Connect with us

CalcioMercato

Il Tempo | Ultimatum Lazio, Biglia ora deve decidere

Published

on

 


Adesso o mai più, è la settimana di Lucas Biglia. La Lazio non ha altro tempo da perdere, pretende una risposta dall’argentino e farà di tutto per sbloccare la vicenda. Il Principito dovrà decidere se rinnovare il contratto o cercare un’altra sistemazione, possibilmente entro sabato (giorno della partenza per il ritiro estivo), la trattativa con il Milan infatti è quasi saltata. Il procuratore Enzo Montepaone sbarcherà a Roma per parlare con il presidente biancoceleste, ascolterà tutte le opzioni del caso e potrebbe presentare al club una proposta dalla Premier League. L’affare con Mirabelli e Fassone si è interrotto sul più bello, non c’è l’accordo economico e manca anche l’intesa sul pagamento: Lotito si è rifiutato di fare da garante per la fideiussione bancaria, i contatti al momento sono fermi. Simone Inzaghi è l’unico a sperare, si augura che Biglia possa restare alla Lazio, ma sa bene che senza la cessione di un big difficilmente la dirigenza potrà avviare il mercato in entrata. L’ex Anderlecht è atteso sabato nella Capitale per le visite mediche d’idoneità sportiva, il futuro verrà scritto e stabilito a breve. Discorso simile per Keita Balde, diviso tra Juventus, Inter e Monaco.

Da valutare poi De Vrij, ancora incerto sul rinnovo del contratto. Il centrale olandese potrebbe restare, ma continua a nutrire diverse perplessità, preferirebbe andare via a zero tra un anno. Da registrare comunque un sondaggio del Marsiglia, mentre Atletico Madrid e Juventus vorrebbero prenderlo nel 2018, ipotesi che la Lazio proverà a scongiurare. Affari in entrata: ancora calda la pista che porta ad Azmoun, talento iraniano conteso in una battaglia legale da Rostove Rubin Kazan. Il calciatore ha parecchie richieste e la concorrenza rischia di diventare più agguerrita del previsto. Qualche speranza per il Papu Gomez, in bilico tra il rinnovo con l’Atalanta e la proposta del presidente Lotito. Intanto rientrerà alla base Luiz Felipe Ramos Marchi, 20enne brasiliano comprato lo scorso anno dall’Ituano e girato in prestito alla Salernitana. Mister Simone Inzaghi lo valuterà ad Auronzo di Cadore, un’occasione che il ragazzo non si lascerà sfuggire: «E partito da poco dal Brasile – ha raccontato la madre – e presto si presenterà alla Lazio. E una benedizione per noi e la realizzazione di un sogno per Luiz». Altre operazioni, è ufficiale l’acquisto di Adam Marusic dall’Oostende, sbarcato a Roma qualche giorno fa per firmare un quinquennale, il ds Tare lo ha prelevato per 6,5 milioni di euro più bonus: «Ho scelto la Lazio perché è uno dei migliori club in Italia – ha spiegato il montenegrino – tutti sanno che tipo di squadra sia quella biancoceleste; può vantare tifosi fantastici e, in questa stagione, disputerà l’Europa League. Nell’ultima annata sono stato utilizzato come esterno alto e basso in entrambe le corsie, ma io sento di essere un terzino destro».

Infine oggi presso la clinica Paideia parte ufficialmente la stagione 2017-18 con le visite mediche dello staff tecnico: dalle ore 8 sono attesi Ripert, Fonte, Grigioni, Cerasaro e Bianchini. Domani invece toccherà a Murgia, Vargic, Basta, Oikonomidis, Marchetti, Guerrieri, Radu, Djordjevic, Milinkovic Savic e Palombi (nel pomeriggio primi test atletici a Formello). Mercoledì sarà il turno di Keita. Il trasferimento ad Auronzo di Cadore è in programma sabato mattina. Il 22 luglio la squadra tornerà a Formello, la seconda fase della preparazione si svolgerà in Austria.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

CalcioMercato

Il Messaggero| Vicina quota 40.000 contro lo Spezia. Lotito sarà a colloquio con Sarri e Tare per le prossime mosse del club

edo9923@hotmail.it'

Published

on

 


Undicimila i biglietti venduti per domenica, i tifosi biancocelesti ormai costituiscono il quarto bacino d’Italia. Si muovono in massa anche in trasferta: hanno rimosso la batosta in Danimarca, hanno prenotato in 1.000 un posto a Graz, in 2.500 si sono già rifatti gli occhi a Cremona. C’è la possibilità di centrare, almeno in campionato, la terza vittoria di fila. Non arriva da oltre un anno e mezzo, da aprile 2021, era stata conquistata proprio contro lo Spezia. Sarri non parla alla vigilia, un po’ perché squalificato (al suo posto Martusciello in panchina), un po’ per scaramanzia. Riecco anche il Capitano, Immobile voleva giocare con Inghilterra e Ungheria, figuriamoci se avrebbe davvero rinunciato allo Spezia sei giorni dopo. Ciro ieri era subito in campo. Vuole esserci a ogni costo per superare i 187 gol, contro lo Spezia l’anno scorso trovò una tripletta, contro i club liguri si è sempre scatenato. Sarri tiene sempre in considerazione i piani b Cancellieri e Pedro. Oltretutto per il futuro, a sorpresa, prende quota in quel ruolo anche l’idea Luka Romero.

 

Non vuole perdere questo talento a zero, Lotito, arrivato ieri alle 19.15 a Formello per un brindisi (con Rao, Fabiani, la comunicazione e il marketing) per la sua elezione al Senato. Il patron commosso, ha rinviato un altro cin cin e il discorso con Sarri, Tare e la squadra a domani pomeriggio nella pancia dell’Olimpico. Il tecnico vuole regalargli il successo, ma chiede sempre un terzino sinistro a gennaio: è in ballo Parisi dell’Empoli, c’è Valeri in risalita, anche se su quest’ultimo andrebbe fatto poi un intenso lavoro difensivo nel passaggio da esterno alla linea a quattro, stile Lazzari. Cataldi aveva preso una botta giovedì pomeriggio, ha già recuperato. Luis Alberto vuole riprendersi una maglia dal primo minuto. Sarri terrà conto anche del tour de force di 12 gare in 43 giorni, fra campionato e Coppa. La Lazio ne giocherà all’Olimpico sette, più della metà. E allora bisogna sfruttare il calore e la spinta fra le proprie mura, quest’anno, su 4 sfide casalinghe, i biancocelesti ne hanno vinte 3 e persa appena una contro il Napoli capolista. In generale, nell’anno solare 2022, a prescindere dall’affluenza sugli spalti, in 17 match sono arrivate appena 3 sconfitte di cui quelle con Milan e Napoli, praticamente a fine gara. Poi 9 successi e 5 pareggi, inserendo nel computo Europa League e Coppa Italia.

Il Messaggero

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW