Connect with us

CalcioMercato

TuttoSport | Keita-Juve ci siamo: subito o tra un anno vestirà bianconero

Published

on

 


Prendere un caffè con Claudio Lotito non è semplice, figuriamoci concludere un affare. Perché il presidente della Lazio, giustamente dal suo punto di vista, non ha mai amato svendere un giocatore, anzi se una cessione va messa in conto deve andare in porto con legittima soddisfazione del venditore. Cioè lui. Non si spiega altrimenti l’ostinazione con cui il numero 1 del club biancoceleste continui a chiedere cifre importanti per giocatori con il contratto in scadenza nel 2018, comunque poco propensi a proseguire la loro esperienza nella capitale e dunque logicamente desiderosi di fare nuove esperienze. Qualsiasi riferimento a Keita Baldé non è puramente casuale…

OSSO DURISSIMO Sono settimane che il 22enne attaccante senegalese urla al “mondo del mercato” la sua voglia di guardarsi attorno. E da un pezzo, infatti, tramite i fitti contatti intrattenuti dal suo entourage coni manager dei club interessati è chiaro quanto sia profondo il burrone che separa la Lazio e il giocatore. Keita piace tantissimo al Milan, ma è stata la Juventus a muovere i passi decisivi, muovendosi in particolare con discreto anticipo. C’è l’accordo con l’agente della punta, non è un mistero, mentre Lotito chiede 30 milioni. In corso Galileo Ferraris ne hanno stanziati 20 per convincere il presidente biancoceleste a mollare il ragazzo preso per soli 300 mila euro dal Barcellona nel 2013 e che ora guadagna 650 mila euro. La Juve gli offrirebbe quasi il triplo dell’ingaggio attuale, ma il patron laziale è un osso durissimo malgrado rischi di perdere Keita senza guadagnare nulla a partire dal prossimo inverno. Ad ogni modo i bianconeri hanno una certezza: se l’affare si concluderà nel 2018, l’approdo a Torino è praticamente scontata. Il discorso cambierebbe qualora una società si presentasse con un assegno da una trentina di milioni e strappasse il ragazzo alla Juventus nei prossimi giorni. Ma è un’eventualità che il diretto interessato, per il momento, non prende in considerazione.

FUORI DAI PIANI asse complicato fra la Lazio e i campioni d’Italia si arricchisce di un retroscena: Stefan de Vrij, 25 anni, difensore centrale olandese è stato proposto alla Juve. Anche lui – guarda il caso -va in scadenza fra un anno; anche lui è stato “prezzato” intorno ai 30 milioni; anche lui, come Keita, è un calciatore in uscita e fuori dal progetto tecnico del confermatissimo Simone Inzaghi. L’ex Feyenoord è un profilo che potrebbe far comodo ai bianconeri, ma solo in caso di una cessione imprevista: la BBC, ora come ora, non si tocca.

TuttoSport – Antonino Milone

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Calcio

Fabrizio Corsi, il patron dell’Empoli: “Parisi alla Lazio?  A gennaio non se ne parla. Su Vicario…”

edo9923@hotmail.it'

Published

on

 


Il presidente dell’Empoli, Fabrizio Corsi, è intervenuto a Radio Incontro Olympia. Tema centrale è stato l’asse Empoli-Lazio in ambito calciomercato. Queste le sue parole:

“Ascolto domande di mercato intorno ai giocatori dell’Empoli che, oltre a farmi arrabbiare ed a rompermi le scatole, non voglio nemmeno prendere in considerazione perché il mio compito da presidente è proteggere i miei ragazzi ed in generale tutto l’ambiente Empoli che per me è un patrimonio da salvaguardare. Parisi alla Lazio? È una di queste… A gennaio non se ne parla, proprio per il motivo appena spiegato. Vicario? È meritatamente il terzo portiere della nazionale, per noi e per lui la convocazione rappresenta il riconoscimento e l’apprezzamento migliore. Con la Lazio c’era stato un contatto, una telefonata, dopo la quale mi aspettavo un affondo successivo che però non è mai avvenuto perché hanno virato su Maximiano e Provedel che noi conosciamo bene, veramente un ottimo portiere anche lui giustamente chiamato da Mancini.

 

Sarri? Un’icona del calcio italiano. Continua ad essere quel maestro di campo transitato qui in Toscana, Lotito ha scelto il meglio, mentre altri hanno optato per tecnici che anziché il campo stesso preferiscono allenare stampa e tifosi…”.

 

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW