Connect with us

Per Lei Combattiamo

Corriere della Sera | Lotito, l’offensiva dopo il mercato per rilanciare lo stadio delle Aquile

Published

on

 


Claudio Lotito è pronto a muoversi. Un’altra volta, come dieci anni fa quando – sindaco Walter Veltroni – portò avanti il progetto dello stadio delle Aquile, poi naufragato. Il voto favorevole del Campidoglio sulla delibera di pubblico interesse per l’impianto della Roma ha dato l’ultima spinta al presidente della Lazio. A fine estate, risolte le mille grane di mercato e le questioni caldissime ai vertici delle leghe di serie A e B, il proprietario del club biancoceleste darà il via all’iter burocratico. Ha già tutto in testa, in modo chiarissimo. Innanzitutto Lotito sa dove vuole costruire lo stadio: nei 500 ettari di terreno che possiede al chilometro 6,2oo della via Tiberina, una proprietà che arriva fino alla bretella autostradale che dal Gra porta fino a Roma Nord, sulla quale passa anche la ferrovia. Non a caso, nelle sue intenzioni, c’è la creazione di una stazione e di un casello: lo stadio (e ciò che gli sorgerebbe attorno) sarebbe facilissimo da raggiungere sia in treno sia in auto.

Dello stadio Flaminio non vuole nemmeno sentir parlare, perché poco fruibile. «E dove li facciamo i parcheggi, ad esempio?», chiede furibondo a chi glielo propone, facendogli notare la sua collocazione in un quartiere storicamente biancoceleste. Niente da fare: non sarà lui a risolvere la grana legata al degrado dell’impianto disegnato da Nervi. Ovviamente non è passata inosservata a Lotito la modifica che il governo ha portato alla legge sugli stadi a fine aprile: grazie a questa variazione, alla costruzione degli impianti sportivi potrà essere abbinata anche quella di nuovi complessi residenziali (in precedenza si potevano realizzare solo attività commerciali). Così attorno allo stadio delle Aquile potranno sorgere – lo dice la legge – condomini e palazzi: un’occasione da non perdere e che la Lazio ha intenzione di sfruttare per sostenere l’operazione dal punto di vista finanziario. I problemi non mancheranno, com’è naturale che sia. Uno su tutti, il rischio idrogeologico legato alla zona nella quale Lotito vorrebbe costruire lo stadio, sull’ansa del Tevere. C’è il pericolo di esondazioni, ma il presidente è convinto che bastino interventi mirati per mettere tutto in sicurezza. A questo punto, è sufficiente ritoccare un po’ il vecchio progetto messo da parte dieci anni fa. Poche settimane ancora e Lotito lo tirerà fuori dal cassetto.

Il Corriere della Sera – Stefano Agresti

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Ecco la collaborazione tra AIA, FIGC e DAZN: si potranno ascoltare anche gli audio del VAR

Published

on

 


FIGC, Federazione Italiana Giuoco Calcio, AIA, Associazione Italiana Arbitri, e DAZN, in collaborazione con Lega Serie A, inaugurano ufficialmente l’accordo editoriale anticipato in precedenza che porterà sull’app del leader mondiale nel live streaming e nell’intrattenimento sportivo contenuti esclusivi per raccontare, da una prospettiva totalmente inedita, il calcio italiano.

Il primo passo di questa rivoluzione del racconto calcistico televisivo è in programma a partire da questa domenica 24 settembre su DAZN e per tutta la stagione Serie A TIM: le prime clip verranno commentate e approfondite nel nuovo format OPEN VAR (che prevede un ospite AIA ogni settimana) nel posticipo di Torino – Roma, quando Gianluca Rocchi interverrà in diretta durante il programma Sunday Night Square insieme a Marco Cattaneo, Stefano Borghi, Andrea Stramaccioni e Davide Bernardi.

Eccezionalmente, il designatore arbitrale di A e B ricostruirà insieme alla Squad di DAZN i principali episodi di questa stagione calcistica. Non solo, ci sarà spazio anche per analizzare e approfondire – attraverso gli audio esclusivi dei colloqui degli arbitri e dei Video Assistant Referees, abbinati alle immagini – valutazioni e interpretazioni arbitrali definitive relative a quanto di più interessante raccolto sul campo durante le giornate di campionato.

Una collaborazione pioneristica quella tra FIGC e DAZN che, combinando le rispettive competenze, si svilupperà per rendere il prodotto calcio sempre più coinvolgente, interattivo, ma anche formativo e informativo, attraverso nuovi modelli narrativi. “Siamo entusiasti di essere i primi, nella storia del calcio italiano, e non solo, a mostrare in esclusiva sulla nostra app le decisioni del VAR attraverso le immagini e soprattutto gli audio. L’obiettivo di questa innovativa e inedita partnership insieme a FIGC e AIA, e grazie alla collaborazione della Lega Serie A, è di offrire a tutti i tifosi un’esperienza ancora più appassionate del calcio italiano”, commenta Stefano Azzi, CEO di DAZN Italia.

Trasparenza, informazione e conoscenza sono i motivi alla base della scelta della Federcalcio per l’avvio della partnership con DAZN. “Siamo alla vigilia di una svolta importante nel modo di comunicare il calcio, con OPEN VAR vogliamo contribuire a creare nel nostro Paese una rinnovata cultura sportiva, una profonda conoscenza del regolamento del gioco più amato dagli italiani e far conoscere meglio il mondo arbitrale. Lo spazio FIGC-AIA all’interno della programmazione di DAZN non è una moviola, ma l’occasione per capire, in totale trasparenza, come nascono le scelte dei direttori di gara in uno dei settori più innovativi e rivoluzionari del calcio degli ultimi anni, che è il Var”, dichiara il Presidente della FIGC Gabriele Gravina.

“Accogliamo con grande favore questo nuovo progetto, realizzato insieme a FIGC. È un momento storico che consentirà al mondo arbitrale di aprirsi sempre di più in un’ottica di trasparenza. In tale maniera potremo spiegare i percorsi decisionali dell’arbitro sul terreno di gioco e l’importante attività svolta dai video match officials al Centro Var di Lissone. Questo favorirà anche la conoscenza del regolamento per accrescere sempre più la cultura calcistica a vantaggio di tutti gli appassionati”, afferma il presidente dell’Aia Carlo Pacifici.

OPEN VAR potrà anche essere commentato live direttamente in app tramite la funzione FAN Zone che questa domenica sera sarà disponibile nel post-partita di Torino – Roma, durante Sunday Night Square: la Squad di DAZN stimolerà la chat con domande e sondaggi, con l’obiettivo di rendere partecipi tutti i tifosi di calcio in questo inedito e innovativo appuntamento firmato FIGC e DAZN.

OPEN VAR, in esclusiva su DAZN, è in programma alla fine della giornata calcistica di Serie A TIM: si inizia nel post-partita di questa domenica con Sunday Night Square e prossimamente con Supertele – Leggero come un Pallone insieme a Pierluigi Pardo e i suoi ospiti in studio. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW