Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Robbiati: “Ricordo la Lazio di Casiraghi, Signori e Rambaudi. Immobile? Ha stupito tutti”

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


Spadino” questo è il soprannome che lo ha accompagnato per tutta la carriera, fin dal suo esordio con il Monza. Anselmo Robbiati, attaccante classe ’70, non si è mai allontanato dal mondo del calcio: dapprima giocatore, successivamente dirigente sportivo ed infine è approdato in panchina. E’ intervenuto in esclusiva per la redazione di LazioPress.it, ricordando le cinque stagioni trascorse a Firenze. La sua esperienza toscana inizia in B, ma nel giro di un anno arriva nella massima serie ed esordisce in Serie A, appunto con la maglia viola. Decisivo anche quando non partiva titolare, l’ex attaccante ha vinto, proprio con la squadra fiorentina, una Coppa Italia ed una Supercoppa Italiana. Vista la sua permanenza nell’ambiente viola, ha parlato di Fiorentina-Lazio, partita che andrà in scena sabato alle ore 18.00 allo Stadio Artemio Franchi.

Ricordare le partite con la Lazio non è mai piacevole (sorride); la prima che mi viene in mente infatti è quella che abbiamo perso 8-2, ma quella squadra era davvero impressionante: davanti c’erano Casiraghi, Signori e Rambaudi, in panchina Zeman”. Così esordisce il giocatore di Lecco, aggiungendo poi due battute sull’ex calciatore laziale Inzaghi “Ricordo invece con piacere Simone in campo: un attaccante senza dubbio con il fiuto per il gol”. Da attaccante a tecnico della Lazio il passo è breve, per uno che conosce bene l’ambiente capitolino come lui, mentre a Firenze siede un altro giovane tecnico: “Sousa è partito bene il primo anno con la Fiorentina, in questa stagione invece credo che abbia fatto delle scelte discutibili. E’ un allenatore a cui piace molto la fase offensiva e cura meno quella difensiva. Inzaghi sta facendo veramente grandi cose. Ha tirato fuori il vero potenziale di questa squadra. Tanti complimenti a lui”. Forse la vittoria più importante per il mister biancoceleste è quella di aver creato un gruppo unito e solido, basta guardare come capitan Biglia lasci la palla del secondo rigore contro la Sampdoria ad Anderson per farlo tornare al gol. “La squadra unita è sicuramente un merito del tecnico che ha saputo dare un’impronta ed un’identità all’intero ambiente biancoceleste. E’ stato in grado di gestire i giocatori, sia individualmente che poi a livello collettivo”.

L’ambiente toscano invece non sta attraversando un momento sereno, anche se la rosa, secondo Robbiati, è buona e competitiva. “Al giorno d’oggi, di giocatori indispensabili ce ne sono veramente pochi: non credo che la Fiorentina sia Bernardeschi dipendente; in squadra ci sono altri giocatori importanti, come Kalinic o Chiesa, che si sta facendo vedere. I calciatori di spessore ci sono, è mancata la continuità per raggiungere degli obiettivi”.

Protagoniste del match di sabato potrebbero essere le due tifoserie: quella viola in contestazione contro la società, quella biancoceleste tornata a seguire le partite, regalando spesso spettacolo sugli spalti. “Sicuramente il supporto o il distacco dei propri sostenitori si fa sentire. I tifosi viola ultimamente si sono un po’ allontanati, mentre quelli della Lazio seguono di più la squadra, perchè sta giocando bene: c’è l’entusiasmo per la stagione, i traguardi raggiunti, la finale di Coppa Italia conquistata. E per i derby, soprattutto”.

Un pronostico sulla partita del Franchi potrebbe risultare scontato: Lazio con la testa già alla finale Tim Cup di mercoledì ed i viola in cerca del sesto posto in classifica; ma secondo l’ex viola, i biancocelesti non si permetteranno cali di concentrazione: “La Lazio adesso sta bene sia fisicamente che mentalmente, ha qualcosa in più della Fiorentina in questo momento. Sicuramente Inzaghi non è uno che dà modo alla squadra di rilassarsi e di prendere la partita sottogamba in vista della finale. I biancocelesti sono motivati, concentrati ed andranno a Firenze per vincere, per continuare la scia di risultati positivi; se vuole costruire qualcosa di importante, la squadra di Roma non deve mai mollare: i grandi club devono abituarsi a stare sempre sul pezzo, a vincere. Credo che il tecnico stia inculcando questa mentalità alla squadra”.

Da ex attaccante dai gol decisivi, ha concluso tessendo le lodi della coppia d’attacco laziale “Immobile ha stupito tutti a suon di gol. É un giocatore importante: si muove tanto, aiuta la squadra, difende, attacca, fa gol. Merita la nazionale, è in grande forma. Keita è sicuramente l’attaccante dei giorni d’oggi: sempre in partita, anche quando subentra a gara iniziata”.

 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Esclusiva

Enrico Lotito: “L’obiettivo della Primavera è tornare in A, metteremo massimo impegno”

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


La Lazio Primavera sta svolgendo il ritiro pre-campionato a Roccaporena, frazione di Cascia. I capitolini lavoreranno in Umbria fino a domenica ed in questi giorni sono in programma dei test amichevoli con squadre locali e di Serie B.

La prima amichevole sta andando in scena questo pomeriggio contro l’U.S.D. Casciana calcio, che milita in prima categoria. A pochi minuti dal match Enrico Lotito, nuovo Direttore Generale che si occupa della prima squadra femminile e di tutto il settore giovanile, è stato intercettato dalla redazione di LazioPress.it per commentare l’inizio del suo percorso professionale nella società biancoceleste e le ambizioni che il club ha: “Sono contento di come è iniziata la mia avventura. Felice delle cariche che ho, metteremo impegno. Il ritiro qui è iniziato bene. L’obiettivo per la Primavera? Tornare in A”.

 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW