Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Di Livio: “Finale TimCup? La vittoria bianconera non è scontata. Lazio formidabile! La Fiorentina? Squadra discontinua”

francescadamato96@gmail.com'

Published

on

 


In vista dell’anticipo di Serie A al Franchi tra Lazio e Fiorentina, Angelo Di Livio è intervenuto in esclusiva per LazioPress.it. Vincitore di numerosi trofei con la società bianconera e vice-campione d’Europa con la nazionale italiana, “Soldatino”, soprannominato così da Baggio per la sua particolare corsa, ha esordito raccontandoci la sua esperienza calcistica“Con la Juventus ho toccato l’apice dei grandi successi. Avendo vinto tutto, poi, ci sono ricordi straordinari. Alla Fiorentina è stata una bellissima esperienza e la rinascita dalla C2 alla Serie A credo che sia una bella storia da raccontare”. Nel corso della sua carriera ha incontrato anche grandi icone della società biancoceleste: “Ricordo il primo Nesta che giocava grandi partite, anche sulla fascia. Ricordo Favalli, Pancaro che sono stati dei giocatori fortissimi e preparati. Ti dovevi difendere molto bene. Anche Cesar”.

Con l’arrivo di Inzaghi quest’anno la Lazio ha ritrovato la fiducia e l’Europa: “Credo che sulla Lazio ormai ci dobbiamo ripetere. Insieme all’Atalanta quest’anno è stata una delle rivelazioni più importanti. Ha fatto veramente molto bene ed il merito è di Simone Inzaghi e della società. Hanno saputo lavorare bene. Mi è piaciuta anche l’inserimento di molti giovani. Ha dato un segnale veramente importante”.

Sabato dovranno confermare il quarto posto: “La partita a Firenze la potranno gestire tranquillamente, perché c’è la certezza dell’Europa League. Il mister potrà valutare altri giocatori, così da preparare anche la finale di Coppa Italia”. 

Nell’ultimo periodo la squadra toscana è sotto diverse polemiche per i mancati obiettivi stagionali: “La Fiorentina secondo me è un’ottima squadra. Il problema è che non è stata continua. Ora sembra essere rientrata nella lotta Europea. Credo che vedremo una Fiorentina vera, che vorrà sicuramente vincere la partita, anche se c’è un clima di polemiche. Ha una grande possibilità di andare in Europa League”. 

Entrambe le squadre hanno due grandissimi centravanti: “Per qualità prezzo, per me, Immobile è stato il miglior acquisto di tutto il mercato. Lo dico da un po di tempo. Comunque anche Kalinic è un grande attaccante. Entrambi finalizzano il lavoro di tutta la squadra”. 

Il centrocampo biancoceleste è uno dei punti di forza. A caratterizzarlo sono specialmente Biglia e Milinkovic-Savic: “L’argentino è sempre stato un giocatore molto apprezzato da tutti. La crescita e la sorpresa secondo me è il serbo Sergej. Un ragazzo maturato moltissimo. Quando arrivò alla Lazio fu chiaro che poteva fare una carriera importante. Oggi bisogna parlare di questo giocatore come uno dei migliori. Il merito un’altra volta di Tare e Lotito che lo hanno portato a Roma”. 

A poche giornate dal termine del campionato già iniziano ad arrivare offerte da parte dei club per Keita: “Il futuro di Keita dipende da se stesso. Comunque vada lui deve avere rispetto per una società che lo ha cresciuto e valorizzato. E’ chiaro poi che i tifosi della Lazio lo vorrebbero rivedere il prossimo anno con la maglia biancoceleste. Sono scelte che dovrà fare il giocatore. Sarebbe bello rivederlo all’Olimpico, perché potrebbe essere anche un forte segnale per la prossima stagione”.

Alla Lazio rimane un ultimo obiettivo: conquistare la Coppa Italia. Un traguardo che coronerebbe la stagione biancoceleste, ma che purtroppo ha come ostacolo la Juventus: “Sarò sincero, non è così scontata la vittoria dei bianconeri. La Lazio è una squadra che ti fa giocare male e tatticamente Inzaghi la preparerà al meglio. Lo abbiamo visto anche nei derby. Non sarà facile. Poi ha dei giocatori straordinari come Immobile, Keita, Anderson e Lulic. Possono stare tutti nei top club. La Juventus dovrà essere brava a preparare la partita”. 

Loro però, hanno Dybala e Higuain: Conosciamo le qualità della squadra di Allegri. I difensori della Lazio dovranno preparare bene la gara non solo tecnicamente, ma anche psicologicamente. Di fronte si troveranno un super attacco, con fisico, qualità, accelerazioni. Credo che Inzaghi dovrà concentrarsi proprio nella fase difensiva e poi dovranno essere bravi a concedere poco”. 

Fermare la Juventus ormai, è diventato quasi impossibile: “Roma e Napoli secondo me sono le uniche che hanno provato a dare fastidio ai bianconeri. Purtroppo quando perdi dei punti per strada non puoi farci niente. La Juve può perdere una partita, dopo però, ne vince dieci di fila. Sono preparati per giocare determinate gare e si allenano da grandi professionisti. Non trascurano e sottovalutano gli avversari. Non so cosa possa accadere in futuro. Si parla molto di Inter che vorrebbe investire soldi importanti. Io però vedo ancora la Juventus vincente per molti anni”.

 

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lazio-Verona, l’ex Teodorani: “Divario evidente tra le squadre. Biancocelesti favoriti”

Published

on

 


Domenica sarà LazioHellas Verona. Mentre l’Olimpico si prepara ad attendere la sfida, Carlo Teodorani è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Laziopress per parlare del match che vedrà impegnati in casa i biancocelesti. Queste le parole dell’ex giocatore dell’Hellas Verona, che ha ricoperto il ruolo di difensore nelle stagioni 2001-2005 e 2005-2007.

Come arrivano Lazio e Verona alla sfida di domenica?
Il Verona scenderà in campo con un atteggiamento positivo, ma il divario tra le due squadre è evidente. Sicuramente, tra le due, vedo la Lazio favorita”.

Su cosa dovranno puntare gli uomini di Cioffi per mettere in difficoltà la Lazio?
Il Verona ha una buona fase difensiva, per mettere in difficoltà la Lazio dovrà cercare di puntare sui soliti 3-4 giocatori determinanti, capaci nelle ripartenze”.

Quest’anno l’Hellas ha puntato molto sui giovani. Finora chi ti ha colpito di più della rosa?
È ancora molto presto per dirlo. Il rendimento è stato sempre molto altalenante in queste partite e penso che i giovani abbiano ancora bisogno di tempo. Aver deciso di puntare sui millennials è sicuramente una scelta ponderata, frutto di un progetto a lungo termine”.

Dalla polemica sulla classe arbitrale alle ultime vicende che hanno visto protagonista Ciro Immobile. Un tuo commento.
Purtroppo queste vicende fanno parte del calcio. Immobile è una persona intelligente e in grado di affrontare questi episodi”.

Pronostico Lazio-Hellas Verona?
Penso che sarà una partita con molti gol, visto il calibro degli attaccanti. Azzardo un 3-1”. 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW