Connect with us

CalcioMercato

CorSera | Ecco il “tesoretto” della Lazio, il gioiello resta Milinkovic

Published

on

 


Mettiamo mano alla calcolatrice della Lazio: la qualificazione all’Europa League vale almeno 15 milioni di euro, tra partecipazione al torneo e diritti tv; Biglia al Milan porta 17 milioni sicuri, più 3 di bonus; Berisha ne ha già fatti incassare 5 per il diritto di riscatto fatto valere dall’Atalanta; Cataldi è andato al Benevento per 6. Poi ci sono le sottrazioni: meno 6 milioni investiti per Lucas Leiva e 6 per Marusic (Di Gennaro arriverà gratis). Totale: più 34. Non è finita. Al di là delle smentite che piovono e delle sopravvalutazioni abituali di Lotito, Keita sta andando all’Inter per una cifra che si aggirerà attorno ai 25 milioni, bonus inclusi. Così arriviamo quasi a 60, in attesa che si definisca la situazione di De Vrij, che è ritornato nel mirino del Liverpool – oltre che della Juventus – e potrebbe andarsene a sua volta.

La Lazio, insomma, sta vivendo un’estate ricca, che potrebbe diventare ricchissima. Solo che i tifosi, e con loro Inzaghi, continuano a farsi una domanda: perché non reinvestire tutto questo denaro, o almeno una buona parte, per aumentare la competitività della squadra? Del resto – Lotito se ne sta accorgendo – il circuito che si crea è virtuoso: gruppo forte, risultati eccellenti, valorizzazione dei calciatori, introiti dall’Europa, incassi utili per potenziare ulteriormente l’organico. Ma il presidente è sempre attento quando si tratta di spendere, anche se incassa. L’operazione emblematica, in questo senso, l’ha chiusa con il regista: ne ha ceduto uno a 20 milioni, ne ha preso uno a 6. Più 14: è questo il numero che lo fa impazzire. Da settimane si parla dell’ interessamento della Lazio per un attaccante iraniano del Rubin Kazan (il club russo lo ha strappato ai connazionali del Rostov dopo un acceso contenzioso, trovando l’accordo in extremis): si chiama Sardar Azmoun, ha ventidue anni e sembra che Tare se ne sia innamorato. Il problema è che il Rubin chiede 20 milioni e il ragazzo ne guadagna 3 netti a stagione. Ecco, se davvero Lotito dovesse chiudere questa operazione potremmo dire di trovarci di fronte a una svolta: tanti soldi per un giovane semisconosciuto, anche se la coppia Lotito-Tare, molto spesso, ha dimostrato di vederci lontano. Ultimo esempio: Sergej Milinkovic-Savic, strappato con un blitz alla Fiorentina, eroe dei derby e futuro big del calcio europeo. Circola voce di un’offerta – di un club inglese – vicina agli 80 milioni. Lotito, però, l’avrebbe rispedita al mittente. Per due motivi: 1) intorno al talento del serbo sarà costruita la squadra di questa stagione; 2) tra dodici mesi potrebbe valere ancora di più. E il «tesoretto» diventerebbe un «tesorone».

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

CalcioMercato

CdSera | Lazio, maledizione fascia sinistra. Dopo Parisi spunta il tedesco Schulz

Published

on

 


Ogni squadra ha la sua maledizione: se il Benfica non vince una coppa europea da 60 anni e il Milan ha avuto per un decennio la “maledizione del numero 9”, la Lazio ha quella del terzino sinistro. Negli ultimi anni si sono alternate delusioni e sfortune, ma la costante è stata comunque il rendimento negativo degli acquisti: Garrido, Durmisi, Jony, Fares, Lukaku e ora Kamenovic. L’unico che ha lasciato il segno è stato Lukaku con l’assist per Murgia nella Supercoppa del 2017 contro la Juve. In quel ruolo si sono alternati Lulic e Radu per anni.

Nella rosa attuale non c’è un terzino sinistro. Sarri sta adattando Marusic e Hysaj, ma chiede un giocatore di ruolo. Nello specifico, il mister chiede Parisi dell’Empoli, ma la società punta Kerkez dell’Az. Dalla Germania, poi, si parla di una trattativa avanzata per Nico Schulz. Il classe 1993 potrebbe arrivare in prestito con il Dortmund disposto a pagare metà dello stipendio. Il tedesco fa fatica a giocare in Germania da quando l’ex compagna lo ha denunciato per violenza domestica e i tifosi chiedono al club di rescindergli il contratto. Schulz sui social è stato bersagliato dagli insulti tanto da aver chiuso ogni profilo. A 30 anni ha bisogno di una nuova avventura lontano dalla Germania.

Corriere della Sera 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW