Connect with us

Extra Lazio

Manchester, attacco kamikaze al concerto di Ariana Grande: 22 morti, anche bambini. L’Isis lo rivendica

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


Strage a Manchester, dove un kamikaze si è fatto esplodere al concerto di Ariana Grande, idolo dei teenager, in una arena affollatissima di giovanissimi e di genitori: almeno 22 morti, 59 feriti e 12 dispersi. Ci sono anche bambini tra le vittime. Ci sono poi almeno 12 piccoli gravemente feriti, tutti sotto i 16 anni. L’Isis rivendica l’attentato affermando, tramite l’agenzia Amaq, che uno dei suoi membri ha compiuto l’attacco. Lo riferisce il Site, il sito Usa di monitoraggio dell’estremismo sul web.  Un 23enne è stato arrestato a Chorlton in connessione con l’attacco terroristico di ieri sera. Ed un raid di polizia è in corso proprio in questa località, probabilmente presso l’abitazione dell’attentatore.

Ma la tensione resta alta: in città il centro commerciale Arndale è stato evacuato per il timore di un altro attacco terroristico. Poi un uomo è stato arrestato e il centro commerciale è stato riaperto. In mattinata a Londra era stata evacuata Victoria Station per un pacco sospetto, poi rivelatosi innocuo; all’aeroporto di Dubai è stato evacuato un aereo passeggeri in partenza per Londra a causa di un allarme bomba. La premier Teresa May ha detto che un altro attentato è ritenuto probabile.

E’ una sedicenne fan di Ariana Grande la prima vittima identificata: si chiama Georgina Bethany Callander (nella foto qui sotto con la pop star), e si era detta entusiasta sul suo profilo Twitter alla vigilia del concerto della sua beniamina alla Manchester arena

E’ il peggiore attacco terroristico su suolo britannico dal 7 luglio del 2005 quando a Londra quattro bombe piazzate da Al Qaeda su mezzi del trasporto pubblico uccisero 56 persone, compresi i quattro kamikaze, e ne ferirono 700. Da Bruxelles al Bataclan: i precedenti attentati

Il quotidiano locale Manchester Evening News riporta i nomi di alcuni giovani che mancano all’appello: Chloe Rutherford (17 anni), Liam Curry (19 anni), Martyn Hett (29 anni); le scozzesi Laura MacIntyre ed Eilidh MacLeod, Courtney Boyle e Philip Tron; Olivia Campbell (15 anni).

Intanto è stato evacuato un aereo passeggeri all’aeroporto di Dubai diretto a Heathrow a causa di un allarme bomba. Il Daily Mail cita la compagnia Virgin secondo cui è stato condotto un ulteriore controllo di sicurezza sui passeggeri e si tratta di una “misura precauzionale”. Invece è rientrato l’allarme alla stazione degli autobus di Victoria a Londra, evacuata a causa di un pacco sospetto.

Tutto e’ avvenuto verso le 22:30 di ieri sera ora locale al Manchester Arena, subito dopo la fine di un concerto di Ariana Grande pop star americana 24enne, rimasta illesa – quando un boato ha scatenato il panico fra gli spettatori. Una deflagrazione nella zona del foyer, non lontano dalle biglietterie, subito fuori dall’area degli spalti. La struttura, la piu’ grande arena indoor d’Europa, con una capienza di oltre 21.000 posti, era affollata soprattutto di giovani e giovanissimi.

Testimoni hanno riferito di un ordigno imbottito di chiodi, secondo quanto riporta il Mirror. E’ certo che si è trattato di un kamikaze, il quale ha attivato l’esplosivo ed è morto. La polizia ritiene di conoscere l’identità dell’attentatore “ma a questo punto delle indagini non possiamo rivelarla”, ha affermato la premier Theresa May dopo aver presieduto il comitato Cobra, convocato d’urgenza. “Gli inquirenti ritengono che abbia agito da solo” ma stanno indagando sull’eventualità che faccia parte “di un gruppo più ampio”.

Immagini registrate da testimoni oculari hanno mostrato scene di terrore, con urla seguite dal fuggi fuggi generale.

La premier ha diffuso un messaggio di cordoglio e solidarietà alle famiglie delle vittime di questo “orrendo attacco terroristico”. La campagna elettorale è stata sospesa e la premier ha convocato d’urgenza il Consiglio dei ministri e il comitato d’emergenza Cobra. “Lo spirito della Gran Bretagna” non sarà piegato dal terrorismo: “I terroristi non vinceranno mai, vinceranno i nostri valori e il nostro modo di vivere”.

“Distrutta. Dal profondo del mio cuore, sono così tanto dispiaciuta. Non ho parole”, ha scritto la pop star Ariana Grande su Twitter.

Non risultano italiani coinvolti nell’attentato. Minniti ha convocato il Comitato antiterrorismo. “I nostri pensieri alle vittime dell’attacco di #Manchester e alle loro famiglie”, scrive su Twitter  Gentiloni. “Seminare la morte in un concerto, tra giovanissimi. Ciò che è accaduto spezza il cuore”, scrive su Facebook Renzi.

 Unanime sul web la condanna ed il dolore dei leader mondiali per l’attacco terroristico.  ”Questa ideologia perversa deve essere annientata, ed intendo dire completamente annientata”, ha detto Donald Trump. ansa.it

 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Extra Lazio

GP Ungheria | Ferrari, Immobile: “Strategia sbagliata!” – FOTO

scud85@libero.it'

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


Il centravanti biancoceleste Ciro Immobile con una stories sulla sua pagina Instagram ha voluto dire la sua su quanto visto durante il GP di Formula 1 svolto questo pomeriggio  in Ungheria.  Le due Rosse di Maranello hanno raggiunto il quarto posto Sainz e il sesto posto con Leclerc soprattutto Per il monegasco si è trattato di un vero e proprio harakiri visto che era al comando con un distacco significativo prima che rientrasse ai box per montare gomma hard. Strategia che non ha pagato e che lo ha condannato ad un anonimo sesto posto. Altra batosta, specialmente a livello psicologico, che rischia di pesare per il proseguo del Mondiale.

 

 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW