Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Miccoli: “La Lazio non parte battuta contro la Juventus. Keita? Va coccolato. Mi sarebbe piaciuto giocare con Biglia”

enrico.delellis@libero.it'

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


Non ho rimpianti per come è andata la mia carriera. Ho giocato in piazze belle e difficili come: Firenze, Torino e Lisbona. Poi c’è il Palermo, dove mi hanno fatto sentire un re. Sarò sempre grato a quel club, a quella maglia e ai suoi tifosi“. Così esordisce ai microfoni di LazioPress.it, Fabrizio Miccoli ex attaccante di Fiorentina, prossimo avversario dei biancocelesti nell’anticipo della trentaseiesima giornata, sabato ore 18, e della Juventus (mercoledì finale Coppa Italia).

LA PARTITA –La Lazio ha fatto un grandissimo campionato, la vera rivelazione di questa stagione. Dopo un’estate travagliata Inzaghi e i suoi ragazzi hanno raggiunto l’obiettivo prefissato a Settembre, con tre giornate d’anticipo. Per la Fiorentina, sabato sarà l’ultima vera possibilità di agguantare il sesto posto. Sento parlare di una “non corsa” all’ultimo posto che dà la possibilità di accedere all’Europa League attraverso i turni preliminari. Io non credo a questa teoria. Milan, Inter e la viola stanno attraversando un periodo complicato, ma per un giocatore disputare una competizione europea è il punto più alto della carriera. Vedo favoriti comunque i rossoneri“.

INZAGHI E KEITA –Non conosco bene di persona Inzaghi, ma ho giocato contro di lui tante volte e vederlo sulla panchina di un club importante fa un effetto positivo. Ho seguito il suo percorso nelle giovanili dove ha fatto cose importantissime. Ha idee chiare, semplici e precise, che gli spalancheranno le porte per una carriera di grande prestigio”. Keita attualmente sta ricucendo il rapporto con la tifoseria, a suon di gol e prestazioni decisive, ma il suo futuro resta sempre un rebus: “E’ un giocatore molto forte, che sta dimostrando al suo vero primo anno di Serie A quanto vale. Stiamo parlando di un possibile top player, ha bisogno di una piazza che lo faccia sentire importante e coccolato, per dare sempre il massimo”.

LA FINALE – Grazie alla vittoria per 2 a 1, contro il Monaco nel ritorno della semifinale di Champions League, i bianconeri staccano il pass per Cardiff dove probabilmente gli uomini di Allegri incontreranno il Real Madrid. Prima però, esattamente tra una settimana, la Juventus avrà un altro appuntamento importante con la Coppa Italia a Roma, contro la Lazio: “Una finale è sempre una partita che si svincola da ogni pronostico. Higuain & company partono favoriti, ma i biancocelesti sono una squadra solida e compatta, difficile da affrontare in una partita secca. Poi mettiamoci anche il luogo della finale, l’Olimpico, che vedrà una grande partecipazione del popolo laziale”.

TRA PASSATO E… LUCAS BIGLIA –Maradona è stato da sempre il mio idolo. Grazie a lui mi sono innamorato di questo sport e rappresenta per me il giocatore ideale. Ho avuto la fortuna di aver fatto una carriera importante, il sogno però era giocare nel Napoli, la squadra di Diego. Non ho rimpianti di massima, sono felice di quello che ho fatto“. Oltre al numero dieci per antonomasia, a Miccoli sarebbe piaciuto giocare con un altro calciatore: “Lucas Biglia senza dubbi. Mi piace tantissimo, un centrocampista tra i più forti che ci sono in Europa. Non lo conosco, ma da fuori mi da l’impressione di essere anche un grande capitano e un leader. Basta vedere come ha gestito il gruppo contro la Sampdoria. E’ stato fondamentale nell’assegnazione dei calci di rigore. Aver fatto tirare i suoi compagni, nonostante sia il rigorista della squadra, è segnale di grande responsabilità e generosità, soprattutto nell’occasione di Anderson. Anche Immobile, però, è stato a mio avviso incredibile, vista la sua possibilità di vincere ancora la classifica dei marcatori”.

 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Esclusiva

Enrico Lotito: “L’obiettivo della Primavera è tornare in A, metteremo massimo impegno”

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


La Lazio Primavera sta svolgendo il ritiro pre-campionato a Roccaporena, frazione di Cascia. I capitolini lavoreranno in Umbria fino a domenica ed in questi giorni sono in programma dei test amichevoli con squadre locali e di Serie B.

La prima amichevole sta andando in scena questo pomeriggio contro l’U.S.D. Casciana calcio, che milita in prima categoria. A pochi minuti dal match Enrico Lotito, nuovo Direttore Generale che si occupa della prima squadra femminile e di tutto il settore giovanile, è stato intercettato dalla redazione di LazioPress.it per commentare l’inizio del suo percorso professionale nella società biancoceleste e le ambizioni che il club ha: “Sono contento di come è iniziata la mia avventura. Felice delle cariche che ho, metteremo impegno. Il ritiro qui è iniziato bene. L’obiettivo per la Primavera? Tornare in A”.

 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW