale. L’ex difensore del Verona ha accusato un fastidio all’adduttore e oggi dovrebbe sottoporsi ad accertamenti. Ancora assente Lazzari.

foto Fraioli


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW