Connect with us

CalcioMercato

Il Tempo | Keita: il Monaco ci prova, Lotito ci spera

Published

on

 


La Juventus continua a lavorare sottotraccia. L’Interaspetta il momento giusto per presentare un’offerta. E il Monaco è alla finestra da almeno 2 anni. Keita Balde è atteso a Roma tra martedl e mercoledl della prossima settimana, dovrà raggiungere la Clinica Paideia perle visite mediche d’idoneita sportiva, 1’8 partirà per Auronzo di Cadore con il resto dei compagni. Il futuro non è ancora deciso, la Lazio si augura di venderlo in fretta e appena tornerà dalle vacanze il presidente Lotito lo convocherà a Villa San Sebastiano. La cessione pare inevitabile, tra la dirigenza e l’agente Calenda non c’è rapporto, il rinnovo rimane un’opzionecomplicata. Occhio dunque alla Juventus, pronta a mettere sul piatto 12-13 milioni di euro verso la fine di agosto. Il senegalese vuole i bianconeri, non sogna altro ed è disposto ad aspettarli fino al 2018. In agguato potrebbe esserci anche l’Inter di Sabatini, con l’entourage di Keita il feeling è ottimo e Spalletti è alla ricerca di un calciatore con caratteristiche simili. E poi c’è sempre il Monaco, la scorsa estate a un passo dal 14 biancoceleste (la Lazio rifiutò 18 milioni di euro più il cartellino di Dirar). I francesi però non hanno mai smesso di seguirlo e presto potrebbero tornare alla carica. Mbappè, infatti, fenomeno 18enne e rivelazionedellastagione, èdiviso tra Real Madrid e Manchester City in due trattative da quasi 100 milioni di euro. Non a caso il Monaco, una volta incassati i soldi, andrebbe spedito su Keita. Lotito e Tare incrociano le dita, hanno bisogno di vendere un big per avviare tutte le operazioni in entrata. A proposito, ieri visite mediche per il nuovo acquisto Adam Marusic, esterno serbo (naturalizzato montenegrino) acquistato per 6,5 milioni di euro più bonus dall’Oostende. Il neo arrivato – prima di rientrare in patriaper risolvere le ultime questioni burocratiche – ha firmato un quinquennale a Formello in compagnia del diesse Tare. Marusic sarà ad Auronzo di Cadore tra il 12 e il 13 luglio. Continua intanto il pressing per l’attaccante che affiancherà Immobile il prossimo anno, la I 27.io ha individuato l’iraniano Azmoun, talento cristallino nato nel 1995. In realtà il ragazzo è al centro di un contenzioso tra il Rubin Kazan e la squadra dove ha militato l’ultimo campionato, il Rostov, che l’estate scorsa ha esercitato il diritto di riscatto pagando 2 milioni e 300 mila euro. Questa clausola è stata contestata al Tribunale arbitrale dello sport dal Rubin, ma l’appello non è stato accolto, confermando l’acquisto da parte del Rostov. La diatriba però non è ancora risolta, i due club stanno proseguendo la loro battaglia legale, tant’è che Azmoun stasvolgendo il ritiro con il Rubin Kazan e due giorni fa ha anche partecipato all’amichevole con l’Austria Vienna. La Lazio ha comunque offerto 10 milioni di euro e preferirebbe trattare con il Rostov, al momento tra le parti ballano circa 2 milioni. Capitolo Biglia, la trattativa con i rossoneri si è momentaneamente interrotta. Lotito, dopo aver addirittura accettato 18 milioni di euro pagabili in 4 anni, si è rifiutato di fare da garante per la fideiussione bancaria. Il Principito quindi potrebbe anche rimanere alla Lazio, dovrà però accettare 2,8 milioni di euro a stagione e firmare il rinnovo del contratto fino al 2021. Infine potrebbe salutare Marchetti: «Sto valutando il futuro, vediamo se si muove qualcosa. Spero di trovare una sistemazione al più presto». *** Il tempo 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Calcio

CdSera | Il Mago è sul mercato, ma al Siviglia continua a non piacere

Published

on

 


Luis Alberto è sul mercato. Lo spagnolo non è soddisfatto dello spazio datogli da Sarri in questa stagione e il suo sogno sarebbe quello di tornare a Siviglia, ma il club andaluso non vuole investire su di lui. La Lazio è pronta a cederlo, tanto che in estate c’è stato anche un contatto con Monchi, che però ha risposto picche davanti ad alcuni dati riguardanti il Mago, come le palle perse, la velocità e i palloni recuperati.

La Lazio, però, ha bisogno di vendere se vuole muoversi sul mercato in entrata ed è difficile farlo solo con i soldi che si potrebbero ricavare dalle cessioni di Fares e Kamenovic. L’offerta convincente per Luis Alberto, però, non c’è. Lotito non vuole scendere sotto i 15 milioni, che però per un giocatore di 30 anni che passa molto tempo in panchina non sono pochi. Allo stesso tempo, aspettare è rischioso perché potrebbe continuare a deprezzarsi.

Corriere della Sera 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW