Connect with us

Per Lei Combattiamo

Il Tempo | Obiettivo Europa: ecco i calendari a confronto

Published

on

 


Nessun dramma, l’obiettivo dichiarato a inizio stagione è a portata di mano. La Lazio ha bisogno di tornare in Europa, lo ha ribadito più volte anche la società, ma la Champions League al momento è soltanto un sogno proibito. La differenza con la squadra di Maurizio Sarri, per esempio, s’è vista nettamente domenica sera all’Olimpico, la banda Inzaghi non è ancora in grado di reggere tre impegni così duri nell’arco di una settimana (Sassuolo, Roma e Napoli). La panchina è corta, costruita in estate per lottare su due fronti (campionato e coppa Italia), adeguata quindi a tagliare il traguardo dell’Europa League. Servirà però massima concentrazione, la volata è appena iniziata, dietro Atalanta, Milan e Inter non molleranno facilmente. La classifica finale verrà stabilita dal calendario, i biancocelesti lontano dall’Olimpico dovranno affrontare Genoa, Roma, Fiorentina e Crotone (rientrato incredibilmente in lotta per la salvezza). In casa il cammino potrebbe (sulla carta) rivelarsi più semplice: Palermo, Sampdoria e Inter. Senza dimenticare che la Lazio è comunque in vantaggio sull’Atalanta negli scontri diretti (vittoria sia in trasferta che in casa) e che a giugno qualora vincesse la Coppa Italia con la Juventus entrerebbe di diritto in Europa League (senza preliminari).

I bergamaschi invece nelle ultime sette giornate affronteranno Roma, Udinese ed Empoli in trasferta; Bologna, Juventus, Milan e Chievo in casa. Percorso diverso per i nerazzurri dell’ex Pioli, impegnati al Meazza con Milan, Napoli, Sassuolo e Udinese; Fiorentina, Genoae lo scontro diretto proprio con Lazio fuori da San Siro. Da non trascurare il Milan, addirittura sopra ai cugini nerazzurri dopo il successo interno con il Palermo: gli uomini di Montella se la vedranno in casa con Empoli, Roma e Bologna, mentre in trasferta sfideranno Inter, Crotone, Atalanta e Cagliari. La Lazio cercherà di non scendere sotto il quinto posto, la sesta posizione infatti obbligherebbe la formazione di Inzaghi a presentarsi al terzo turno preliminare in programma a fine luglio e, poi, ai playoff di agosto (tra il 23 e il 25). A meno che i biancocelesti non vincano la Coppa Italia: a quel punto andrebbero direttamente ai gironi di Europa League, a precindere dalla classifica finale di campionato.

Da sabato in poi non si potrà più sbagliare, il passo falso con il Napoli va archiviato in fretta. La Lazio s’è fermata dopo 8 risultati utili consecutivi ottenuti in campionato, con 6 vittorie e 2 pareggi. Tra l’altro se non fosse arrivatala sconfitta con i partenopei, Inzaghi avrebbe eguagliato il proprio record: tra settembre e novembre aveva strappato addirittura 9 gare utili. Il 3-0 è pesante, ma i numeri del match dicono altro: nel complesso infatti la squadra ha calciato in porta 12 volte, con ben 6 occasioni da gol. Una in più rispetto a quelle del Napoli, devastante però nel concretizzare ogni pallone nei pressi dell’area di rigore. Ottima la catena di sinistra laziale con Lukaku e Keita: delle 26 azioni prodotte, il 50% è arrivato proprio da quella parte.

Il Tempo – Gianluca Cherubini

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Europa League

Sturm Graz, Siebenhandl: “Dobbiamo dimostrare quello che abbiamo dentro. Immobile? È forte, ma non mi fa paura”

Published

on

 


Alla vigilia della sfida di Europa League tra Sturm Graz e Lazio, il portiere della squadra austriaca Jörg Siebenhandl ha presentato la sfida che andrà in scena alle ore 18:45

Queste le sue parole

“Abbiamo giocato bene in Europa, ora bisogna fare ancora meglio. Il livello di queste partite è molto più alto. Dobbiamo scendere in campo nel modo giusto e dimostrare quello che abbiamo dentro. Abbiamo tante partite davanti, non importa, è quello che ci piace fare. Non mi preoccupo di quello che dovremo fare prossimamente, ogni match va affrontato al massimo per metterci alla prova”.

Immobile? Lo rispetto come giocatore, ma non ho paura. È forte, ha molte qualità, però domani per me non sarà la mia prima partita. Mi preparerò come sempre. Rimarrò concentrato, controllerò la situazione e come si svilupperà il gioco. Potrebbe succedere qualsiasi cosa, voglio farmi trovare pronto. Dobbiamo avere una mentalità aperta domani, è la cosa più importante”. 

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW