Connect with us

CalcioMercato

Il Tempo | Keita, oltre l’Inter spunta il West Ham

Published

on

 


L’Inter è in pressing, la Juventus si è defilata e dall’Inghilterra è spuntata anche la candidatura del West Ham. Sono giorni bollenti per Keita Balde Diao, ormai sempre più lontano dalla Lazio. Domani è atteso in ritiro ad Auronzo di Cadore il presidente Lotito, tra le parti potrebbe andare in scena un altro incontro per il rinnovo, le possibilità però diminuiscono con il passare delle ore. L’attaccante senegalese ha ribadito alla società la volontà di cambiare aria, ha promesso però che non lo farà a parametro zero tra un anno. L’Inter dei cinesi è in pole position, tra Sabatini e Calenda il rapporto è ottimo, l’ex Barca ha strappato anche il gradimento di Luciano Spalletti. E’ necessaria però la cessione di Perisic, destinato al Manchester Utd. Una trattativa con la Lazio da quasi 25 milioni di euro, al calciatore verrà offerto un contratto da circa 3,5 milioni di euro. L’affare potrebbe andare in porto la prossima settimana, ma dalla Premier si è fatto sotto il West Ham con una proposta da 27,5 milioni di euro più 5 di bonus. Gli Hammers e Lotito sono già d’accordo, manca soltanto la definizione delle modalità di pagamento. Resta però l’ostacolo più grande da superare, il manager del ragazzo non è ancora stato informato. E, come spesso accade in questi casi, l’ultima parola spetta sempre a Keita.

Intanto ieri pomeriggio Simone Inzaghi ha conosciuto il neo acquisto Lucas Leiva, sbarcato in ritiro alle 18.30. Stamattina l’ex Liverpool sarà in campo per il primo allenamento con la squadra e alle 17 potrebbe giocare (partendo dalla panchina) la gara amichevole con la Triestina: «Sono molto contento di essere qui, ho già parlato con Luis Alberto – ha spiegato a Mediaset Premium – non vedo l’ora di iniziare. Perché la Lazio? Perché è un grande club, con una grande tifoseria. L’accoglienza qui è stata ottima, è una nuova sfida per me». Inoltre a breve il tecnico di Piacenza abbraccerà anche lo svincolato Di Gennaro, bloccato dalla società da almeno due settimane. Danilo Cataldi infatti oggi raggiungerà il ritiro del Benevento, tra i due club l’accordo è definito per un prestito con obbligo di riscatto fissato a 6 milioni. Il ds dei giallorossi Di Somma è interessato anche all’ingaggio di Ricardo Kishna, un’altra operazione a un passo dalla chiusura.

In attacco invece il nome caldo rimane quello di Azmoun del Rubin Kazak, talento iraniano classe 1995. Il club russo ha vinto la causa nei confronti del Rostov, il centravanti potrebbe firmare il rinnovo per un anno. La Lazio è disposta a spendere circa 18 milioni di euro, ma l’affare è legato ovviamente alla partenza di Keita. Attenzione pure a Falcinelli del Sassuolo, rientrato dall’ottima stagione con il Crotone: «La Lazio per me rappresenterebbe un grande salto di qualità, quello che sogno da sempre. Ma voglio vivere tutto con la massima serenità». Igli Tare prenderà anche un secondo portiere di esperienza, non troppo ingombrante per Strakosha, possibilmente dal campionato italiano. Nel mirino Lamanna, Consigli e Sorrentino, ma soprattutto Karnezis dell’Udinese. In uscita uno tra Vargic e Guerrieri, mister Simone Inzaghi deciderà al termine del ritiro estivo. Mentre il Deportivo la Cortina vorrebbe riportare Luis Alberto in Spagna per 7-8 milioni di euro. Infine nessuna novità sul fronte Djordjevic, la trattativa con il Genoa è congelata, presto l’Olympiakos potrebbe rifarsi sotto. Notizie dal ritiro: oggi è in programma il terzo test stagionale contro la Triestina, mister Inzaghi punterà ancora sul 3-5-2. Recuperato Lukaku, da valutare Parolo. Felipe Anderson verrà schierato in attacco alle spalle di Ciro Immobile.

Il Tempo – Gianluca Cherubini

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

CalcioMercato

CdSera | Il Mago è sul mercato, ma al Siviglia continua a non piacere

Published

on

 


Luis Alberto è sul mercato. Lo spagnolo non è soddisfatto dello spazio datogli da Sarri in questa stagione e il suo sogno sarebbe quello di tornare a Siviglia, ma il club andaluso non vuole investire su di lui. La Lazio è pronta a cederlo, tanto che in estate c’è stato anche un contatto con Monchi, che però ha risposto picche davanti ad alcuni dati riguardanti il Mago, come le palle perse, la velocità e i palloni recuperati.

La Lazio, però, ha bisogno di vendere se vuole muoversi sul mercato in entrata ed è difficile farlo solo con i soldi che si potrebbero ricavare dalle cessioni di Fares e Kamenovic. L’offerta convincente per Luis Alberto, però, non c’è. Lotito non vuole scendere sotto i 15 milioni, che però per un giocatore di 30 anni che passa molto tempo in panchina non sono pochi. Allo stesso tempo, aspettare è rischioso perché potrebbe continuare a deprezzarsi.

Corriere della Sera 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW