Connect with us

CalcioMercato

La Repubblica | Le pressioni di Dybala sul mercato juventino, piano B: 90 milioni per Keita e Milinkovic

Published

on

 


Il battito d’ali di una farfalla a Parigi, può provocare un tornado a Torino? A sentire Dybala, nessuno può più escluderlo davvero. Per spaventare la Juventus gli sono bastate un paio di dichiarazioni dopo la vittoria per 3-2 nell’amichevole di Miami contro il Psg: «Sono felice qui, poi se arriverà un’offerta sarà la società a farmela vedere e loro a dirmi se vogliono che io vada o no. Prima dipende da loro e poi da me». Parole che rilanciano nel campo della Juve la responsabilità di accettare o meno una eventuale proposta da parte del Barcellona, da tempo vigile sulla Joya. Mentre da sempre il club – da Tevez e Pirlo fino a Dani Alves – affida la “responsabilità” dell’addio ai singoli calciatori. Insomma non è che ci sia da stare tranquillissimi, soprattutto pensando alla teoria dell’Effetto Farfalla: l’ultimatum del Psg a Neymar per decidere se trasferirsi o meno a Parigi scadrà la prossima settimana. In caso di addio, il domino potrebbe portare al Barça uno tra Coutinho (il Liverpool ha rifiutato 70 milioni più 10 di bonus: ne vuole 100) e Dembelé del Dortmund. Oppure, proprio Dybala. La Juve lo sa e sta iniziando a prepararsi, tenendo un occhio vigile su Roma.
Marotta e Agnelli hanno fissato il prezzo dell’argentino: 120 milioni. Se davvero dal Camp Nou arrivassero a tanto, scatterebbe il piano bianconero: andare a bussare in casa Lazio per la coppia Keita-Milinkovic. Un “piatto” per cui la dirigenza bianconera sarebbe pronta a una piccola follia: 90 milioni complessivi, 20 per l’attaccante, il resto sul gigante serbo. Parallelamente però si continua a lavorare anche al solo Keita, affare che prescinde dal futuro di Dybala. Mercoledì Marotta lo ha chiesto a Lotito mettendo sulla bilancia un’offerta da 15 milioni più bonus. Posizioni da limare visto che la domanda del presidente laziale resta 30, anche se comprensivi di bonus. Quando le parti troveranno l’accordo la Lazio prenderà Brahimi del Porto: nell’attesa regala a Simone Inzaghi l’attaccante Caicedo, in arrivo dall’Espanyol (ieri a Roma) e Caceres, che sbarcherà nella capitale a gennaio dopo un passaggio al Verona. Altri regali ha in mente la Juventus per il proprio allenatore. Ieri Allegri ha ricevuto nell’hotel che ospita la squadra a Miami Mino Raiola: ingombrante quando c’è da rinnovare i contratti (sta discutendo con il club quello del baby Moise Kean) ma alleato prezioso per chi desidera acquistare i suoi assistiti. Oggetto della chiacchierata il centrocampista Matuidi, che dopo la tentazione rimasta insoddisfatta un anno fa potrebbe davvero lasciare il Psg alla volta di Torino: un affare da 20-25 milioni. Per la difesa c’è invece Garay del Valencia: a spalancargli un’autostrada verso Torino l’arrivo imminente al club levantino di Murillo dall’Inter. A proposito dei nerazzurri, in arrivo tre colpi da 64 milioni complessivi. Il ds Ausilio sta tornando in Europa dalla Cina per definire gli arrivi di Vecino (pagherà i 24 mln della clausola rescissoria in 2 rate entro dicembre), si assicurerà per una trentina di milioni il terzino sinistro Dalbert del Nizza, che lo vorrebbe tenere fino al ritorno del preliminare di Champions, infine chiuderà il tris con l’esterno Karamoh, 19enne del Caen. A ognuno la sua Joya.
La Repubblica – GIULIO CARDONE MATTEO PINCI

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

CalcioMercato

Calciomercato Lazio, dalla Turchia: “I biancocelesti monitorano Taremi del Porto”. I dettagli

Published

on

 


Tutti i maggiori campionati europei sono fermi, a causa del Mondiale in Qatar che è partito da ormai una settimana. Ciò non distoglie l’attenzione dal calciomercato invernale, utile a rifonrazre le rose in vista della ripartenza a gennaio. La Lazio ha necessità di puntellare due ruoli specifici, l’attacco e la difesa. Sul fronte terzini sinistri sono vari i nomi fatti negli ultimi mesi, con la Società che sarebbe pronta ad accontentare le richieste di Sarri. Discorso un pò diverso per l’attacco, dove il tecnico ha richiesto un vice-Immobile, ma il club non sarebbe così volenteroso di investire in quel ruolo e almeno fino all’estate preferirebbe continuare con Felipe Anderson spostato in avanti. Tuttavia, nelle ultime ore sono stati esplorati diversi profili, che potrebbero far comodo alla Lazio in quel ruolo. Tra questi c’è Mehdi Taremi, attaccante 30enne del Porto, attualmente impegnato con il suo Iran ai Mondiali. Si tratta di un giocatore forte fisicamente, alto, con una buona tecnica ed un importante fiuto del gol. Secondo quanto riportato dal giornalista turco Ekrem Konur, il club biancoceleste starebbe monitorando la situazione a lui legata, per poi avanzare eventualmente un’offerta al Porto per portarlo a Roma a gennaio.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW