Connect with us

Per Lei Combattiamo

Martina: “Strakosha deve crescere ma ha un’ottima personalità. Marchetti non ha la testa del campione”

Published

on

 


Silvano Martina, doppio ex di Genoa-Lazio e procuratore di Buffon, ha parlato ai microfoni di Radio Incontro Olympia: “La parata ieri di Gigi su Iniesta è il colpo del campione. È riuscito a restare fermo e con grande reattività, ha deviato il tiro. Lui è sempre in posizione, ha il fisico che aveva a 20 anni. Un talento assoluto. Ieri ha aggredito la palla, una cosa mai vista, normale per il più grande di tutti i tempi”.

Il dualismo con Neuer: “Ci sono anche grandi portieri oltre al tedesco. Per me però sono discorsi senza senso in attività. Verso fine carriera, quando tiri la linea finale, puoi dare un giudizio finale”. Il futuro da dirigente: “Lo vedrà lui poi. Non è questione di parlarne. Godiamocelo ancora. Il contratto ce l’ha fino al 2018, quindi almeno fino ai mondiali, lo vedremo”.

Strakosha nella Lazio:Deve crescere in tante cose ma ha mostrato ottima personalità. Lo vedo sereno e serio. Le valutazioni sul tenerlo da titolare o meno le sa solo la Lazio. Se loro lo ritengono il portiere del futuro non devono prendere nessuno. Sono idee che però non conosco. Se i biancocelesti dovessero cambiare mi butterei su Perin. Un profilo importante che può essere abbordabile. Quei tipi di infortuni, ripreso il tono muscolare, non lasciano strascichi. È un portiere e non un difensore o un attaccante”.

Genoa-Lazio: “Nel mercato di gennaio il Genoa ha perso troppi giocatori pensando di essere già salvi. Quando perdi convinzione nei tuoi mezzi invece entri un tunnel difficile. Non penso che corra il pericolo della retrocessione. La Lazio deve dare il 110% e non prenderla sottogamba. La sconfitta col Napoli ci può stare ma i biancocelesti hanno tutte le carte in regola per vincere”.

Marchetti: “Ha avuto un problema serio al ginocchio. Ha fatto tre-quattro anni fa degli stagioni pazzeschi anche oltre le sue possibilità. Resta un ottimo portiere. Quando ci sono questi cali di rendimento sono semplicemente sintomo di normalità. Marchetti non ha la testa del campione ma ha buone qualità. I calciatori che durano 20 anni, vedi Buffon, sanno gestire le qualità che Dio gli ha dato”.

Dietro Buffon: “C’è Donnarumma ma bisogna capire ancora alcune cose. Ha qualità eccezionali ma ogni tanto fa delle parate con una scena assurda. Probabilmente è una questione di stile. Sembra comunque un portiere di 25 anni”.

Guerrieri, il giovane:A Roma fate presto a fare paragoni con Donnarumma. A Roma avete troppo da discutere, io ad esempio non lo conosco. Non si può parlare di confronti, polemiche, etc. In TV si parla solo di queste cose”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Partita della Pace, le parole di Lotito e Immobile alla conferenza di presentazione

Published

on

 


Quest’oggi si è tenuta la conferenza di presentazione della Partita della Pace, iniziativa alla quale prenderà parte la Lazio con il suo bomber Ciro Immobile. L’attaccante sarà infatti capitano, insieme a Ronaldinho, di una della sue squadre che si affronteranno il 14 novembre. Alla conferenza, sono intervenuti sia Immobile che il Presidente della Lazio Claudio Lotito.

Queste le loro parole, raccolte da a Radiosei:

Lotito: “Ho accolto con favore questa iniziativa. Quando sono entrato nel mondo del calcio anche perché questo sport, con questo forte impatto mediatico, può educare e moralizzare. Viviamo un momento difficile, l’appello di pace del papa deve essere recepito da chi vive con i valori dello sport. Questa è una guerra nata per interessi geopolitici quindi queste iniziative servono peer sensibilizzare in tal senso. I valori che cerco di trasmettere al mio club e che cerco di tramandare nell’istruzione sportiva, perché al di la dei risultati del campo, dove siamo avversari e non dividere, sono trasportabili con questo sport perché insieme possiamo unire, esaltare il valore, il merito. Maradona anni fa mi ha chiesto di entrare a Formello proprio perché la Lazio incarna questi valori. Ed è stato contento di vedere l’accoglienza che gli abbiamo riservato. Il calcio non rappresenta i valori economici, ma i valori umani. lo dico sempre ai miei calciatori che devono scendere in campo con il rispetto degli avversari. Il valore di questo evento è proprio questo. Trasmettere tale messaggio ai giovani. Viva la pace”.

Ciro Immobile: “Sono felice che papa Francesco abbia scelto il calcio per mandare un messaggio così importante e sono orgoglioso di essere il capitano di una squadra. Sono contento perché giocheremo nel ricordo di Maradona che è stato capitano e rappresentante di questo evento in passato. Diego ha ispirato tanti di noi e continuerà a farlo”. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW