Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Bonazzoli: “Avrei voluto giocare almeno una volta il derby di Roma, è unico. Keita? Merito di Inzaghi. Su Schick…”

Published

on

 


La Lazio sta attraversando un ottimo momento. Dopo la goleada con il Palermo, i biancocelesti hanno trionfato anche nel derby. La doppietta di Keita e la prima rete in biancoceleste di Basta hanno fissato il risultato sul 3-1. Inutile dunque il rigore, realizzato da De Rossi al termine della prima frazione di gioco, regalato da Orsato su netta simulazione di Strootman. Una gioia immensa, impreziosita da cori e applausi con cui il popolo biancoceleste ha voluto ringraziare i propri beniamini. Un’atmosfera unica. “Purtroppo non ho mai giocato il derby di Roma, ma penso sia una partita speciale, più importante forse del resto del Campionato”, rivela Emiliano Bonazzoli in esclusiva alla redazione di LazioPress. Un successo fondamentale per la squadra di Inzaghi, anche in ottica classifica: “Assicurarsi il quarto posto sarebbe un grande traguardo. Bisogna mantenere alta la concentrazione perchè l’Atalanta, distante solo tre punti, sta disputando un grande campionato ma con la qualità di gioco espressa dai biancocelesti e l’entusiamo che li circonda sarà difficile assistere al sorpasso dei bergamaschi”.

Il prossimo impegno vedrà i capitolini affrontare la Sampdoria: “Quella di Giampaolo è una squadra in salute e lo testimoniano il gioco espresso e i risultati ottenuti” . L’attaccante, dal 2005 al 2009 in maglia blucerchiata, esalta il lavoro dell’ex tecnico dell’Empoli avvertendo i biancocelesti.

“Il mister è stato bravissimo nella gestione di Schick, che ormai sta impressionando tutti. L’attaccante sta crescendo settimana dopo settimana e, se nella prima parte della stagione andava in gol entrando a partita in corso, adesso sta dimostrando di poter essere decisivo anche quando viene schierato titolare”. Un predestinato che ha qualcosa in comune dunque con il numero 14 laziale: “Pur avendo caratteristiche diverse, sono due talenti cristallini. Keita è una seconda punta a cui piace partire esterno ed accentrarsi palla al piede, mentre il ceco è una punta a cui piace far salire la squadra. E’ evidente che ultimamente entrambi riescono ad andare a segno con continuità, trascinando le rispettive squadre.” Insomma, non a caso saranno due dei giocatori della Serie A che infiammeranno la prossima sessione di calciomercato.

Stagione molto positiva in casa Lazio, soprattutto se si pensa alle problematiche nate lo scorso agosto dalle parti di Formello: “Simone sta facendo un grande lavoro. Sta sfruttando la voglia dei giovani che ha in rosa, basta pensare proprio a Keita. Solo qualche mese fa il senegalese aveva avuto dei problemi con la società, adesso è un punto fermo della rosa”. Riconoscimenti e trionfi frutto di un lavoro serio e diligente, e ovviamente silenzioso. In pieno stile Lazio.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lucas Leiva: “Il derby di Roma è speciale, spero vinca la Lazio. Immobile? Difficile trovargli un vice”

Published

on

 


Il giorno tanto atteso è arrivato. Oggi è il giorno del Derby. Alle 18:00, nella 13° giornata di Serie A, si affronteranno Roma e Lazio. Una partita che non ha bisogno di presentazioni, che va oltre la classifica ed il percorso fin qui svolto. La redazione di LazioPress.it, in vista della stracittadina, ha intervistato, in esclusiva, l’ex centrocampista della Lazio Lucas Leiva. Queste le sue parole sul derby, sulla squadra di Sarri e su uno dei grandi assenti di quest’oggi: Ciro Immobile.

Sei rimasti nei cuori di tutti i tifosi della Lazio. Cosa ti manca di più della Capitale e della Lazio?

“Io e la mia famiglia abbiamo passato cinque anni fenomenale a Roma. Abbiamo lasciato tanti amici. Mi manca la città ed i miei compagni, però sono contento di esser tornato nella mia squadra del cuore”.

Hai visto una crescita della Lazio in questo avvio di stagione? A quale obiettivo possono ambire i biancocelesti?

“La Lazio è cambiata tanto, con tanti giocatori nuovi, quindi hanno bisogno di tempo. La Lazio è una società che aspetta, quindi devono anche adattarsi all’ambiente. Speriamo che possano fare bene in campionato”.

Quale è il derby che hai nel cuore?

“I derby che ho vinto rimangono sempre nel cuore. Il derby di Roma sicuramente è speciale e spero tanto che la Lazio vinca un’altra volta”.

Nel tuo ruolo, Sarri ha scelto Cataldi.

“Cataldi sta crescendo tanto e sono contento perché è un ragazzo d’oro che lavora tanto e vive per la Lazio. Sarri ha voluto cambiare tanti giocatori, non vedo nessun problema.

Penso che potevo aiutare tanto ancora, però come ho detto, tornare in Brasile per aiutare la mia squadra del cuore, è stata la scelta giusta”.

Si ferma Immobile e la Lazio fa fatica a vincere. È fondamentale avere un suo vice?

“Immobile è un giocatore importante per come gioca la Lazio. E’ normale che fanno fatica a vincere senza di lui. Trovare un vice non è facile, anche perché deve accettare la panchina e sappiamo che Immobile vuole giocare tutte le partite”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW