Connect with us

Per Lei Combattiamo

Canigiani: “Per Lazio-Napoli ci saranno 30mila spettatori, per il finale di stagione…”

Published

on

 


Marco Canigiani, Responsabile Marketing Lazio: “Ieri la vendita dei tagliandi per la gara con il Napoli era partita alla grande, oggi mi aspettavo qualcosina di più essendoci più ore a disposizione rispetto al primo giorno. Comunque abbiamo raddoppiato il numero dei biglietti venduti ieri. Secondo me per una partita del genere, con una classifica così, non dovrebbero esserci meno di 50mila spettatori, però diciamo che ci riterremmo soddisfatti di sfondare il muro dei 30mila. Nessuno può negare che il supporto del pubblico abbia fatto la differenza nel derby, questo deve far capire quanto il tifoso possa aiutare la squadra. Anche i calciatori l’hanno sottolineato…”.
Prezzi e iniziative
I prezzi per il Napoli sono quelli di una normale partita, quando invece sarebbe da considerare come una sfida-top. Invece abbiamo tenuto i prezzi standard… A proposito di biglietti stiamo preparando una sorpresa per le ultime gare di campionato che potremmo comunicare nei prossimi giorni, forse anche domani. Stiamo definendo dei dettagli tecnici.
Fronte sponsor? 
Ci sono dialoghi in corso con un potenziale interessato. Ma siamo ancora alla fase dei dialoghi, vediamo che succede… E poi posso dire che stiamo lavorando fortemente su un qualcosa che farà piacere ai tifosi laziali, che è un negozio al centro di Roma. E’ un obiettivo che ci siamo posti, è anche un punto importante del contratto con Macron.
Finale Coppa Italia? 
L’organizzazione, naturalmente, spetta alla Lega Calcio. Credo che i criteri di divisione siano gli stessi dell’ultima finale con la Juve. Quindi alla Lazio spetteranno Curva Nord e Tribuna Tevere e ai bianconeri la Montemario e la Curva Sud”. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

TMW | Lazio, Milinkovic e il “giorno più importante della carriera”. Ed è tornato prima a Formello

Published

on

 


C’era un tempo, non molto lontano, in cui Milinkovic era profeta a Roma ma non in patria. Titolare inamovibile con la Lazio, idolo dei tifosi, ma alternativa (di lusso) con la Serbia. Adesso invece anche in nazionale si sono accorti che un giocatore così non solo non può stare in panchina, ma deve avere un ruolo centrale nell’ossatura della squadra. Bella scoperta, verrebbe da aggiungere. Così, ormai da un anno abbondante, non esce dal campo quando gioca la sua Serbia e nella prima partita di questa sosta contro la Svezia ha indossato anche la fascia al braccio. Per un calciatore, avere i gradi da capitano in rappresentanza del proprio paese è forse il riconoscimento massimo. “Il giorno più importante della mia carriera”, il commento del centrocampista serbo.

foto Fraioli

Anche la Lazio l’ha elogiato sui propri canali social e l’aspetta nelle prossime ore a Formello. Milinkovic infatti tornerà prima degli altri nazionali (senza considerare Immobile, già a Roma) perché era diffidato e nell’ultima partita ha preso il cartellino giallo contro la Svezia e salterà la gara contro la Norvegia. Una buona notizia per Sarri, che ha bisogno di Milinkovic nel lungo tour de force che aspetta la Lazio prima dei Mondiali. Che il Sergente giocherà con la Serbia. TuttoMercatoWeb\Riccardo Caponetti

fraioli


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW