Connect with us

CalcioMercato

Il Tempo | Quanti prestiti finiti, tanti esuberi da piazzare

Published

on

 


C’è una rosa extralarge da piazzare in fretta, esuberi che non rientrano nel progetto biancoceleste. Non basteranno soltanto colpi in entrata, la Lazio dovrà sfoltire l’organico per rendere meno complicato il lavoro di Simone Inzaghi. Dai prestiti infatti rientreranno in quindici, un vero e proprio esercito di calciatori in cerca di sistemazione. Il direttore sportivo Tare dovrà valutare il futuro di Morrison, Kishna e Perea, rispediti alla base da QPR, Lille e Lugo (probabilmente non partiranno nemmeno per il ritiro di Auronzo di Cadore). Così come Mauricio (nonostante la vittoria del campionato, non verrà riscattato dallo Spartak Mosca), Germoni, Cataldi, Filippini, Oikonomidis, Pollace, Guerrieri, Luiz Felipe, Ronaldo e Minala (questi ultimi tre potrebbero tornare a Salerno) . Il croato Elez invece verrà confermato dal Rjieka, anche Prce rimarrà per un’altra stagione al Brescia. Non si muoverà dalla Lazio il giovane Simone Palombi, reduce da un’ottima annata in serie B con la Ternana, diventerà l’attaccante di scorta di Inzaghi. L’ex Primavera non vede l’ora di riabbracciare Formello, quest’anno ha realizzato 9 gol e 1 assist: «Il paragone con Rocchi è eccezionale – ha raccontato di recente l’esterno – ho sempre preso spunto da Klose e ho avuto la fortuna di imparare tanto da lui sia dentro che fuori dal campo. Non ho comunque un modello di riferimento preciso. Cerco di fare gol in tutte le maniere: a volte riesce, altre no. Inzaghi sta pensando di riportarmi alla Lazio? Lo spero. Tanti giovani sono passati dalla B, è un campionato difficile, specie al primo anno. Ho trovato però una piazza che mi ha messo a mio agio. Ho sempre uno sguardo al futuro, a giugno parleremo con le due società e decideremo».

Da risolvere il destino di Danilo Cataldi, in rotta con la tifoseria laziale dopo l’esultanza al gol di Pandev durante Genoa-Lazio: «Complimenti – il comunicato della curva Nord – per il fantastico atteggiamento tenuto da te e dalla tua futura moglie al gol di un giocatore che ci infanga e ci disprezza da anni. Riteniamo che sia un insulto alla Lazio e ai suoi tifosi, da una persona, come te, che si è sempre dichiarata laziale. Ti auguriamo una lunga permanenza a Genova perché ora, qui, per uno come te non c’è più posto». Non a caso la dirigenza ha provato nelle ultime ore ad inserirlo nella trattativa Muriel con la Sampdoria. Il centravanti colombiano è il grande obiettivo per l’attacco, Simone Inzaghi sogna di schierarlo al fianco di Ciro Immobile.

A Genova, sempre sponda blucerchiata, piace il regista Torreira, individuato dalla società per sostituire Lucas Biglia. Il playmaker argentino infatti ha già trovato l’accordo con il Milan, alla Lazio dovrebbero andare 25 milioni di euro (bonus compresi). In realtà l’affare è doppio, in ballo c’è anche l’operazione Keita, l’ostacolo principale è proprio questo: il rifiuto del senegalese potrebbe costringere la coppia Mirabelli-Fassone a formulare una proposta più bassa per il Principito (18 milioni di euro), e non più 52 totali per entrambi i cartellini. Si vedrà, può cambiare invece la vicenda De Vrij, la Lazio è in attesa di una risposta dall’Olanda. Lotito ha proposto al difensore un nuovo contratto dal milioni di euro a stagione (con clausola da 30), il prolungamento è ancora possibile e presto le parti torneranno in contatto. Tutto fatto per Hoedt, l’altro oranje di casa Lazio, il rinnovo fino al 2022 sarà ufficiale dal 1 luglio. Su di lui avevano chiesto informazioni WestHam, Leicester, Galatasaray, Augsburg ed Hertha Berlino.

Il Tempo – Gianluca Cherubini

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

CalcioMercato

CdSera | Il Mago è sul mercato, ma al Siviglia continua a non piacere

Published

on

 


Luis Alberto è sul mercato. Lo spagnolo non è soddisfatto dello spazio datogli da Sarri in questa stagione e il suo sogno sarebbe quello di tornare a Siviglia, ma il club andaluso non vuole investire su di lui. La Lazio è pronta a cederlo, tanto che in estate c’è stato anche un contatto con Monchi, che però ha risposto picche davanti ad alcuni dati riguardanti il Mago, come le palle perse, la velocità e i palloni recuperati.

La Lazio, però, ha bisogno di vendere se vuole muoversi sul mercato in entrata ed è difficile farlo solo con i soldi che si potrebbero ricavare dalle cessioni di Fares e Kamenovic. L’offerta convincente per Luis Alberto, però, non c’è. Lotito non vuole scendere sotto i 15 milioni, che però per un giocatore di 30 anni che passa molto tempo in panchina non sono pochi. Allo stesso tempo, aspettare è rischioso perché potrebbe continuare a deprezzarsi.

Corriere della Sera 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW