Connect with us

Per Lei Combattiamo

Filippini: “Sarà difficile sostituire Biglia. Mercato ? Conosco Tare e sta lavorando molto bene”

Published

on

 


Emanuele Filippini è intervenuto sugli 88.100 di Elle Radio per parlare di Lazio e degli ultimi sviluppi di mercato nella trasmissione Laziali On Air. Quanto sarà complicato sostituire un calciatore come Lucas Biglia? “Sarà molto difficile perché oltre ad essere un ottimo giocatore in campo è un punto di riferimento nello spogliatoio, e dei punti di riferimento è sempre meglio non privarsi. Per Biglia giocare in squadre più blasonate può fare piacere, sicuramente la Lazio deve essere brava a scovare giocatori ancor più blasonati di quelli che partiranno”. 

Cosa ti ha impressionato di più del lavoro di Inzaghi? “Si vedeva nettamente che la Lazio era una squadra vera, che sapeva come doveva andare in campo e cosa doveva fare per vincere. Tra i singoli mi ha impressionato Immobile, è un giocatore che rompe gli equilibri. Parlare però dei singoli in una squadra con la S maiuscola è difficile, i meriti maggiori sono di Simone Inzaghi che è riuscito a trasferire ai giocatori le sue idee di gioco ed i risultati si sono visti sin dalla prima partita di campionato. Inzaghi poteva essere una scommessa, ma con la voglia, la capacità e l’entusiasmo si può colmare il gap dell’esperienze”. 

Con un buon lavoro da parte della società si potrà migliorare il gruppo nonostante le cessioni? “Credo che quando un gruppo è cementato come quello della Lazio, acquisti e vendite mirate sono un bene perché i giocatori che arrivano entrano in un contesto già collaudato, portando però quel pizzico di entusiasmo in più sempre necessario, anche in una squadra già forte e unita. Conosco il DS Tare e penso stia lavorando molto bene”.

Gomez dell’Atalanta può essere uno di questi acquisti chiamati a fare la differenza? “Gomez è un giocatore prezioso, salta l’uomo e crea superiorità numerica, può aiutare la Lazio a fare un salto di qualità anche se la piazza di Bergamo e quella di Roma sono molto diverse. Sono giocatori che possono rivelarsi molto importanti dopo un necessario periodo di ambientamento”.

Il Parma è tornato in B: che effetto ti ha fatto assistere alle difficoltà dei gialloblu? “Ha fatto male vedere il Parma fallire e ripartire dalla D, ora sta riuscendo a risalire ma situazioni come quelle degli emiliani dovrebbero essere evitate dagli organi di controllo, perché poi le conseguenze vengono pagate da calciatori, dipendenti e dai tifosi. La Lega forse dovrebbe farsi pagare fidejussioni per tutelare gli stipendi dei dipendenti di una società”.

Su chi punteresti tra i giovani dell’Under 21 agli Europei? “Direi Gagliardini, che mi sembra un centrocampista dalle grandissime prospettive”. 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

TMW | Lazio, Milinkovic e il “giorno più importante della carriera”. Ed è tornato prima a Formello

Published

on

 


C’era un tempo, non molto lontano, in cui Milinkovic era profeta a Roma ma non in patria. Titolare inamovibile con la Lazio, idolo dei tifosi, ma alternativa (di lusso) con la Serbia. Adesso invece anche in nazionale si sono accorti che un giocatore così non solo non può stare in panchina, ma deve avere un ruolo centrale nell’ossatura della squadra. Bella scoperta, verrebbe da aggiungere. Così, ormai da un anno abbondante, non esce dal campo quando gioca la sua Serbia e nella prima partita di questa sosta contro la Svezia ha indossato anche la fascia al braccio. Per un calciatore, avere i gradi da capitano in rappresentanza del proprio paese è forse il riconoscimento massimo. “Il giorno più importante della mia carriera”, il commento del centrocampista serbo.

foto Fraioli

Anche la Lazio l’ha elogiato sui propri canali social e l’aspetta nelle prossime ore a Formello. Milinkovic infatti tornerà prima degli altri nazionali (senza considerare Immobile, già a Roma) perché era diffidato e nell’ultima partita ha preso il cartellino giallo contro la Svezia e salterà la gara contro la Norvegia. Una buona notizia per Sarri, che ha bisogno di Milinkovic nel lungo tour de force che aspetta la Lazio prima dei Mondiali. Che il Sergente giocherà con la Serbia. TuttoMercatoWeb\Riccardo Caponetti

fraioli


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW