Connect with us

Per Lei Combattiamo

CONFERENZA INZAGHI – “Rinnovo? C’è volontà da entrambe le parti. Cerchiamo di trattenere i top player”

francescadamato96@gmail.com'

Published

on

 


Confermare il quarto posto e chiudere al meglio la stagione. Questo è l’obiettivo della Lazio di Simone Inzaghi. Alla vigilia dell’ultima partita di campionato, Crotone-Lazio, il tecnico biancoceleste presenta la sfida in conferenza:

“Arrivare quinto darebbe molto fastidio, anche dopo aver battuto l’Atalanta entrambe le volte. Meritiamo il quarto posto per la stagione che abbiamo fatto. Darei un nove e mezzo all’anno disputato. Se avessimo vinto la finale di Coppa Italia sarebbe stato un dieci. Dovevamo fare meglio.

Per quanto riguarda il rinnovo, c’è la volontà da entrambe le parti. Stare con la Lazio è il mio più grande sogno. Ho avuto ampie garanzie dalla società che la rosa sarà competitiva su tutti i fronti. Sono molto riconoscente alla società. La firma è stata rinviata perché abbiamo avuto diversi impegni, tra la Coppa Italia e l’obiettivo del quarto posto. 

E’ normale che per aprire un ciclo bisogna far in modo che i miglior giocatori rimangono. La società sta cercando di tutto per far si che loro restino. Loro sanno qual è il mio desiderio e proveranno in tutti modi a esaudirlo. Ora pensiamo prima a fare la partita nel migliore dei modi.

Posso dire ai tifosi che ho avuto ampie garanzie che se qualcuno dovesse partire verrà rimpiazzato nel migliore dei modi. Biglia, de Vrij e Keita sono tre top player, difficili da sostituire. Io sono fiducioso e da allenatore io spero di averli tutti e tre ad Auronzo. Sappiamo che l’anno prossimo sarà più fitto e dobbiamo essere preparati. Stiamo valutando le varie opzioni”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

TMW | Lazio, Milinkovic e il “giorno più importante della carriera”. Ed è tornato prima a Formello

Published

on

 


C’era un tempo, non molto lontano, in cui Milinkovic era profeta a Roma ma non in patria. Titolare inamovibile con la Lazio, idolo dei tifosi, ma alternativa (di lusso) con la Serbia. Adesso invece anche in nazionale si sono accorti che un giocatore così non solo non può stare in panchina, ma deve avere un ruolo centrale nell’ossatura della squadra. Bella scoperta, verrebbe da aggiungere. Così, ormai da un anno abbondante, non esce dal campo quando gioca la sua Serbia e nella prima partita di questa sosta contro la Svezia ha indossato anche la fascia al braccio. Per un calciatore, avere i gradi da capitano in rappresentanza del proprio paese è forse il riconoscimento massimo. “Il giorno più importante della mia carriera”, il commento del centrocampista serbo.

foto Fraioli

Anche la Lazio l’ha elogiato sui propri canali social e l’aspetta nelle prossime ore a Formello. Milinkovic infatti tornerà prima degli altri nazionali (senza considerare Immobile, già a Roma) perché era diffidato e nell’ultima partita ha preso il cartellino giallo contro la Svezia e salterà la gara contro la Norvegia. Una buona notizia per Sarri, che ha bisogno di Milinkovic nel lungo tour de force che aspetta la Lazio prima dei Mondiali. Che il Sergente giocherà con la Serbia. TuttoMercatoWeb\Riccardo Caponetti

fraioli


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW