Connect with us

CalcioMercato

Il Messaggero | La fascia di capitano non trova pace, tutti temono la maledizione dei gradi

Published

on

 


Promessa a Candreva in fase di rinnovo, finisce invece sul braccio di Biglia. Era l’ anno in cui Mauri aveva abdicato dopo aver contribuito a portare la squadra ai preliminari di Champions. Il vice era Radu. Colui che contro la Fiorentina, sempre in quella stagione, provò a investire il giovane Cataldi di una responsabilità forse più grande di lui. Già, Danilo. Lontani quei tempi in cui lo s’ immaginava come nuovo condottiero laziale. Forse sono svaniti del tutto. In quell’ estate tutti vogliono comandare, ma nessuno s’ impone davvero. Autogestione. Candreva rifiuta il ruolo di vice. Biglia si lega la fascia al braccio e nel corso della stagione prende le redini. Troppo tardi. La barca è già alla deriva. Lo scorso anno Lucas ad Auronzo non c’ è, lotta in coppa America con il suo primo amore: l’ Argentina. Tanti giovani e poche guide. Molti notano la differenza rispetto agli anni passati, quando ci si poteva alzare dalla tavola solo quando il Capitano (Mauri) dava l’ ok. E allora la situazione la prende in mano Inzaghi che, forgiato dalla Lazio dello scudetto, insegna le regole dello spogliatoio, oltre che la tattica in campo. Quando torna, Biglia fa la voce grossa. Soprattutto con il ribelle Keita. Estate 2017. Sempre Lucas al centro delle cronache. Capitano, mio capitano, il viaggio è terminato, tanto per citare l’ attimo fuggente. Lui, che rimproverava Balde per i suoi capricci, ora fa lo stesso. E così la Lazio si ritrova ancora una volta con una fascia da assegnare.

TABÙ Al momento Inzaghi non ne ha ancora discusso con lo spogliatoio. Simone sperava di avere ancora al suo fianco Lucas. Bisognerà nominarne in fretta un altro. Radu ha la giusta esperienza, ma probabilmente non sarà un titolarissimo. Immobile è ancora troppo giovane. I tifosi, invece, la loro scelta l’ hanno già fatta da tempo: Lulic. Perché Lulic è per sempre. Ma c’ è anche una strana aura intorno a quella fascia: chi la indossa alla fine è destinato ad andare via dalla Lazio. Scaramanzie a parte, a breve si conoscerà la scelta dello spogliatoio. Anche perché chi l’ ha detto che c’ è solo un capitano?

Il Messaggero – Emiliano Bernardini

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

CalcioMercato

CdSera | Il Mago è sul mercato, ma al Siviglia continua a non piacere

Published

on

 


Luis Alberto è sul mercato. Lo spagnolo non è soddisfatto dello spazio datogli da Sarri in questa stagione e il suo sogno sarebbe quello di tornare a Siviglia, ma il club andaluso non vuole investire su di lui. La Lazio è pronta a cederlo, tanto che in estate c’è stato anche un contatto con Monchi, che però ha risposto picche davanti ad alcuni dati riguardanti il Mago, come le palle perse, la velocità e i palloni recuperati.

La Lazio, però, ha bisogno di vendere se vuole muoversi sul mercato in entrata ed è difficile farlo solo con i soldi che si potrebbero ricavare dalle cessioni di Fares e Kamenovic. L’offerta convincente per Luis Alberto, però, non c’è. Lotito non vuole scendere sotto i 15 milioni, che però per un giocatore di 30 anni che passa molto tempo in panchina non sono pochi. Allo stesso tempo, aspettare è rischioso perché potrebbe continuare a deprezzarsi.

Corriere della Sera 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW