Connect with us

CalcioMercato

La Repubblica | Arriva Leiva, ecco i costi dell’operazione. Pasalic il prossimo obiettivo

Published

on

 


Esce uno, entra un altro. Come da programma. Il fatto che poi entrambi siano biondi, centrocampisti centrali e si chiamino Lucas, faciliterà certamente l’integrazione del nuovo arrivato con il resto del gruppo. Biglia ha salutato tutti in mattinata con un discorso che ha commosso Inzaghi e i suoi ormai ex compagni, poi ha preso le valigie e si è diretto a Milano: «Vado via per una scelta sportiva, non posso far altro che ringraziare i tifosi laziali e la società». Il club biancoceleste si è consolato subito, definendo l’acquisto di Lucas Leiva dal Liverpool per 5,6 milioni di euro: il 30enne brasiliano si era svincolato il 1° luglio, ma d’accordo con i Reds – già sapendo dell’interesse della Lazio – si è avvalso dell’opzione per prolungare di un anno il suo rapporto, in modo da far percepire un indennizzo alla società dove ha giocato negli ultimi 10 anni.

Inzaghi ha così il suo nuovo regista, anche se con caratteristiche un po’ più difensive rispetto all’argentino. Ecco perché si sta lavorando pure per un altro innesto che possa garantire un po’ più di qualità: per questo è probabile che alla fine arrivi anche uno tra Ozyakup, Arslan (entrambi del Besiktas) e Pasalic (Chelsea). A prescindere da questi tre, poi, sarà tesserato Di Gennaro, non appena Cataldi troverà una sistemazione.

Si lavora pure per cercarne una a Filip Djordjevic, che non ha raggiunto l’accordo economico per il Genoa e per questo ieri ha raggiunto il ritiro di Auronzo di Cadore insieme al ds Tare. Il dirigente albanese in serata ha avuto anche un confronto con Simone Inzaghi, a cui ha illustrato le prossime mosse sul mercato e le complicazioni riguardo l’operazione Azmoun. Alla fine il giovane iraniano ha firmato un contratto con il Rubin Kazan, coronando così il suo desiderio di seguire il suo mentore Berdyev. In Russia sono convinti che si sia legato per un solo anno, in modo da poter essere subito ceduto altrove. Ma le sue dichiarazioni subito dopo la presentazione gelano la Lazio: «Sono felice di essere tornato nel club che mi ha lanciato. Farò di tutto per aiutare la squadra». Difficile pensare a un bluff. Ma in una situazione così intricata, sempre meglio non dare nulla per scontato.

La Repubblica – Marco Ercole

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

CalcioMercato

CdSera | Il Mago è sul mercato, ma al Siviglia continua a non piacere

Published

on

 


Luis Alberto è sul mercato. Lo spagnolo non è soddisfatto dello spazio datogli da Sarri in questa stagione e il suo sogno sarebbe quello di tornare a Siviglia, ma il club andaluso non vuole investire su di lui. La Lazio è pronta a cederlo, tanto che in estate c’è stato anche un contatto con Monchi, che però ha risposto picche davanti ad alcuni dati riguardanti il Mago, come le palle perse, la velocità e i palloni recuperati.

La Lazio, però, ha bisogno di vendere se vuole muoversi sul mercato in entrata ed è difficile farlo solo con i soldi che si potrebbero ricavare dalle cessioni di Fares e Kamenovic. L’offerta convincente per Luis Alberto, però, non c’è. Lotito non vuole scendere sotto i 15 milioni, che però per un giocatore di 30 anni che passa molto tempo in panchina non sono pochi. Allo stesso tempo, aspettare è rischioso perché potrebbe continuare a deprezzarsi.

Corriere della Sera 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW