Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Nappi: “Stagione Lazio più che positiva, la finale di Coppa è alla portata. Champions? Tutto è possibile”

Published

on

 


Marco Nappi, ex giocatore di Genoa, Atalanta e Fiorentina, ha parlato in Esclusiva ai microfoni di LazioPress.it della prossima sfida di Serie A tra Lazio e Genoa e dei campionati che le due squadre stanno svolgendo in questa stagione. I biancocelesti dopo lo stop casalingo contro il Napoli non possono più sbagliare, per non compromettere il cammino europeo. I rossoblù sono alle prese con una dura contestazione da parte dei tifosi, l’esonero di Mandorlini e il ritorno di Juric è la ricetta per far calmare le acque, per non farsi intrappolare nelle ultime giornate nella lotta salvezza.

Il Genoa è a sei punti dal Crotone: salvezza tranquilla o rischio retrocessione?

Vedendo il calendario del Genoa se non si danno una svegliata potrebbero essere sul filo di lana fino alla fine. Il Crotone sta andando a mille sulle ali dell’entusiasmo: quando prendi queste strade potrebbe diventare tutto più difficile”.

Mandorlini esonerato, torna Juric: sei d’accordo con questa scelta?

All’inizio Juric ha fatto bene, poi è normale che una squadra con un allenatore completamente nuovo possa trovare un intoppo. E’ stato esonerato, hanno preso Mandorlini, ma anche Andrea ha fatto fatica perché c’è stato il mercato di gennaio che ha scombussolato la situazione. Rincon e Pavoletti sono due giocatori importantissimi, ma non dimentichiamoci anche di Ocampos che stava facendo bene fino a quel momento. Un attaccante ed un centrocampista di quantità come Rincon fai veramente fatica a sostituirli”.

La Lazio sta combattendo per l’Europa e per la Coppa Italia, come giudica la sua stagione?

Un campionato positivo al mille per mille. Nell’ultima partita la Lazio ha incontrato la squadra più in forma del campionato. Pur uscendo dalla Coppa Italia, il Napoli lo ha dimostrato con la stessa Juventus, ma anche con il Real Madrid in Champions League. E’ una squadra fortissima, quindi la sconfitta della Lazio, anche se in casa e con un 3-0 che può sembrare pesante, non deve assolutamente offuscare il campionato che sta conducendo.  Già contro il Genoa si può rimettere in corsa per centrare un obiettivo importante”.

La Lazio può credere nella Champions League o  l’Europa League è più sicura?

Prima di tutto deve consolidare la posizione in Europa League, poi quando si è lì ci devi provare. Con sette punti di distacco tutto è possibile, ma il Napoli sta dimostrando di essere in un grandissimo momento”.

Inzaghi sta sorprendendo tutti, un suo parere sull’allenatore laziale?

 “Mi chiamano anche le radio di Roma, io ho fatto sempre i complimenti a Simone perché è un allenatore che viene dalla gavetta, sa cosa vuol dire il sacrificio. E’ stato messo lì perché Bielsa alla fine ha rifiutato, ma lui ha dimostrato tutta la sua professionalità e la sua capacità di gestire un gruppo. E’ importante per il futuro della Lazio”.

Finale di Coppa Italia: la Lazio ce la può fare?

L’entusiasmo, la voglia di centrare un obiettivo importante contro una grande squadra possono aiutare. Secondo me c’è una possibilità del 50% per entrambi. Si gioca a Roma, la Lazio gioca in casa. L’apporto dei tifosi è importante anche se la Juventus ha tifosi da tutte le parti (ride, ndr). Loro hanno l’obiettivo della Champions League e di vincere il Campionato. Sono su più fronti, mentre la Lazio deve consolidare la sua posizione e poi puntare alla Coppa Italia, perché per me è una competizione prestigiosa anche se viene snobbata”.

“Nippo Nappi” e “Foca Monaca”: ci racconti l’origine del suo soprannome

 “Mi sono stati dati per il gesto nella semifinale di Coppa Uefa contro il Werder Brema (ride, ndr). Portai la palla per 40 metri di testa, fu un gesto tecnico che mi permise di portarla il più lontano possibile perché mancavano pochi minuti alla fine della partita che ci permise (alla Fiorentina, ndr) di andare in finale di Coppa Uefa contro la Juventus, con cui poi perdemmo”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lucas Leiva: “Il derby di Roma è speciale, spero vinca la Lazio. Immobile? Difficile trovargli un vice”

Published

on

 


Il giorno tanto atteso è arrivato. Oggi è il giorno del Derby. Alle 18:00, nella 13° giornata di Serie A, si affronteranno Roma e Lazio. Una partita che non ha bisogno di presentazioni, che va oltre la classifica ed il percorso fin qui svolto. La redazione di LazioPress.it, in vista della stracittadina, ha intervistato, in esclusiva, l’ex centrocampista della Lazio Lucas Leiva. Queste le sue parole sul derby, sulla squadra di Sarri e su uno dei grandi assenti di quest’oggi: Ciro Immobile.

Sei rimasti nei cuori di tutti i tifosi della Lazio. Cosa ti manca di più della Capitale e della Lazio?

“Io e la mia famiglia abbiamo passato cinque anni fenomenale a Roma. Abbiamo lasciato tanti amici. Mi manca la città ed i miei compagni, però sono contento di esser tornato nella mia squadra del cuore”.

Hai visto una crescita della Lazio in questo avvio di stagione? A quale obiettivo possono ambire i biancocelesti?

“La Lazio è cambiata tanto, con tanti giocatori nuovi, quindi hanno bisogno di tempo. La Lazio è una società che aspetta, quindi devono anche adattarsi all’ambiente. Speriamo che possano fare bene in campionato”.

Quale è il derby che hai nel cuore?

“I derby che ho vinto rimangono sempre nel cuore. Il derby di Roma sicuramente è speciale e spero tanto che la Lazio vinca un’altra volta”.

Nel tuo ruolo, Sarri ha scelto Cataldi.

“Cataldi sta crescendo tanto e sono contento perché è un ragazzo d’oro che lavora tanto e vive per la Lazio. Sarri ha voluto cambiare tanti giocatori, non vedo nessun problema.

Penso che potevo aiutare tanto ancora, però come ho detto, tornare in Brasile per aiutare la mia squadra del cuore, è stata la scelta giusta”.

Si ferma Immobile e la Lazio fa fatica a vincere. È fondamentale avere un suo vice?

“Immobile è un giocatore importante per come gioca la Lazio. E’ normale che fanno fatica a vincere senza di lui. Trovare un vice non è facile, anche perché deve accettare la panchina e sappiamo che Immobile vuole giocare tutte le partite”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW