Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Orsi: “Pandev e le polemiche? Fa parte del passato. Simeone lo vedrei bene con Immobile”

Published

on

 


L’ex portiere di Lazio, Parma ed Arezzo, Fernando Orsi ha parlato in Esclusiva ai microfoni di LazioPress.it sull’ultima partita di campionato Genoa-Lazio finita 2-2 e nella quale ci sono state numerose recriminazioni da parte dei biancocelesti a causa di due rigori negati. Durante il match è stato espulso anche mister Inzaghi per proteste, così come l’allenatore dei Grifoni Ivan Juric appena tornato in Liguria dopo la parentesi Mandorlini alla guida del Genoa. Una prova di cuore per i giocatori laziali che però non sono riusciti a superare il muro genovese. I gol di Biglia su rigore e di Luis Alberto – al suo primo centro in campionato – non sono bastati per la vittoria. La Lazio si è lasciata sfuggire il match point per consolidare l’Europa League senza riuscire a sfruttare il pareggio nel derby della Madonnina tra Inter e Milan (finito 2-2) e il pareggio dell’Atalanta con la Roma per 1-1. Ora la squadra di Inzaghi dovrà pensare al prossimo match in casa contro il Palermo.

La Lazio ha pareggiato 2-2 con il Genoa: come giudica la prova dei biancocelesti?

La Lazio ha trovato un Genoa veramente rivitalizzato: il primo tempo è stato un po’ sottotono, nel secondo ha cercato di vincere la partita creando tantissime occasioni da gol. Forse c’erano un paio di rigori che non sono stati dati dall’arbitro. Poteva essere più cinica in quelle occasioni clamorose che gli sono capitate ma la Lazio ha dimostrato personalità nel recuperare il risultato, quindi visti i pareggi delle altre squadre non è un punto da buttare. E’ vero che poteva vincere, ma è anche vero che al 90′ stava perdendo, quindi con il 2-2 porta a casa un punto importante che lascia la classifica così com’è, in vista di domenica che c’è una partita abbordabile con il Palermo.

Immobile in questa partita ha giocato un po’ sottotono: cosa ne pensa della sua prestazione?

“E’ un giocatore che ha fatto tutte le partite, non è mai stato cambiato, quindi ci sta che ogni tanto ci sia una partita dove sia sottotono. E’ un attaccante generoso, aiuta sempre i suoi compagni, pertanto al di là del fatto che lo vogliamo vedere sempre fare gol, Immobile a questa squadra serve tanto.”

Pandev come al solito dopo aver segnato alla Lazio si mostra polemico contro la dirigenza… 

Mi interessa poco di quello che ha fatto Pandev. Ormai fa parte del passato e bisogna guardare il presente ed il futuro. Domenica la Lazio con il Palermo può vincere la partita per portare a casa tre punti fondamentali per il quarto posto, quindi quello che fa Pandev e i motivi per cui lo fa, sono problemi suoi.”

Giovanni Simeone sabato ha segnato a quella che potrebbe essere la sua nuova squadra: i rumors di mercato dicono infatti che Lotito e Preziosi stiano trattando il giocatore. Un ottimo acquisto, oppure la Lazio dovrebbe puntare su altri?

“Simeone è un ottimo attaccante ed è un giocatore che può sostituire Immobile oppure giocare insieme a lui. Se la Lazio lo prendesse sarebbe un grande acquisto. In ogni caso io non ho suggerimenti da dare perché la società sta lavorando bene. Tare è molto bravo a scoprire i giocatori e a portarli alla Lazio. Inzaghi è stato bravo a valorizzare le qualità tecniche della squadra e di tanti giovani. Per ora va bene così, secondo me la squadra e la società non hanno bisogno di tanti consigli perché quest’anno hanno fatto benissimo e quindi anche il prossimo sapranno cosa fare. E’ certo che con più competizioni è necessario allargare la rosa, ma loro loro sanno e lavoreranno per questo”

Obiettivi della Lazio: la Champions ormai è lontana 9 punti dopo la vittoria del Napoli. Bisogna concentrarsi solo sull’Europa League?

“È importante mantenere il quarto posto in Europa League e non fare i preliminari. C’è una finale di Coppa Italia ma qualsiasi sia il risultato la Lazio ha fatto comunque una stagione ottima. L’obiettivo era l’Europa League, poi è arrivata anche la finale che impreziosisce questa stagione. La squadra deve continuare così e se gioca in questo modo, ha questo spirito, questa personalità, non può avere problemi ad andare in Europa. Chi deve temere di più tra le inseguitrici? Tutte e tre le squadre (Atalanta, Milan ed Inter, ndr), ma la Lazio deve fare la corsa su sé stessa senza pensare alle altre. A partire da domenica contro il Palermo, la squadra di Inzaghi deve concentrarsi sulle ultime sei partite per fare più punti possibili.”

Della “sorpresa” Inzaghi ne stanno parlando tutti: la sua impressione da ex allenatore?

“Inzaghi sta facendo benissimo: d’altronde era partito con grande scetticismo, poi dopo ha convinto tutti. E’ arrivato in finale di Coppa Italia battendo nei due scontri diretti la Roma, è andato a vincere a Milano. Questo significa che è un allenatore che prepara bene le partite e che la squadra lo ascolta. Il prossimo anno sarà un’altra stagione, ma quello attuale è stato un battesimo che è andato più che bene.”

In settimana c’è stato il rinnovo di Sergej Milinkovic-Savic: secondo lei è un ottimo passo per il futuro oppure bisogna venderlo ora per fare plusvalenza?

“Tare ha detto che Milinkovic rimane al cento per cento, quindi significa che è un progetto che va avanti e va bene così. Per quanto riguarda Keita invece sarebbe meglio se rimanesse ma al momento sembra che non ci siano grandissime speranze. La Lazio deve concentrarsi sulle ultime sei partite, poi sulla finale di Coppa Italia. Per i rinnovi ci dovrà pensare dopo la società.”

Finale di Coppa Italia, domanda di rito: la Lazio ce la può fare oppure questa Juventus è troppo forte da battere?

“La Lazio ha tante possibilità perché ha dimostrato che nella partita secca può mettere in difficoltà tutte le squadre. E’ una partita aperta, ma è ovvio che la Juventus è la favorita perché è più forte. Anche lei però ha le sue debolezze, quindi la Lazio deve giocare soprattutto su di esse.”

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lazio-Verona, l’ex Teodorani: “Divario evidente tra le squadre. Biancocelesti favoriti”

Published

on

 


Domenica sarà LazioHellas Verona. Mentre l’Olimpico si prepara ad attendere la sfida, Carlo Teodorani è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Laziopress per parlare del match che vedrà impegnati in casa i biancocelesti. Queste le parole dell’ex giocatore dell’Hellas Verona, che ha ricoperto il ruolo di difensore nelle stagioni 2001-2005 e 2005-2007.

Come arrivano Lazio e Verona alla sfida di domenica?
Il Verona scenderà in campo con un atteggiamento positivo, ma il divario tra le due squadre è evidente. Sicuramente, tra le due, vedo la Lazio favorita”.

Su cosa dovranno puntare gli uomini di Cioffi per mettere in difficoltà la Lazio?
Il Verona ha una buona fase difensiva, per mettere in difficoltà la Lazio dovrà cercare di puntare sui soliti 3-4 giocatori determinanti, capaci nelle ripartenze”.

Quest’anno l’Hellas ha puntato molto sui giovani. Finora chi ti ha colpito di più della rosa?
È ancora molto presto per dirlo. Il rendimento è stato sempre molto altalenante in queste partite e penso che i giovani abbiano ancora bisogno di tempo. Aver deciso di puntare sui millennials è sicuramente una scelta ponderata, frutto di un progetto a lungo termine”.

Dalla polemica sulla classe arbitrale alle ultime vicende che hanno visto protagonista Ciro Immobile. Un tuo commento.
Purtroppo queste vicende fanno parte del calcio. Immobile è una persona intelligente e in grado di affrontare questi episodi”.

Pronostico Lazio-Hellas Verona?
Penso che sarà una partita con molti gol, visto il calibro degli attaccanti. Azzardo un 3-1”. 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW