Connect with us

Per Lei Combattiamo

L’angolo del tifoso – Cristiano: “Sono cresciuto con Chinaglia. Il 5 luglio del 1987 il momento più bello del mio essere laziale”

Published

on

 


Torna l’appuntamento con la rubrica ‘L’angolo del tifoso’ in cui i veri protagonisti siete voi. Oggi è il turno di Cristiano, laziale grazie all’amore che gli ha trasmesso suo padre e che lui, a sua volta, ha tramandato a suo figlio. Per lui essere laziale rappresenta uno stile di vita, un senso di appartenenza. Il mito di sempre? Chinaglia.

Qual è stata la tua passione per la Lazio?

“Siamo una famiglia di laziali, mio padre mi ha trasmesso l’amore per questa squadra: come si dice, di padre in figlio”.

Qual è stata la tua prima partita allo stadio?

“La prima partita allo stadio e’ stata nel lontano 1971: lazio-juventus 2-2, avevo soli sei anni, purtroppo, però, quell’anno siamo retrocessi”.

Qual è stato il tuo primo giocatore preferito? Quello attuale invece?

“Il mio primo giocatore preferito è stato senza dubbio Giorgio Chinaglia, sono cresciuto con lui. Per quanto riguarda, invece, l’attualità e’ Senad Lulic per ovvi motivi che non sto qui a spiegare”.

Da quando segui la Lazio, qual è stato il momento più bello? E quello più brutto?

“Il momento piu bello, forse andrò controcorrente, è il 5 luglio del 1987, quando a Napoli abbiamo battuto il Campobasso per non andare in serie C. Beh…mi sentivo davvero un re. Il piu triste e’ stata la retrocessione per il calcio scommesse del 1980, ero convinto di fare un solo anno di b, invece ne abbiamo fatti ben tre”.

Cosa significa per te essere della Lazio?

“Essere della lazio è uno stile di vita, un senso di appartenenza. E’ distinguersi dalla massa, e’ l’amore che mio padre ha trasmesso a me e che io ho trasmesso a mio figlio”.

Un commento sul mercato che sta caratterizzando la Lazio in questa sessione. 

“Per quanto riguarda il mercato ne parlerò il primo settembre. Ormai sono abituato al modus operandi del presidente da ben quattordici anni. A dispetto di quello che dicono in tanti, a me non toglie la lazialità, anzi me ne fa venire ancora di più perché la maglia e il simbolo vengono prima di tutto. La Lazio esisterà per sempre” .

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

CalcioMercato

Calciomercato Lazio, Escalante potrebbe lasciare la Cremonese: su di lui un club spagnolo

Published

on

 


Mentre sono in corso i Mondiali di calcio, il campionato di Serie A è fermo. La ripresa è fissata il 4 gennaio 2023, due giorni dopo l’apertura della finestra di calciomercato invernale. In questa sessione, sembra che Gonzalo Escalante, calciatore della Lazio in prestito con diritto di riscatto alla Cremonese, potrebbe lasciare il club di Cremona: come riporta l’esperto di mercato Nicolò Schira infatti, il centrocampista argentino classe ’93, potrebbe salutare la Cremonese. Su di lui ha messo gli occhi un club spagnolo: si tratta del Cadice, squadra che milita ne La Liga spagnola. Il club penultimo in classifica avrebbe mostrato interesse per Gonzalo Escalante. Lunedì 2 gennaio, 33 giorni all’apertura del calciomercato invernale.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW