Connect with us

Per Lei Combattiamo

FOCUS – ‘Soy Giovanni, no Simeone’. Lazio, occhio a Gio: tra il gol perduto e il mercato

marco.cervino4@gmail.com'

Published

on

 


Sfumato il sogno Champions, la Lazio vuole consolidare il quarto posto, prima del ‘Clasico’ con la Juventus in finale di Coppa Italia. Si riparte sabato a Marassi, l’avversario è il Genoa di Juric. E’ durata appena un mese e mezzo la gestione Mandorlini, fatale il ko a Udine (3-0). Un bottino deludente per l’ex tecnico dell’Hellas Verona, con solo 4 punti in 6 gare. Una trasferta non semplice per i biancocelesti, ma è necessario tornare a fare punti per la corsa all’Europa League.

HOMBRE VERTICAL – Giovanni o Gio. Niente ‘Cholito’, lo sottolinea: “Soy Giovanni, no Simeone”. Questione di carattere, di garra. Non chiamatelo Cholito, ma il Cholismo è un affare di famiglia: lotta e combatte in campo, fuori segue gli insegnamenti del padre: “Se mi chiamasse il Real Madrid? Per chiunque sarebbe un sogno, un traguardo. Ma io, per tutto quello che devo a mio padre e alla mia famiglia, non mi metterei nemmeno a trattare, sarebbe un tradimento”. Ma dal Cholo niente consigli calcistici: “Mi dà soprattutto consigli di vita, non tanto di calcio, perché per quello dice che devo ascoltare l’allenatore. Non mi mette pressione”. Di padre in figlio, un hombre vertical.

GENOA E MERCATO – Classe 95, cresciuto nel River ma esploso nel Banfield (12 reti a 20 anni). Garra e gol, anche in Nazionale: 10 in 12 partite con l’Under 20 albiceleste, vincendo il Campionato sudamericano di categoria. Poi arriva il Genoa, terra da sempre ‘argentina’ dal punto di vista calcistico: dal ‘filtrador’ Guillermo Stabile, capocannoniere dei primi Mondiali, alla leggenda Diego Milito. Alla prima da titolare a Marassi contro il Pescara, ecco il battesimo con il gol in Serie A: rasoiata di sinistro e l’abbraccio alla gradinata Nord. Juric punta su di lui, complice anche l’infortunio di Pavoletti. Il 29 gennaio a Firenze firma una fantastica doppietta: arriva a quota 10 in campionato, 11 con la rete in Coppa Italia contro il Perugia. Italia ed estero, tutti pazzi per Simeone: Lazio, Milan, Fiorentina, Inter, ma anche Villareal ed Everton.

DI PADRE IN FIGLIO –  Ma dopo la doppietta di Firenze si spegne la luce. Più di due mesi senza gol, è crisi. Il Genoa ne risente, in panchina si cambia: dentro Mandorlini fuori Juric, ma le cose non cambiano. La squadra è in totale confusione, Simeone non riesce a ritrovare la via del gol. Sabato a Marassi arriva la Lazio, la società (forse) più interessata al classe 95′ argentino per la prossima stagione. Da Cataldi a Perin, sono tanti gli affari possibili tra Lazio e Genoa. A Roma già si sogna la coppia Immobile-Simeone. Di padre in figlio, come quella doppietta alla Juventus in campionato a gennaio. Un tuffo nei ricordi per i tifosi biancocelesti, ripensando al gol scudetto di Diego nel 2000 al Delle Alpi. Lui che è l’anima dell’Atletico Madrid, ma con un obiettivo: “Un giorno allenerò la Lazio”. Testa al presente, e il presente di Giovanni si chiama Genoa. La Lazio è solo il prossimo avversario.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

MONDIALI 2022 | Corea del Sud-Portogallo, le formazioni ufficiali

Published

on

 


A pochi minuti dal fischio d’inizio tra Corea del Sud e Portogallo, le due formazioni hanno comunicato le proprie formazioni ufficiali:

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW