Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA – Mulinacci, l’idolo di Inzaghi: “Bravo Simone, hai ricompattato la Lazio e riportato la gente allo stadio”

jacoposimonelli@yahoo.it'

Published

on

 


“Da piccoli io e mio fratello Filippo avevamo in cameretta il poster di Armando Mulinacci, bomber del Piacenza. In quel poster eravamo proprio insieme a lui durante il riscaldamento, prima di una partita del Piacenza. Per noi vedere quei giocatori di Lega Pro era il massimo”.

Parola di Simone Inzaghi, in un’intervista di pochi giorni fa. L’attuale condottiero della Lazio, insieme a suo fratello Filippo, è quindi cresciuto guardando i gol di Mulinacci, attaccante rapido e veloce con un passato ricco di gol tra Serie B e Lega Pro. “Sono onorato di aver ispirato i suoi inizi – ammette Mulinacci in esclusiva ai microfoni di Laziopress.it – ricordo ancora quella foto che mi ritrae insieme a Simone e Filippo. Anche se forse hanno invertito i nomi: Filippo era più grande di Simone, me lo ricordo più alto”.

Immaginavi questo impatto di Simone in panchina?

“Non mi ha stupito. Simone è intelligente, ha un forte legame con la Lazio, conosce l’ambiente. E’ stato abile nel gestire il gruppo e nel riportare il pubblico allo stadio. Non era facile dopo l’estate tribolata, soprattutto in un ambiente come Roma. Mi fa piacere vedere di nuovo l’Olimpico pieno, per i laziali la squadra è una fede. Simone piace perché è genuino. Sono felice che stia facendo bene, anche perché io sono in parte legato alla Lazio: negli anni ’80 avrei potutogiocare per i biancocelesti ma alla fine scelsero Marronaro”.

Vi siete più rivisti dopo quella foto insieme?

“Purtroppo no, perché quando loro hanno iniziato io mi ero ritirato. Tempo fa ho conosciuto suo padre tramite un mio parente, mi ha fatto molto piacere. Tempo fa invece Filippo mi ha fatto una sorpresa, facendomi chiamare da un giornalista di Sky Sport per uno spezzone nella sua autobiografia”.

Filippo invece ha fatto più fatica di Simone: colpa della poca gavetta?

“Anche Filippo ha allenato i giovani prima di guidare la prima squadra del Milan ma sicuramente Simone ha fatto molta più esperienza, che sicuramente lo ha aiutato. Comunque anche Filippo farà strada, visto che con il Venezia sta per approdare in Serie B. Non era facile vincere il campionato, viste anche le pressioni iniziali. Lui ha sbagliato al Milan è vero ma non è che chi è andato dopo di lui abbia fatto tanto meglio”.

Credi che Simone senza infortuni avrebbe potuto fare di più come calciatore?

Partiamo dal presupposto che comunque ha vinto molto, segnando anche molti gol in Europa. Va anche detto che è nato in un’epoca piena di grandi attaccanti e che quella Lazio aveva una rosa stellare piena di campioni. Non era facile trovare spazio. Comunque sì, senza infortuni avrebbe potuto fare sicuramente di più. Era più fisico di Filippo, giocava di più la palla. Suo fratello invece era un maestro nell’attaccare l’area”.

Dalla vecchia Lazio a questa: dove può arrivare con Simone e con i gol di Immobile?

“Questa Lazio rispecchia il motto del suo inno: non molla mai. Raramente ho visto un gruppo così unito, ecco perché non me la sento di escluderla dalla corsa Champions. E’ vero, ieri ha perso ma aveva anche assenze pesanti. Su Immobile poco da dire, Simone è stato bravissimo a rilanciarlo dopo che si era perso. Ciro ha lo spirito che deve avere un attaccante di squadre passionali come la Lazio, è maturato ancora di più, lo vedo anche più maturo. Rivedo qualcosa di Simone in lui, anche se non hanno esattamente lo stesso stile di gioco”.

Ora invece sei un po’ il tuttofare del Metanopoli, squadra del tuo cuore

Sì, ho deciso di compiere questa scelta di cuore. In questo club sono cresciuto, così la sera dopo il lavoro vado ad allenare questi ragazzi, mi diverto molto. Avrei potuto accettare anche altre offerte più vantaggiose ma questa è casa mia”.

http://www.metanopolicalcio.com/armando-mulinacci_3183638.html

http://www.metanopolicalcio.com/armando-mulinacci_3183638.html


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lazio-Verona, l’ex Teodorani: “Divario evidente tra le squadre. Biancocelesti favoriti”

Published

on

 


Domenica sarà LazioHellas Verona. Mentre l’Olimpico si prepara ad attendere la sfida, Carlo Teodorani è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Laziopress per parlare del match che vedrà impegnati in casa i biancocelesti. Queste le parole dell’ex giocatore dell’Hellas Verona, che ha ricoperto il ruolo di difensore nelle stagioni 2001-2005 e 2005-2007.

Come arrivano Lazio e Verona alla sfida di domenica?
Il Verona scenderà in campo con un atteggiamento positivo, ma il divario tra le due squadre è evidente. Sicuramente, tra le due, vedo la Lazio favorita”.

Su cosa dovranno puntare gli uomini di Cioffi per mettere in difficoltà la Lazio?
Il Verona ha una buona fase difensiva, per mettere in difficoltà la Lazio dovrà cercare di puntare sui soliti 3-4 giocatori determinanti, capaci nelle ripartenze”.

Quest’anno l’Hellas ha puntato molto sui giovani. Finora chi ti ha colpito di più della rosa?
È ancora molto presto per dirlo. Il rendimento è stato sempre molto altalenante in queste partite e penso che i giovani abbiano ancora bisogno di tempo. Aver deciso di puntare sui millennials è sicuramente una scelta ponderata, frutto di un progetto a lungo termine”.

Dalla polemica sulla classe arbitrale alle ultime vicende che hanno visto protagonista Ciro Immobile. Un tuo commento.
Purtroppo queste vicende fanno parte del calcio. Immobile è una persona intelligente e in grado di affrontare questi episodi”.

Pronostico Lazio-Hellas Verona?
Penso che sarà una partita con molti gol, visto il calibro degli attaccanti. Azzardo un 3-1”. 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW