Connect with us

Per Lei Combattiamo

Luis Alberto regista, da necessità a virtù. Pazza idea estiva o ipotesi concreta?

Published

on

 


È una suggestione, d’accordo. Un’ipotesi. Tanto affascinante quanto rischiosa. Luis Alberto regista è la pazza idea estiva di Simone Inzaghi, che nelle due settimane di lavoro ad Auronzo di Cadore l’ha sempre provato li. Nel ruolo di play basso. Da necessità a virtù: insieme a Marusic lo spagnolo è stato uno dei più positivi del ritiro biancoceleste. Ha stupito per volontà, applicazione, spirito di gruppo e forma fisica, ma non per le sue qualità: quelle sono già note a tutti. Eppure non è proprio una grande sorpresa, perchè c’era da aspettarselo. Ha finito la scorsa stagione in crescendo, lanciando segnali incoraggianti: “È stato difficile adattarmi al calcio italiano, ora ho capito. Nei primi mesi ho sbagliato per colpa mia – ha ammesso dopo la gara all’Olimpico con l’Inter –  Ora voglio rimanere qui e sono sicuro di restare“. Per ora non si muove, questo è sicuro;
PREGI E DIFETTI – Visione di gioco fuori dal comune. Tecnica cristallina, pura. Tocca la palla con una sensibilità rara. L’accarezza, ci gioca, ci scherza…ci fa quello che vuole: è un privilegio per pochi eletti. Disegna traiettorie perfette, ha intuizioni brillanti e verticalizza sempre con precisione, mai a caso. “Mi piace il ruolo di regista, ma posso adattarmi ovunque il mister me lo chieda”. Luis Alberto è pronto, non vuole perdere tempo. Sembrerebbe avere tutti i jolly giusti per ricoprire al meglio quella zona del campo. Nevralgica. Ma nel mazzo c’è anche qualche carta che stona con il resto. Perchè lo spagnolo è un ragazzo molto più incline all’attacco che a fare il lavoro sporco, di filtro davanti la difesa. Tende a portare troppo palla e lì bisogna giocare semplice e veloce, a uno massimo due tocchi. Inoltre deve anche migliorare per intensità e attenzione: non può permettersi di assentarsi dal gioco, come accade spesso a chi occupa la posizione di esterno;
LA REALTÀ E IL MERCATO – È difficile stabilire con certezza se giocherà da regista. Non è impossibile, anche se è più facile pensare che possa ricoprire il suo ruolo naturale, esterno sinistro nel 4-3-3 o da seconda punta e interno di centrocampo nel 3-5-2,  il modulo di base scelto da Inzaghi. È abituato a partire più vicino alla porta avversaria, in modo sfruttare al meglio i suoi punti di forza, l’uno contro uno e l’ultimo passaggio.Ho sempre giocato da numero 10, da trequartista”.  Si andrà verso questa soluzione. La più logica, se si tiene conto anche degli indizi arrivati dal mercato.”Ho voluto fortemente Lucas Leiva – ha spigato ieri Inzaghi in conferenza stampa – è un centrocampista completo sia in un centrocampo a tre che a due. E’ un leader e aiuterà la squadra“. Oltre al brasiliano, la Lazio ha abbracciato anche Davide Di Gennaro.Mi trovo molto bene nel ruolo di regista, ho cominciato a giocarci a Palermo e ora a Cagliari per sostituire Conti, che mi ha fatto anche i complimenti”, ha raccontato il 29enne durante la sua parentesi in rossoblù. Senza poi contare Murgia, già vice di Biglia l’anno scorso, e Parolo, adattabile anche da play. Sono tutti papabili registi. Ognuno a modo suo. Tutti con le idee chiare. Diversi per caratteristiche, ma con un solo obiettivo in testa. Portare l’Aquila più in alto possibile.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

CalcioMercato

Calciomercato Lazio, Escalante potrebbe lasciare la Cremonese: su di lui un club spagnolo

Published

on

 


Mentre sono in corso i Mondiali di calcio, il campionato di Serie A è fermo. La ripresa è fissata il 4 gennaio 2023, due giorni dopo l’apertura della finestra di calciomercato invernale. In questa sessione, sembra che Gonzalo Escalante, calciatore della Lazio in prestito con diritto di riscatto alla Cremonese, potrebbe lasciare il club di Cremona: come riporta l’esperto di mercato Nicolò Schira infatti, il centrocampista argentino classe ’93, potrebbe salutare la Cremonese. Su di lui ha messo gli occhi un club spagnolo: si tratta del Cadice, squadra che milita ne La Liga spagnola. Il club penultimo in classifica avrebbe mostrato interesse per Gonzalo Escalante. Lunedì 2 gennaio, 33 giorni all’apertura del calciomercato invernale.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW